Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL
19/11/2010  Versione per la stampa Share it   Condividi su Facebook

Top Management Forum 2010

Il 17 e 18 novembre scorsi si è svolto a Milano, su iniziativa di Knowità, il Top Management Forum incentrato sul tema ‘Eseguire l’innovazione. Come. Le leve per realizzare il cambiamento e competere’. Come spiegato da Alessandro Saviotti, Amministratore di Knowità, “in uno scenario in cui spesso prevalgono dati negativi sull’andamento del nostro Paese, le imprese non possono esimersi da una profonda riflessione sui requisiti indispensabili per dominare il futuro nei prossimi anni e non esserne invece travolte.
L’innovazione rappresenta la vera sfida per cogliere le opportunità future, il motore della crescita industriale e la principale risorsa per la competizione globale. L’obiettivo del grande evento annuale dedicato al Top Management è quello di presentare alle imprese italiane opportunità d’innovazione e spunti di riflessione per rilanciare la competitività, sviluppare nuovi prodotti o servizi, gestire relazioni complesse, creare strategie per posizionarsi sui mercati nazionali e internazionali, promuovere e cavalcare la ripresa sostenibile”. Nell’ambito del Forum si è svolta anche un’interessante tavola rotonda moderata da Nicola Saldutti, giornalista del Corriere della Sera, e focalizzata sul tema centrale dell’evento: l’innovazione. La riflessione d’apertura, proposta da Marina Salamon, Presidente del Gruppo Alchimia, è stata dichiaratamente ma realisticamente amara: “ci troviamo tutti a dover gestire un Paese in declino dal punto di vista demografico, culturale, della ‘voglia d’intraprendere’. Un Paese in cui c’è un fortissimo bisogno d’innovazione (che non deve essere limitata alla sola tecnologia) e in cui si afferma spesso un ‘capitalismo familiare’ che va a scapito della meritocrazia”. Paolo Perino, a.d. di BTicino, ha ricordato che un tempo “l’innovazione veniva concepita esclusivamente a livello di progettazione, con competenze aziendali molto specifiche e per certi versi tenute ‘chiuse’: oggi sarebbe rischioso limitarsi al processo ‘ereditario’, rispetto al quale deve invece imporsi un interscambio d’informazioni su tutto ciò che riguarda il sistema prodotto. Nessun ‘segreto’: mettiamo tutto a disposizione e creiamo un circolo virtuoso che acceleri il processo innovativo”. Fiorenzo Bellelli, Presidente di Warrant Group, si è dichiarato concorde sul fatto – messo in risalto anche da Marina Salamon - che l’innovazione è direttamente insita già nel modo di porsi sul mercato e ha sottolineato quanto sia importante “fare ciò che il mercato stesso chiede, non quello che riteniamo possa chiedere”. Massimo Marotta, a.d. di  Black & Decker Italia, ha ricordato che si deve andare oltre il semplice rapporto cliente/fornitore e ha rimarcato l’importanza del territorio, “luogo di scambio di conoscenze e di generazione d’idee”. Massimiliano Magrini, Fondatore e Managing Partner di Annapurna Ventures, ha giustamente valorizzato anche l’individuo, precisando che si tende a porre sempre l’accento sull’idea, mentre “a contare ancora di più sono le persone che le idee le hanno: è su di esse che vogliamo investire”. La tavola rotonda è stata chiusa da Olivier Fécherolle, Directeur Général France & CMO di Viadeo, che si è soffermato “sull’esperienza francese nell’ambito dell’innovazione e su quello che ne può derivare come insegnamento”.

Mauro Murero

 

 

 



Redazione MyMarketing.Net
ACCEDI O REGISTRATI PER LASCIARE UN COMMENTO

Commenti: 0
5 ARTICOLI CORRELATI
MANAGEMENT - 07/11/2012
Kotler: 'L'Italia ha dimenticato il marketing'
MANAGEMENT - 19/01/2016
La Business Mobility nel mondo
MANAGEMENT - 10/02/2011
Customer Equity, ma attenti alla competizione
MANAGEMENT - 18/01/2016
Il futuro dell‘ecommerce
MANAGEMENT - 12/07/2010
Il web 2.0 non convince i marketing manager
 
 

Business Video