Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL
13/05/2011  Versione per la stampa Share it   Condividi su Facebook

Disney, Playhouse sarà Junior

Da sabato 14 maggio 2011 il canale Playhouse Disney cambierà nome per diventare Disney Junior, ampliando la sua offerta di contenuto con anteprime e classici Disney che rafforzeranno il legame affettivo con il pubblico raccontando storie affascinanti ed emozionanti. L‘obiettivo è attirare il pubblico più giovane, dai 3 ai 7 anni, e  presentare soprattutto ai genitori personaggi animati che fanno parte della storia Disney e continuano ad esercitare il loro fascino e ispirare più sicurezza.

Persone di ogni età, dagli adulti ai bambini, saranno catturati dalla magia, dalla musica, dai personaggi e dalle storie che faranno divertire tutti. Disney Junior, che sarà on air sulle piattaforme Sky e Mediaset Premium, è l‘evoluzione di Playhouse, un canale totalmente dedicato all‘infanzia, che ha visto la luce in Gran Bretagna nel 1999 ed è presente in Italia dal 2005. Playhouse sarà trasformata in Disney Junior in tutto il mondo. In particolare nell‘area Emea, sarà disponibile in 74 paesi, attraverso 7 visual feeds, in 12 lingue.

Il nuovo canale ospiterà le serie già sperimentate e amate dai telespettatori, come ‘La Casa di Topolino’, ‘Manny Tuttofare’, ‘Agente Speciale Oso’. Inoltre è previsto il lancio di nuovissimi show come ‘Jake e i Pirati dell‘Isola Che Non C‘è’ e un rientro d‘eccezione: ‘Art Attack’, dove il conduttore televisivo Giovanni Muciaccia proporrà nuovi piccoli capolavori di bricolage in miniatura, questa volta in versione Disney.

Soprattutto il palinsesto di Disney Junior si propone come mezzo per creare un momento di condivisione genitori-figli, che insieme potranno apprendere e giocare con la sicurezza di una ‘certificazione Disney‘ dei contenuti.

Da domani all‘interno degli abbonamenti di Mediaset Premium sarà disponibile anche il nuovo canale per il digitale terrestre e di Sky per il satellite. L‘obiettivo di Disney Junior è quello di celebrare l‘infanzia e dare un motivo in più ai bambini per ridere, cantare, ballare e, soprattutto, divertirsi anche in compagnia degli adulti.

Roberta Masella


Redazione MyMarketing.Net
ACCEDI O REGISTRATI PER LASCIARE UN COMMENTO

Commenti: 0
5 ARTICOLI CORRELATI
MEDIA - 28/03/2011
I ‘trucchi‘ del sapere
MEDIA - 01/03/2011
Sky e il calcio più bello. Riflessioni post evento
FOCUS ON - 16/02/2011
Forum della Comunicazione Digitale 2011
BRANDING - 02/03/2011
Un Tram Lilla per riscoprire la tenerezza
BRANDING - 25/05/2011
Guerrilla Marketing, a volte ritornano
 
 

Business Video