Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL
17/05/2011  Versione per la stampa Share it   Condividi su Facebook

SAS Forum: il futuro è già qui

È partita oggi a Milano l‘edizione 2011 di SAS Forum Italia, il convegno per conoscere idee innovative in ambito Business Intelligence e Business Analytics e per trovare risposte alle esigenze di ciascuna area aziendale.

L‘appuntamento annuale si conferma momento di confronto e aggiornamento primario per manager e imprenditori. “Intuizione, trasformazione, successo, sfida, sono alcune parole che caratterizzano l‘edizione di quest‘anno, perché siamo convinti che il cambiamento è alle porte e sovvertirà i capisaldi della legge della domanda e dell‘offerta – dichiara Marco Icardi, Amministratore Delegato di SAS Italia. - Confrontarsi e dialogare con clienti, partner e con tutto l‘ecosistema è fondamentale per cambiare le prospettive e raggiungere traguardi realistici e credibili. In questa giornata appare evidente, dalle presentazioni e dalle testimonianze dei protagonisti, come le nostre soluzioni e le nostre competenze, unite a quelle dei nostri partner, permettano di attuare modelli di business innovativi e accompagnare le aziende nelle sfide che le attendono”. La sostenibilità, uno dei principali driver dell’innovazione e impegno inderogabile per le generazioni a venire, è una priorità per SAS.

Nella mattinata si è svolto il convegno d‘apertura, in cui è stato approfondito quanto detto da Marco Icardi sul cambiamento che modificherà i parametri di valutazione economica. Durante il convegno, dal titolo ‘Accadde domani‘, sono stati affrontati anche temi come l‘obsolescenza delle attuali modalità di progettare prodotti e servizi, delle sfide nella pianificazione delle strategie di marketing mix e delle nuove logiche di processi e business.

Durante il suo intervento, Icardi ha inoltre parlato delle ultime novità in casa SAS come ad esempio SAS Open Innovation: il neonato sito per raccogliere e condividere le applicazioni SAS. Nato dal progetto vincente di SAS Generazione Y 2010, ha l‘obiettivo di favorire l‘innovazione continua nell‘uso del software da parte di clienti, università e partner e facilitare l‘interscambio di applicazioni sviluppate all‘interno della stessa piattaforma, oltre a favorirne l‘uso nelle Università italiane. Le applicazioni disponibili all‘interno del sito apportano significativi benefici in termini di comprensione dei fenomeni, supporto alle decisioni e competitività. Non solo: al via anche il nuovo percorso formativo SAS Learning e Experience che si rivolge a figure senior professional di clienti e partner SAS che vogliono  innovare e arricchire le proprie competenze e skill in ambito Business Intelligence e Analytics.

Dopo l‘intervento di Marco Icardi, a parlarci di futuro è il Professore Vito Di Bari, definito the new European guru of innovation dal Financial Times. Acclamato futurologo e autorità nel campo dell‘innovazione che, esplorando il futuro della tecnologia applicata alla vita quotidiana, ha introdotto il come e il perché le nostre vite potranno cambiare grazie all‘innovazione.

A seguire si è svolto l‘innovativo talk show sul tema della valorizzazione dei saperi, moderato da Carlo Alberto Carnevale Maffè. Il principio base è che la vera innovazione parta da una dimensione a tre livelli: personale, organizzativa e di business. Occorre declinare la propria visione del rapporto con l‘innovazione (dimensione personale) a livello organizzativo (team innovativo, ricerca e sviluppo, tecnologia) e a livello di business (prodotto, mercato, cliente). Per fare tutto ciò la tecnologia dell‘informazione e, in particolare, gli Analytics giocano un ruolo fondamentale per agevolare il duplice passaggio: individuo-organizzazione, organizzazione-mercato.

Nel pomeriggio sono poi iniziate le sessioni parallele, momenti di approfondimento sull‘uso di tecnologie e soluzioni innovative nelle diverse aree aziendali e settori merceologici, che spaziano dall‘Adeguamento alla normativa Basilea III alla Social Media Analysis, dall‘ottimizzazione dei processi della Supply Chain al Fraud Management. Tra gli altri hanno portato la propria testimonianza E.On IT Italia, Edipower, Insiel, Lombardia Informatica, Matrix, Regione Lombardia, SEC Servizi, SGM Distribuzione-Marco Polo Expert, Thun, Università di Milano-Bicocca.

Per concludere la giornata Matt Ledding, esperto di Juggling Management ha dimostrato a tutti i presenti che modificare abitudini di comportamento e abbandonare i vecchi schemi di pensiero non è faticoso come si potrebbe credere: il cambiamento è frutto di pensieri e azioni semplicemente diversi ed è sufficiente provare, credere e volerlo, per riuscire a fare cose che nemmeno avremmo immaginato.

Roberta Masella


Redazione MyMarketing.Net
ACCEDI O REGISTRATI PER LASCIARE UN COMMENTO

Commenti: 0
5 ARTICOLI CORRELATI
MEDIA - 28/03/2011
I ‘trucchi‘ del sapere
MEDIA - 01/03/2011
Sky e il calcio più bello. Riflessioni post evento
BRANDING - 23/04/2011
Coca-Cola vs Pepsi
FOCUS ON - 16/02/2011
Forum della Comunicazione Digitale 2011
BRANDING - 02/03/2011
Un Tram Lilla per riscoprire la tenerezza
 
 

Business Video