Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL
29/07/2011  Versione per la stampa Share it   Condividi su Facebook

E tu, dove andrai?

Nel 90% delle conversazioni capita, almeno una volta, di sentirla: “Dove trascorrerai le vacanze?”, la domanda più comune che tutti si rivolgono mano a mano che si avvicinano le agognate ferie estive, non è più solo una chiacchiera da pausa caffè. La discussione infatti si è trasferita online, nelle community, siano esse social network, blog o forum.

A un passo da agosto, che coincide con l’inizio della pausa estiva per la maggior parte degli italiani, Nielsen ha analizzato il rapporto tra gli internauti e le vacanze, sia in termini di scambio di opinioni e commenti online che di ricerca di informazioni finalizzate all’acquisto dei servizi di viaggio. Si parte da gennaio, fino a luglio 2011 i messaggi diffusi sul web e riguardanti ferie e vacanze sono stati quasi 323.000, con un trend che ha registrato picchi evidenti in occasione della chiusura delle vacanze natalizie, della pausa pasquale e dell’avvicinarsi delle vacanze estive. Il boom si è registrato, naturalmente, nella settimana dal 16 al 24 luglio – con oltre 24.000 messaggi scambiati, il doppio dei volumi del primo ponte primaverile, quello pasquale, ed in crescita di quasi 3 volte rispetto agli inizi di maggio. A conferma che le vacanze estive sono le ferie per eccellenza, quelle più lunghe e rispetto alle quali le aspettative sono maggiori , il calo dell‘interesse che ne segue è fisiologico e storicamente dimostrato. Tuttavia, con la diffusione sempre più estesa degli smartphone un numero crescente di consumatori si ‘porta‘ il web in vacanza continuando a confrontarsi in real time con la propria community online di riferimento. Se nel periodo pre-agosto Twitter e Facebook rappresentano già il 33% delle discussioni sulle vacanze, anche grazie all’utilizzo di Twitter per la diffusione di offerte e lastminute, è plausibile pensare che, grazie alla loro immediatezza e pervasività, incrementeranno la propria share of voice nel mese di agosto.

Sul web si cercano informazioni e scambio d‘opinioni tra navigatori, per non andare incontro a brutte sorprese: complessivamente 18 milioni di italiani hanno visitato almeno un sito della categoria travel nel mese di giugno 2011 (dati Audiweb powered by Nielsen), con una crescita del 17% rispetto al 2010. Tra le varie tipologie di siti dedicati ai viaggi, incredibilmente quelli che hanno registrato gli incrementi più significativi rispetto allo stesso mese del 2010 sono le agenzie viaggi online come Edreams, Priceline ed Expedia e i siti con i consigli di viaggio di altri utenti come Tripadvisor, visitati da 11,8 milioni di visitatori, il 22% in più nell’anno, i siti di prenotazione alberghiera, come Bookings.com, Venere.com e Trivago, visitati da 6,8 milioni, con un incremento del 27% rispetto al 2010 e i siti delle destinazioni, con i principali parchi divertimento (Gardaland, Rainbow Magicland e Mirabilandia) in testa, con 4,3 milioni di utenti e una crescita del 26% nell’anno. In barba alla crisi, pare che gli Italiani stringano il mouse invece della cinghia.

Roberta Masella


Redazione MyMarketing.Net
ACCEDI O REGISTRATI PER LASCIARE UN COMMENTO

Commenti: 0
5 ARTICOLI CORRELATI
MEDIA - 28/03/2011
I ‘trucchi‘ del sapere
MEDIA - 01/03/2011
Sky e il calcio più bello. Riflessioni post evento
BRANDING - 23/04/2011
Coca-Cola vs Pepsi
FOCUS ON - 16/02/2011
Forum della Comunicazione Digitale 2011
BRANDING - 02/03/2011
Un Tram Lilla per riscoprire la tenerezza
 
 

Business Video