Logo MyMarketingNet Small

Il Digital nel 2017 secondo We Are Social e Hootsuite

Il Digital nel 2017 secondo We Are Social e Hootsuite

A che punto è il panorama digital all’inizio del nuovo anno? Qual è al momento lo stato dell’arte della diffusione di Internet nell’Italia e nel mondo? Lo svela il report Digital in 2017, risultato della collaborazione tra We Are Social e Hootsuite, che assume un’importanza ancora maggiore rispetto al passato, visto che oggi più della metà della popolazione mondiale accede regolarmente a internet. A corredo dei (tantissimi) dati contenuti nel report Digital In 2017, ci sono una serie di conclusioni utili per comprendere ancora meglio che implicazioni questi hanno sui business, e sulla società in generale, e sottolineano – ancora una volta – quanto velocemente stia cambiando lo scenario, grazie a un accesso alla rete sempre più diffuso, capace di avere un impatto decisivo sulla vita delle persone.

Sono passati solo 25 anni da quando Tim Berners-Lee ha reso il World Wide Web accessibile a tutti, e, in questo lasso di tempo, internet è diventato una parte fondamentale delle nostre vite. Non è solo internet a diffondersi così rapidamente; Digital in 2017 identifica, infatti, una serie di evidenze capaci di raccontare come ogni anno sia sempre più importante conoscere il modo in cui le persone interagiscono tra loro, con le istituzioni, con i publisher e con i brand. Eccone alcune:
-più della metà della popolazione mondiale usa uno smartphone;
-quasi due terzi della popolazione mondiale possiede un telefono cellulare
-più della metà del traffico internet è generato da mobile;
-più della metà delle connessioni mobile avviene oggi su banda larga;
-più di una persona su cinque della popolazione mondiale ha effettuato almeno un acquisto online negli ultimi 30 giorni.

“Digital in 2017 offre un punto di vista privilegiato sul modo in cui le persone accedono a internet, e su come cambiano – anno dopo anno – i loro comportamenti online. Il report ci permette di analizzare e capire in che modo le persone fruiscono delle piattaforme e dei contenuti, in uno scenario che muta sempre più rapidamente. Crediamo che il nostro report annuale sia uno strumento efficace perché raccoglie una moltitudine di evidenze e di insight, sia a livello globale, sia in relazione ai singoli mercati: è anche grazie a questi dati che cerchiamo, ogni giorno, di anticipare i trend futuri, supportando i nostri clienti nello sviluppo dei loro business, e generando idee creative in grado di rispondere ai comportamenti delle persone“, commentano Gabriele Cucinella, Stefano Maggi e Ottavio Nava, Managing Director We Are Social Italia.

Italia: un paese sempre più social e sempre più mobile
Su una popolazione di quasi 60 milioni di abitanti, oltre 39 milioni utilizzano internet e 31 milioni sono attivi sui social media, ovvero il 52% del totale. Di questi 28 milioni accedono ai propri social preferiti tramite mobile (47% dell’intera popolazione) evidenziando come questi strumenti siano sempre più parte integrante della quotidianità. L’Italia denota inoltre un’ampia frammentazione delle piattaforme social utilizzate, segnale di come le persone scelgano in modo molto flessibile il canale migliore per fruire e condividere contenuti a seconda delle proprie esigenze. Se Facebook e YouTube la fanno da padrone come social media, Instagram con il 28% dell’utenza, evidenzia una fortissima crescita rispetto al 2016, subito dietro alle principali app di messaging (WhatsApp e FB Messenger). Infine un altro dato interessante riguarda l’età che si fa sempre più trasversale nella popolazione, rivelando come i social media non siano più soltanto un hot topic dei più giovani ma si siano trasformati in strumento di informazione e comunicazione alla portata di tutti.

