Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL
29/01/2011  Versione per la stampa Share it   Condividi su Facebook  versione inglese

Competenze e Organizzazione

La competenza è un insieme di caratteristiche dell’individuo che gli consente di operare con efficacia in un determinato contesto, per lo svolgimento di un compito o attività ed il raggiungimento di determinati obiettivi.    
Le competenze sono le conoscenze, i tratti caratteriali e personali, le capacità che determinano un comportamento e la conseguente prestazione.
Le organizzazioni, soprattutto quelle grandi e complesse, basano la loro azione sulla differenziazione delle attività e sulla specializzazione, a cui corrispondono necessità di competenze specifiche.
Tanto più le persone possiedono competenze specialistiche elevate più sono indispensabili all’impresa, ma dipendono anche maggiormente da questa: la competenza specialistica spesso ha modo di esprimersi solo in ambiti organizzativi simili a quelli dove si è sviluppata, fino a coincidere con un solo ambito nel caso di specializzazioni esclusive.
La competenza elevata manifesta così un duplice aspetto: da una parte ha il potere che le deriva da una specializzazione rara, dall’altra la criticità che deriva dalla dipendenza da situazioni ambientali e tecnologiche che la possono mettere in discussione in qualsiasi momento. Pericolo che non corre una competenza più generalista, riconvertibile ed adattabile più facilmente alle modificazioni dei contesti.
Non sempre i ruoli presenti nell’organizzazione sono legittimati dal possesso delle competenze necessarie.
Teoricamente l’impresa non dovrebbe modellarsi sulle persone che la costituiscono, ma dovrebbe costituirsi sulla base delle persone che servono.
Le persone che costituiscono l’organizzazione si trovano tuttavia a definire una rete di relazioni ed a rappresentare un equilibrio di poteri che difficilmente è possibile mettere in discussione, sia che questo potere sia stato conseguito con il possesso di adeguate competenze, sia con altri mezzi.
La competenza specialistica rischia in tal modo di mettere in gioco un potere professionale che può entrare in collisione con il potere gerarchico/organizzativo.  
Così il possesso di certe competenze è elemento necessario, ma non sufficiente ad occuparle. Mentre può essere vero il contrario: che il fatto di non possedere certe competenze necessarie non comprometta la possibilità di occupare un determinato ruolo.
Chi occupa una posizione entra, ad un livello più o meno elevato, in un gioco di poteri la cui vera discriminante non sono le qualità possedute, ma le garanzie offerte di esserne funzionali.
Tanto che in molte organizzazioni la prima competenza è quella di essere capaci di non disturbare il manovratore!  

Mauro Carletti
Senior Partner di COMITES srl
mc.comites@libero.it
www.comites.mi.it





Comites
ACCEDI O REGISTRATI PER LASCIARE UN COMMENTO

Commenti: 0
5 ARTICOLI CORRELATI
MANAGEMENT - 07/11/2012
Kotler: 'L'Italia ha dimenticato il marketing'
MANAGEMENT - 19/01/2016
La Business Mobility nel mondo
MANAGEMENT - 10/02/2011
Customer Equity, ma attenti alla competizione
MANAGEMENT - 18/01/2016
Il futuro dell‘ecommerce
MANAGEMENT - 12/07/2010
Il web 2.0 non convince i marketing manager
 
 

Business Video