Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL
15/09/2011  Versione per la stampa Share it   Condividi su Facebook

Donne italiane tradizionali?! Ma più connesse e più smart

Se dallo studio Woman of Tomorrow di Nielsen emerge il profilo delle donne italiane ancora legate a stereotipi tradizionali e ancor peggio rassegnate al ruolo di ‘regina della casa’, si evidenziano anche curiose contraddizioni che però mettono in discussione questa iconografia: in cucina sì, ma digitali e smart.

La donna italiana è senza dubbio digitale. Come le europee utilizzano qualsiasi tipo di computer e sono certe che tra i mezzi tecnologici che hanno reso la loro vita migliore c’è internet ad alta velocità (75%). Infatti, poste di fronte alla scelta di un unico mezzo di comunicazione, scelgono senza dubbio il pc con accesso a internet seguito dalla tv e dal telefono cellulare mobile.

Quelle che navigano in internet sono il 45,5% delle donne italiane trascorrendo, come gli uomini, in media 77 minuti al giorno. Nonostante l’elevata porzione di tempo trascorsa online, misurata attraverso i dati di effettiva navigazione (fonte Audiweb powered by Nielsen), il percepito delle donne è un consumo di internet non eccessivo, segno che il tempo attualmente speso sul web viene considerato utile e ben impiegato. La navigazione delle donne italiane è centrata (70%) sulla ricerca di informazioni relative a istruzione, lavoro, news, viaggi e informazioni di pubblica utilità. Le donne però sempre più spesso si ritrovano in rete anche per condividere esperienze, emozioni, dubbi e paure, scambiare consigli e opinioni su questioni personali e di salute, così come su temi di attualità, come dimostrato dal grande successo delle community a loro dedicate e dei social media, che le donne dimostrano di apprezzare anche più degli uomini.
Sono molto attive su social network (51%, circa 20 punti percentuali in più rispetto a Germania e Francia, 8 punti percentuali in più rispetto a UK) e blog (prime in Europa con il 35%), a conferma della  predilezione verso la socializzazione, il consiglio e il passaparola.

""

Nonostante siano molto digitali, le  italiane vorrebbero avere più tempo per leggere libri (76%, +13 punti percentuali rispetto a US, +19 versus UK e +16 punti verso Germania) e riviste (63%,+23 punti percentuali vs. US, +25 vs. UK e +24 verso Germania).

""

Le italiane sono curiose, sono trend setter e amano le nuove tecnologie più delle altre europee.

""

Amano in particolare lo smartphone, con il 27% che ne possiede uno, superate solo dalle spagnole. Una penetrazione del mezzo che inizia ad essere consistente e con un trend in forte crescita, a testimonianza di un feeling che non si è ancora trasformato in grande amore: anche se oltre la metà delle italiane che posseggono uno smartphone ammette che la propria vita è cambiata in meglio da quando lo utilizza, solo il 23% delle donne dichiara di sentirsi persa senza il proprio smartphone.

Questo dato è più basso in Italia rispetto agli altri Paesi sviluppati, in particolare rispetto al 41% delle inglesi e al 39% delle spagnole, e si può spiegare con la relativamente recente diffusione del fenomeno in Italia, in particolare tra le donne, che probabilmente non hanno ancora avuto il tempo di sperimentare e apprezzare appieno le potenzialità di questo strumento. Questo è confermato anche dal fatto che coloro che possiedono uno smartphone da almeno due anni dichiarano di dedicare più tempo adesso all’utilizzo di questo strumento rispetto agli anni precedenti, segno che l’utilizzo si fa più evoluto passando dai servizi voce (chiamate e messaggi) ai servizi a valore aggiunto (internet, applicazioni, video, mp3 e servizi di localizzazione).

Tra i vari servizi utilizzabili via mobile, le italiane sono molto predisposte a quello che è considerato uno degli ambiti più promettenti per il mobile in prospettiva futura: il mobile commerce. Il 20% delle nostre connazionali fa già acquisti di vario tipo tramite mobile e il 56% dichiara di volerli fare anche in futuro. In particolare, le italiane utilizzano lo smartphone molto più di quanto facciano le altre donne europee per acquistare biglietteria (28%) e coupon/voucher (21%).

Inoltre, il 27% delle italiane dichiara di utilizzare lo smartphone per consultare il proprio conto corrente online e fare operazioni di mobile banking. Quest’area ha una forte potenzialità visto che il 49% dichiara di volerlo utilizzare di più in futuro.



""

 

Le donne italiane, quindi, vivono molto la responsabilità della casa e della famiglia e i doveri ‘tradizionali’ ma sono particolarmente attente al cambiamento tecnologico: “Se proprio dobbiamo cucinare la ricetta la troviamo online, ma non sarebbe meglio far fare un bel corso di cucina ai mariti?”


In allegato l’articolo pubblicato su Pubblicità Italia N. 09, con un approfondimento del rapporto tra le donne e la pubblicità



LEGGI GLI APPROFONDIMENTI DELL’ARTICOLO!
 Pubblicità Italia, settembre2011
Redazione MyMarketing.Net
ACCEDI O REGISTRATI PER LASCIARE UN COMMENTO

Commenti: 0
5 ARTICOLI CORRELATI
MEDIA - 06/02/2009
Edilportale Marketing Awards 2009
MEDIA - 28/03/2011
I ‘trucchi‘ del sapere
MEDIA - 01/03/2011
Sky e il calcio più bello. Riflessioni post evento
MEDIA - 08/10/2010
Affermare la Marca sui Mercati Esteri: quando il SEO (posizionamento sui motori di ricerca) aiuta il “branding online”
MEDIA - 13/11/2010
Comunicato stampa visibile su Google? 5 facili trucchi a costo zero!
 
 

Business Video