Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL
19/02/2011  Versione per la stampa Share it   Condividi su Facebook  versione inglese

PR online e motori di ricerca

digitale; marketing
Sempre più consumatori preferiscono fare acquisti su internet questo significa per le aziende avere non solo un marketing rivolto alle attività online ma anche posizionarsi tra le migliori aziende sul mercato in rete. I consumatori su internet sono molto esigenti e per tutelarsi da eventuali truffe sono sempre più prudenti al momento di scegliere il negozio o provider di servizi online. Pertanto le aziende hanno un disperato bisogno di attuare efficaci strategie di PR online per costruire o comunque consolidare la propria immagine. Oltre ad utilizzare le PR è necessario inoltre assicurarsi che non ci siano post da parte dei clienti o concorrenti con feedback negativi: anche una sola osservazione negativa può essere molto dannosa. Pertanto le strategie di PR dovrebbero concentrarsi sulla costruzione di un’immagine positiva e sulle attività di monitoraggio di feedback negativi che si trovano in rete.

Esiste più di un modo per realizzare una buona strategia di PR e la maggior parte delle attività online hanno un effetto virale di vasta portata e di lunga durata. Ci sono diversi modi per realizzare una buona PR strategy come per esempio redigendo comunicati stampa utilizzando blog, messaggi all’interno di forum e sfruttando i social media network.

Uno dei fattori più importanti che un’azienda dovrebbe prendere in considerazione è la scelta del canale giusto relativamente al proprio settore merceologic quindi non tutti i canali sono funzionali.

Uno dei più efficaci strumenti di PR online rimane l’ottimizzazione del posizionamento sui motori di ricerca. Facili da usare e fanno trovare rapidamente le informazioni che servono per decidere l’acquist per questo i motori di ricerca sono ormai parte integrante del processo di decisione e di acquisto degli italiani.

I siti web che non compaiono tra le prime 10 – 20 posizioni nei principali motori di ricerca sono praticamente inesistenti per gli utenti internet. Uno degli obiettivi principali delle PR online è proprio quello di rendere i prodotti e i servizi aziendali facilmente accessibili ai consumatori.

Ad evidenziare questo comportamento è l’edizione 2010 dell’indagine di SEMS e Fullresearch sull’utilizzo dei motori di ricerca in Italia.

Gli italiani che navigano sul web si rendono conto di vivere in un mondo sempre più “search centrico”: per necessità, per curiosità, per comodità, ormai quando si ha bisogno di un qualsiasi tipo di informazione la soluzione più semplice è cercarla su Google, o attraverso le opzioni di ricerca di piattaforme quali Youtube (per i video), Facebook (per le persone), Twitter (per le news)… E sempre più spesso sono proprio le informazioni veicolate dai motori di ricerca a risultare decisive nell’orientare le opinioni, le decisioni e gli acquisti degli italiani.

Per il 91% degli italiani che usano internet, i motori di ricerca sono uno strumento fondamentale di approfondimento e per il 66% di loro rappresentano  anche un valido supporto informativo nell’acquisto di prodotti e servizi.
Questo il dato evidenziato dall’edizione 2010 della survey “Gli italiani e i motori di ricerca”, lostudio realizzato da Fullresearch per conto di SEMS, l’agenzia  di search marketing  del gruppo FullSIX, sul cui sito www.sems.it è possibile richiedere gratuitamente un abstract della ricerca.

Un ultimo aspetto per realizzare al meglio la PR strategy è trovare un fornitore di servizi affidabile con il quale lavorare a stretto contatto e soprattutto per aggiornare regolarmente l’attività di comunicazione. Il tempo speso per l’aggiornamento può essere settimanale o addirittura giornaliero quando si tratta di business onlinequindi è fondamentale riconoscere quanto tempo deve essere impiegato per seguire un’attività di comunicazione online. In rete la concorrenza aumenta di giorno in giorno e se la propria strategia di comunicazione non si mantiene aggiornata e sempre viva inesorabilmente si verrà tagliati fuori dal consumatore.

Federica Mariotti



Redazione MyMarketing.Net
ACCEDI O REGISTRATI PER LASCIARE UN COMMENTO

Commenti: 0
5 ARTICOLI CORRELATI
FOCUS ON - 20/02/2011
La cravatta fa l’uomo marketing
FOCUS ON - 16/02/2011
Forum della Comunicazione Digitale 2011
MEDIA - 01/04/2014
Qual è il brand che piace di più?
FOCUS ON - 01/04/2014
Sant'Antonio si digitalizza
MANAGEMENT - 18/01/2016
Il futuro dell‘ecommerce
 
 

Business Video