Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL
30/09/2011  Versione per la stampa Share it   Condividi su Facebook

L'impero dei social network colpisce ancora

facebook
Cosa bolle nel grande pentolone dei social network? La grande rivoluzione dovrebbe iniziare oggi con l'introduzione della Timeline che stravolgerà per sempre i profili degli 800 milioni di utenti Facebook sparsi per il mondo. Non ha infatti deluso le aspettative il golden boy dell'alta finanza americana. Mark Zuckerberg, mantenendo il suo look da vero nerd, ha presentato all'f8, la conferenza degli sviluppatori facebook di San Francisco il nuovo corso del social in blu. Dimenticate la vecchia struttura dei profili che diventeranno altrettanti 'racconti di vita'. Un modo nuovo per presentarsi al mondo sfruttando le potenzialità offerte dalla piattaforma Open Graph. "Vogliamo che la Timeline sia un po' come casa nostra - ha dichiarato il giovanissimo miliardario -. Sarà possibile nascondere quello che non vogliamo appaia, in modo che esprima veramente ciò che siamo". Nuovi pulsanti d'interazione prendono il posto del 'like'. Le apps avranno un ruolo di primo piano per valorizzare la proliferazione di contenuti multimediali.

Sbirciando l'anteprima nell' apposita pagina si scopre che il profilo cambia sin dall'introduzione d'una vera e propria copertina, presentata come “un'unica immagine che ti rappresenti al meglio. È la prima cosa che gli altri vedranno quando visiteranno il tuo diario”. Ma è soprattutto la struttura temporale che cambia, da sempre solo i più ardimentosi riuscivano a scoprire un vecchio status cercato invano tra le spire del serpentone degli aggiornamenti. La timeline consentirà di mettere in evidenza in ordine cronologico tutta la nostra vita digitale, sin dall'inizio. Completano il quadro le nuove applicazioni sociali. L'obiettivo palesemente dichiarato è quello d'inchiodare gli utenti dentro la pagina dal bordo blu. Ogni cosa è dentro l'universo Facebook: musica, canzoni, video e foto. Ovviamente un cambio così plateale ha già provocato l'alzata di scudi degli utenti, da sempre critici per i cambiamenti apportati dall'alto al proprio profilo. Chi ha già provato la nuova veste grafica, in cui lo storytelling regna sovrano, è entusiasta. Dalle cerchie del diretto rivale, Google+, il social creato dal colosso di Mountain View arrivano invece le cosiddette 'smart list', le liste intelligenti che permettono di selezionare e declinare meglio la privacy di ogni singolo aggiornamento.

Buone notizie anche per Google +, l'apertura al pubblico del social secondo Google ha fruttato un boom d'iscritti. Secondo le stime non ufficiali di Paul Allen, sarebbero stati superati i 50 milioni di iscritti, un ottimo regalo per i 13 anni appena compiuti dall'azienda. Paul Allen basa la sua stima sulla ricorrenza dei cognomi degli iscritti e commenta così la politica di Mountain View: “La storica disciplina di Google - che non ha mai stravolto in più di 10 anni la sua homepage - rappresenta una certezza per le decine di milioni di persone che si iscriveranno. I cambiamenti saranno sempre accuratamente testati, non stridenti come quelli di altri social network. Google non ha fretta di cambiare il mondo”.

Antonino Pintacuda



Redazione MyMarketing.Net
ACCEDI O REGISTRATI PER LASCIARE UN COMMENTO

Commenti: 0
5 ARTICOLI CORRELATI
FOCUS ON - 16/02/2011
Forum della Comunicazione Digitale 2011
FOCUS ON - 19/03/2011
Apprendisti fotografi in Africa
FOCUS ON - 15/03/2011
Il business dei social network
FOCUS ON - 29/03/2011
La patente si prende su Facebook
FOCUS ON - 22/02/2011
La scuola apre ai social network
 
 

Business Video