Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL
08/03/2011  Versione per la stampa Share it   Condividi su Facebook

Il decollo delle web news

web news, internet
Che la televisione sia un mezzo sorpassato è ormai un dato di fatto. Statistiche, studi e ricerche hanno dimostrato una scarsa attenzione nei confronti del mezzo soprattutto da parte della classe giovanile. Solo i più adulti continuano ad avere un rapporto intenso con il mezzo televisivo mentre i giovani prediligono il web sia per l‘enterteinment che per l‘informazione.

Il recente studio del Pew Research Center mostra come negli Stati Uniti, internet si avvii a diventare la prima fonte di informazione, superando nettamente la televisione. Un sorpasso già avvenuto nel 2010 per i cittadini fra 18 e 29 anni; inoltre la ricerca evidenzia una tendenza positiva che può essere rintracciata anche nella fascia d‘età tra i 30 e i 49 anni.

Nel 2013 internet avrà una importanza uguale se non superiore alla tv per tutte le fasce di popolazione, nonostante il il tubo catodico si confermi come il mezzo più popolare, perde quote di mercato di anno in anno.

Una situazione che la tv condivide con i giornali tradizionali la cui incidenza in termini di rappresentatività globale è scesa di 10 punti nel giro degli ultimi 10 anni arrivando al 31% nel 2010.
Dalla parte apposta internet ha subito un aumento di circa 30 punti percentuali nello stesso periodo.

Ottime notizie per gli editori online che in questo modo possono correggere al rialzo le loro previsioni di introiti per il futuro. Inoltre un dato confortante riguarda il fatto che molti utenti hanno pagato per avere a disposizione materiali digitali dal web. Musica e software sono i contenuti più comprati mentre l‘informazione resta al quinto posto rimanendo comunque sopra ai film.

Come già accennato le differenze maggiori riguardano le fasce d‘età. In questo senso i 50enni hanno acquistato più informazione rispetto ai più giovani. Dati simili si riscontrano anche nel mondo orientale dove allo stesso modo si registra un trend positivo per il world wide web.

In Cina il 2010 è stato l‘anno del boom di internet, una crescita avvenuta in contemporanea all‘intensificarsi del controllo statale su questo mezzo.  Più di 60.000 sono stati i siti web chiusi dalla censura cinese e 2.200 sono state le inchieste giudiziarie che nella metà dei casi hanno portato a condanne superiori a 5 anni.

Internet è quindi in continua espansione e non arresta la sua corsa verso la conquista di tutti i settori. Una crescita trainata anche e soprattutto dai device mobili che ormai rappresentano un terzo degli accessi alla rete.

Andrea D‘Alessandro


Redazione MyMarketing.Net
ACCEDI O REGISTRATI PER LASCIARE UN COMMENTO

Commenti: 0
5 ARTICOLI CORRELATI
FOCUS ON - 15/03/2011
Il business dei social network
FOCUS ON - 30/03/2011
La Roma è americana
FOCUS ON - 08/03/2011
I manager diventano robot
FOCUS ON - 31/03/2011
Inizia la corsa all‘economia digitale
FOCUS ON - 16/03/2011
Green marketing or greenwashing?
 
 

Business Video