Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL
31/03/2011  Versione per la stampa Share it   Condividi su Facebook

Atm con Letizia

Milano è Letizia, in tutti i sensi. Sì, perchè il Sindaco del capoluogo lombardo intende abbracciare i cittadini e non lasciarli mai soli. La sua campagna pubblicitaria ha risvolti sempre più sorprendenti, dopo il dispiegamento cartellonistico che la vede partecipe di tutte (ma proprio tutte) le attività cittadine, dal pompiere alle passeggiate nei parchi, dal vigile urbano al muratore, Letizia Moratti arriva anche a casa dei Milanesi.

In collaborazione con Atm, l‘azienda di trasporto pubblico ha, infatti, in programma di recapitare a tutti i residenti a Milano, una tessera ricaricabile omaggio, con una lettera firmata dal sindaco, che rivendica a sé ‘in collaborazione con Atm‘, la titolarità del dono. La collaborazione no profit di Atm per il Sindaco va avanti già da mesi, con l‘impiego di due importanti figure dell‘azienda di trasporti, arruolate nel concepimento della campagna della signora Moratti.

Marco Pavanello, direttore dell‘area marketing e comunicazione di Atm, ha ideato l‘ultima campagna che è stata al centro di critiche per l‘uso di risorse pubbliche a fini privati. Oltre a lui, il giornalista Roberto Poletti, consulente di Atm per lo sviluppo dei canali di informazione recentemente passa ore in televisione a intervistarla. Ma non basta che due dei cardini dello staff elettorale lavorino anche per l‘azienda milanese: il supporto di Atm per il primo cittadino ammonta a circa 13mila euro per 2.700 ‘welcome pack‘ inviati, “un costo irrisorio, considerato che si tratta solo di una delle moltissime attività di promozione del servizio di trasporto pubblico realizzate di continuo dall‘azienda, come il materiale prodotto e distribuito per il rinnovo della rete tranviaria, per i nuovi radiobus di quartiere e altro”, ha spiegato l‘azienda senza imbarazzi.

Le polemiche sono molte, lo scontento nasce soprattutto per l‘uso di questi fondi a scopi privati anziché impiegarli per eliminare i numerosi disservizi di Atm. “L‘iniziativa” ribadisce Atm “è di Comune e Atm. Il materiale inviato è interamente dedicato al trasporto pubblico, le cui politiche sono di competenza del Comune”.

A tutto ciò si somma l‘uso del primo cittadino di un‘altra azienda: Aler, per farsi altra pubblicità senza sborsare un euro, inviando  a tutti gli inquilini delle case popolari, con il trimestrale ‘Il Tetto‘, un numero che in terza pagina ha una foto sorridente della Moratti con "editoriale" di auto-commemorazione. A tutte queste provocazioni il sindaco Moratti non reagisce e liquida le accusa con indifferenza, identificandole come l‘inizio della persecuzione elettorale del Pd.

Roberta Masella


Redazione MyMarketing.Net
ACCEDI O REGISTRATI PER LASCIARE UN COMMENTO

Commenti: 0
5 ARTICOLI CORRELATI
MEDIA - 28/03/2011
I ‘trucchi‘ del sapere
MEDIA - 01/03/2011
Sky e il calcio più bello. Riflessioni post evento
BRANDING - 23/04/2011
Coca-Cola vs Pepsi
FOCUS ON - 16/02/2011
Forum della Comunicazione Digitale 2011
BRANDING - 02/03/2011
Un Tram Lilla per riscoprire la tenerezza
 
 

Business Video