Global: la continua crescita di Facebook e l’integrazione dei social nella vita di tutti i giorni (+91% nelle connessioni da mobile)
Il 2016 è stato un anno di straordinaria crescita nell’utilizzo di internet a livello globale, con un forte incremento di quasi tutti gli indicatori rispetto al 2015:
-3.77 miliardi di utenti internet nel 2017, con una penetrazione del 50% sulla popolazione mondiale;
-2.80 miliardi di utenti di social media nel 2017, con una penetrazione del 37%;
-4.92 miliardi di utenti mobile nel 2017, con una penetrazione del 66%;
-2.56 miliardi di utenti social media da mobile nel 2017, con una penetrazione del 34%;
-1.61 miliardi di utenti di e-commerce nel 2017, con una penetrazione del 22%.

La rapidità della crescita di questi – e altri – indicatori è stata uno degli elementi centrali anche nel report dell’anno scorso (Digital in 2016), ma, considerando che oggi la penetrazione di internet ha superato il 50%, era lecito aspettarsi un rallentamento di questo trend, invece è successo esattamente l’opposto:
-l’utilizzo di internet è cresciuto del 10% rispetto al 2016, +354 milioni rispetto al 2015;
-gli utenti attivi sui social media sono aumentati del 21%, è 482 milioni rispetto al 2015;
-gli utenti unici da mobile sono cresciuti del 5%, +222 milioni negli ultimi 12 mesi;
-gli utenti di social media da mobile sono cresciuti del 30%, +581 milioni nel 2016.
Più di 2.8 miliardi di persone utilizzano canali social almeno una volta al mese, e +91% di loro lo fa usando dispositivi mobile: Facebook continua a crescere, e si tratta di un dato molto interessante, visto che – ormai da 10 anni – è la piattaforma – di gran lunga – più usata (se consideriamo tutto il suo ecosistema – che include Instagram, WhatsApp e Messenger – l’audience è costituita da 4.37 miliardi di persone).

Un altro dato interessante riguarda il tempo speso sui canali social: GlobalWebIndex sottolinea come l’utente medio spende – mediamente – 2 ore e 19 minuti usando piattaforme social ogni giorno. I numeri che riguardano i social media sono impressionanti, ma ancor più lo sono se legati all’accesso di questi canali da dispositivi mobile: più di un terzo della popolazione mondiale accede a piattaforme social da mobile (2.5 miliardi di persone, +581 milioni rispetto a 12 mesi fa). Circa l’8% della popolazione mondiale ha iniziato a usare dispositivi mobile durante il 2016: questo significa un nuovo utente ogni 18 secondi (giusto per dare un’idea, mentre leggevate questa frase, 100 persone hanno iniziato a usare un dispositivo mobile per accedere a canali social).

Pubblicato il 26 gennaio 2017

Più Letti della Settimana

21/10/2016

LinkedIn Top Skill 2016

17/11/2016

State of Internet - Security Q3 2016

Akamai rende noto il Rapporto sullo stato di Internet Q3 2016 - Security. Il

03/11/2016

Nielsen, The Rise of Italian Consumer Confidence

Si posiziona a quota 57 l’indice di fiducia Nielsen dei consumatori italiani, in

30/11/2016

Analytics, un mercato da 900 milioni di euro

Un mercato in crescita, un mercato in salute e pieno di prospettive. Si è analizzato gli analytics

08/11/2016

Email marketing & eCommerce: la guida per Natale

È alle porte il periodo dell’anno più intenso e potenzialmente più redditizio per chi si occup

08/11/2016

eCommerce, From Black Friday to Christmas

Manca poco al Black Friday, tradizione americana ormai sbarcata in Italia da diversi anni, glorific

01/02/2017

Brand Finance Global 500: Google sorpassa Apple, bene Lego, male le banche americane

Era dal 2011 Apple dominava la classifica Brand Finance Global 500

07/11/2016

Sharing Economy, investire o essere investiti?

Novembre è il mese in cui Milano si interroga sul tema della sharing economy in occasione del conv

07/11/2016

Italian Referendum Sentiment

Qual è l’orientamento dei cittadini che usano internet riguardo al referendum costituzionale che

14/11/2016

Black Friday & Cyber Monday, An Italian Story

Manca poco ormai al venerdì e al lunedì preferiti degli appassionati di ecommerce: il 25 novembre

MyMarketing.Net
é una testata giornalistica registrata al Tribunale di Milano n. 327 del 10/05/2004 - Un progetto by TVN srl (P.Iva: 05793330969)