Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL
31/10/2010  Versione per la stampa Share it   Condividi su Facebook  versione inglese

Nuovi retailer online offrono sconti di lusso

Siamo tutti coscienti di come l’economia sia andata negli ultimi anni, e di quali effetti questa grandissima crisi, a volte sentita veramente, a volte solo percepita nelle parole degli altri, abbia avuto sui nostri consumi.

In particolare, durante gli ultimi anni i brand, e questo è soprattutto vero per gli Stati Uniti, hanno cercato di incentrare le loro comunicazioni e i loro messaggi di marketing sul rapporto qualità-prezzo, sottolineando come un prodotto o un servizio risultava essere estremamente conveniente (se la qualità non era delle migliori), o come al contrario non lo era ma per un ottimo motivo (perché, appunto, di altissima qualità).

I consumatori in questi anni di crisi si sono abituati a trasformarsi in avidi Paperon de Paperoni ogni volta entrati in un negozio – fosse esso virtuale o in calce e mattoni –, e a contrattare qualsiasi acquisto sulla base delle due opzioni sopra descritte: richiedendo al venditore o uno sconto incredibile su un prodotto semi-scadente, o una qualità estrema in cambio di un prodotto carissimo. Inutile dire che il più delle volte l’utente prediligeva un prezzo più conveniente alla qualità per via delle poche disponibilità economiche, anche se i grandi brand di lusso rimanevano comunque altamente aspirazionali.

Proprio da questo tipo di scenario in cui il consumatore “Bargain Hunter” andava alla ricerca di versioni “cheap” magari dello stesso prodotto di una marca aspirazionale, nascono nuovi spazi online che offrono beni di lusso, e quindi dalla qualità estremamente alta, ma a prezzi bassissimi – il tutto all’interno di una promozione temporanea che dura uno o due giorni al massimo.

Il sito Gilt.com, ad esempio, fa sentire l’utente come parte di un club esclusivo a cui si puo’ accedere solo tramite iscrizione, e manda una mail al giorno in cui si spiega il “Deal” quotidiano, con tanto di prezzi da far rimanere a bocca aperta e scadenza dell’offerta.
 
Un altro esempio e’ Bluefly.com che si concentra specificatamente sulle grandi firme di moda, mentre BlackBoardEats.com offre promozioni riguardanti l’ambito del cibo, con offerte da parte di ristoranti locali o compagnie legate all’oggettistica culinaria.

Basati sulla formula comune dell’”affrettati, vale solo per oggi”, questi siti web, che stanno diventando rapidamente i principali retailer statunitensi nelle rispettive categorie, sono riusciti nell’impresa di comunicare il rapporto-qualità prezzo, facendo però prediligere questa volta la qualità – e senza ledere in nessun modo i brand partecipanti alla promozione.

Nonostante infatti i capi e i prodotti siano scontati, la falsa esclusività che si è creata attorno ai siti fa immergere il consumatore in un’esperienza di shopping completamente anomala, secondo la quale sembra di essere gli unici a ricevere sconti fenomenali su brand che rimangono sempre aspirazionali – senza contare che la data la scadenza sull’offerta non fa altro che andare a colpire l’istinto di acquisto immediato che scatta nella nostra mente ogni volta che ci imbattiamo in una perla rara, quale il nostro brand preferito in sconto solo per qualche ora.

Cristina villa



ACCEDI O REGISTRATI PER LASCIARE UN COMMENTO

Commenti: 0
5 ARTICOLI CORRELATI
BRANDING - 23/04/2011
Il tricolore esplode in adv
BRANDING - 12/06/2011
Un rinoceronte a pois per dare nuovo slancio al brand
BRANDING - 23/04/2011
Coca-Cola vs Pepsi
BRANDING - 29/05/2011
Fiat 500 by Gucci
BRANDING - 06/09/2010
Fiberceutic di L’Oréal Professionnel
 
 

Business Video