Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL
02/08/2011  Versione per la stampa Share it   Condividi su Facebook

Manager connessi anche in vacanza

manager, vacanza, device,

Come si comportano i manager italiani ed europei in vacanza? Qual è il loro rapporto con i device utilizzati abitualmente per il lavoro? A queste e altre domande ha cercato di rispondere un recente sondaggio condotto dal servizio di recruiting Experteer su oltre 5mila manager residenti in Germania, Regno Unito, Francia, Olanda, Svizzera, Spagna e Italia, intervistati nel periodo di due settimane a luglio 2011, che ha messo in luce un profilo ben preciso del manager europe sempre connesso e sempre pronto a intervenire, dinanzi a qualsiasi necessità che sorga improvvisa. Dal sondaggio emergerebbe dunque una classe dirigenziale europea sempre connessa, che mette in valigia forse più strumenti di lavoro che indumenti, difficilmente riesce a non comunicare con la propria azienda e in media ha bisogno di un periodo di ambientamento prima di rilassarsi in vacanza.
La maggior parte dei partecipanti ammette infatti che è assolutamente nella norma viaggiare con un Pc aziendale, uno smartphone o un telefono cellulare, mentre il 56% conferma di avere sempre con sé un telefonino, il 39% uno smartphone, il 26% un notebook, il 20% un tablet, il 19% un netbook e solo il 3% si dichiara del tutto sprovvisto di qualsiasi strumento di lavoro. Gli Italiani sembrerebbero i primi della lista, con il 74%, nel portare e ‘dipendere’ dal cellulare aziendale, a cui seguono altri dispositivi elettronici, come lo smartphone (41%), il laptop (28%), il netbook (16%) o un tablet (11%).
Per quanto riguarda la frequenza delle comunicazioni via email con l’ufficio durante le vacanze, i francesi sono al primo posto (50%) tra i manager che continuano a lavorare e che controllano le email aziendali una o più volte al giorno durante le vacanze. Seguono gli spagnoli (45%) e gli italiani a pari merito con gli inglesi (41%). I tedeschi, invece, rispondono alle comunicazioni aziendali solo in caso di assoluta necessità. Gli olandesi sono gli unici in grado di separare davvero il tempo dedicato al lavoro dalla loro vita privata: ben il 36%, infatti, non controlla mai le email aziendali durante le vacanze.
Non solo. Il 32% degli intervistati a livello europeo ammette che i propri compagni di viaggio si lamentano per le continue interferenze lavorative durante la vacanza. In particolare, i manager più fastidiosi sono quelli inglesi, che nel 41% dei casi confermano le lamentele di amici e parenti, seguiti dal 36% dei francesi e dal 31% dei tedeschi. I manager meno fastidiosi in vacanza sono, invece, ancora gli spagnoli, di cui soltanto il 23% riceve lamentele. I manager italiani si attestano a metà strada, con il 30% degli amici e parenti irritati per il loro comportamento in vacanza.

Roberto Bonin



Redazione MyMarketing.Net
ACCEDI O REGISTRATI PER LASCIARE UN COMMENTO

Commenti: 0
5 ARTICOLI CORRELATI
INTERNATIONAL - 06/10/2015
Moda&Lusso, una crescita a livello mondiale
FOCUS ON - 19/01/2016
Vacanze, gli italiani sono i più soddisfatti d‘Europa
MANAGEMENT - 21/11/2012
I segreti del business che verra'
FOCUS ON - 24/09/2014
Italia: hotel puliti ma non troppo
FOCUS ON - 11/03/2011
L‘Europa viaggia sul 2.0
 
 

Business Video