Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL
17/10/2010  Versione per la stampa Share it   Condividi su Facebook  versione inglese

Come iniziare a creare un brand personale efficace

Continua la nostra conversazione sul personal branding e l’utilizzo degli strumenti del Web 2.0 per posizionarsi efficacemente nel mercato del lavoro. Una volta deciso che vale la pena investire nella promozione di se stessi ed essere proattivi piuttosto che passivi, argomenti del precedente articolo, la successiva domanda è sempre inevitabilmente: da dove partire?

Il punto di inizio di qualsiasi processo di costruzione di un brand di successo è sempre la ricerca della risposta a domande alle quali non è sempre facile rispondere: “cosa voglio?”, “chi penso di essere?”, “cosa ho da offrire?” e “cosa mi distingue dagli altri?”. Prima di inondare di e-mail i vostri contatti, o scrivere il vostro profilo su LinkedIn, o rimaneggiare il vostro CV, dovete essere sicuri della storia che volete raccontare. Non deve essere inventata, deve essere aderente a ciò che realmente pensate. Può essere romanzata, ma non finta.

Non c’è bisogno di preoccuparsi della difficoltà di alcune di queste domande, la maggior parte delle persone, anche quelle che sembrano aver le cose più chiare di altre, continuano nel corso del proprio sviluppo personale e professionale a chiedersele. Anche se non abbiamo una risposta definitiva, è importante tuttavia cercare di fissare dei punti fermi dai quali partire. Lungi da questo articolo l’idea di provare a rispondere per voi a queste domande. L’unica cosa che possiamo fare in questa sede è suggerirvi di prendervi del tempo per riflettere, magari lontano dai rumori di fondo del vostro ufficio o della città, e trovare un luogo che possa ispirarvi queste riflessioni.

Basarsi sulle vostre esperienze passate aiuta, ma non deve diventare una gabbia. Nel cercare di capire cosa volete, partite dalla consapevolezza che, almeno in teoria, tutto è possibile. E’ solo un fatto di scelta.

Fare ad esempio un elenco dei vostri valori e credenze (le cose in cui credete) può essere un esercizio di stimolo utile ai fini di queste riflessioni. Altrettanto interessante può essere elencare le cose che sapete e quelle che sapete fare bene. Meglio ancora distinguere tra quelle che vi divertono e quelle che vi annoiano, nel qual caso il consiglio è di cercare di fare delle prime un mestiere, delle seconde una delega a qualcuno altro. Andare a chiedere un parere onesto a chi vi conosce e crede in voi (amici, parenti, etc) può essere un’altra fonte di stimolo. Anche leggere, non solo i manuali di business, ma ad esempio le biografie di personaggi storici e famosi che vi piacciono, può essere un punto di partenza. Chiedetevi cosa ha portato queste persone ad essere ciò che sono, quali sono state le scelte che hanno fatto, il prezzo che hanno pagato, quali comportamenti hanno esibito e chi frequentavano, e perché. Sono tutte domande interessanti, che possono aiutarvi a capire meglio voi stessi come riflesso delle vite degli altri.

Cercate di prendete appunti, anche se vi può sembrare strano, disegnate, sforzatevi di fissare su carta i vostri pensieri. Quando pensate di essere arrivati ad una risposta soddisfacente alle domande iniziali di questo articolo, testatela con altre persone e sentite come la raccontate. Non deve solo suonare bene, dovete esserne convinti. Se pensate di dover fare dei cambiamenti, non abbiate paura, fa parte del gioco. Magari cominciate da quelli meno impegnativi, potrebbe sorprendervi quanto facile vi riesca se dietro c’è una motivazione forte. Se pensate di avere dei gap di preparazione in qualche campo, mettete giù una serie di passi per colmare questo gap. Può trattarsi di leggere dei manuali, parlare con persone più esperte di voi, fare un viaggio o andare ad un corso.

Una volta fatto il primo passo, il più importante di tutti, arriva il momento di raccontare la vostra storia al mondo. Ma questo sarà argomento dei prossimi articoli.

Fabio Sgaragli

Ticonzero.info



Ticonzero
ACCEDI O REGISTRATI PER LASCIARE UN COMMENTO

Commenti: 0
5 ARTICOLI CORRELATI
BRANDING - 23/04/2011
Il tricolore esplode in adv
BRANDING - 12/06/2011
Un rinoceronte a pois per dare nuovo slancio al brand
BRANDING - 23/04/2011
Coca-Cola vs Pepsi
BRANDING - 29/05/2011
Fiat 500 by Gucci
BRANDING - 06/09/2010
Fiberceutic di L’Oréal Professionnel
 
 

Business Video