Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL
21/10/2011  Versione per la stampa Share it   Condividi su Facebook

Myself: per donne vere

copertina Myself
Dal 25 ottobre Condé Nast sarà in edicola con un nuovo mensile dedicato alla vita vera delle donne adulte italiane: Myself - Il giornale che parla di te.

Diretto da Valeria Corbetta, il giornale si propone di raccontare con autenticità e concretezza le 'storie femminili' che non trovano spazio altrove, dando voce e volto alle protagoniste della realtà quotidiana, in una prospettiva valorizzante, ironica e coinvolgente. Un approccio 'democratico', che fa della relazione e della complicità con le lettrici il punto di forza del giornale.  “Myself è uno spazio rilassante, utile, divertente, da dedicare a sé e dove trovare spunti per rendersi la vita più piacevole, più facile”, così il direttore Valeria Corbetta nel suo primo editoriale.

Myself è un debutto importante per Condé Nast: il lancio della testata è stato preceduto da un’ampia ricerca quantitativa e qualitativa, condotta da Eurisko, al fine di identificare e definire il target delle potenziali lettrici, in Italia circa 4 milioni. La ricerca ha evidenziato le abitudini e le caratteristiche di un segmento femminile composto da quattro milioni di donne tra i 35 e i 55 anni di condizione socioculturale alta e medio-alta, con atteggiamenti e comportamenti autonomi sul piano economico e relazionale. “I dati hanno confermato il bisogno di queste donne di riconoscersi in un mensile più vicino ai loro bisogni, interessi, passioni”, aggiunge Corbetta.

Emerge una figura di donna quasi sempre a 'triplo ruolo', che divide il suo tempo tra famiglia, lavoro fuori casa e cura di sé e non trova, nel panorama attuale, una testata di riferimento che la rappresenti. Una larghissima percentuale (72%) è sposata, ha figli e conduce una vita intensa e ricca di responsabilità: è ormai quasi un luogo comune definirle multitasking, ma dietro la definizione si nasconde un atteggiamento proattivo, positivo e profondamente consapevole. Questa attitudine permette di gestire in maniera ottimale responsabilità reali su più fronti: la famiglia, gli affetti, la professione e il ruolo nella società. L’impegno medio nelle attività dentro e fuori casa è stimato in circa 15 ore al giorno e rappresenta un attivismo di nuovo tipo, motivato dalla volontà di coltivare se stesse, di non rinunciare a nulla della propria personalità.

Protagonista del primo numero è Julia Roberts che, intervistata per il suo quarantaquattresimo compleanno, si racconta nella vita di tutti i giorni e nei valori in cui crede.Myself sarà anche online attraverso il canale Myself.it, inserito all’interno del sito Style.it, dove potenzierà la partecipazione delle lettrici. Storie di donne vere saranno aggiornate quotidianamente e commentate dalle utenti attraverso un dialogo aperto e una interazione premiante e per l'occasione, il sito Style.it sarà completamente rinnovato.

Il lancio sarà supportato da una importante campagna consumer e trade, integrata e multicanale, per un investimento complessivo di otto milioni di euro, di cui 1,6 dedicati alla promozione in edicola. Il giorno del lancio, il 25 ottobre, in prossimità di cinquanta edicole ad alta frequentazione nelle zone centrali di Milano, Roma, Torino e Napoli, sarà organizzata un’azione di guerrilla marketing con venticinquemila fazzoletti Myself.




Ma come fa a far tutto
Con Sarah Jessica Parker, dalla sceneggiatrice de 'Il diavolo veste Prada'
Dal 23 settembre 2011 al cinema

Roberta Masella


Redazione MyMarketing.Net
ACCEDI O REGISTRATI PER LASCIARE UN COMMENTO

Commenti: 0
5 ARTICOLI CORRELATI
MEDIA - 28/03/2011
I ‘trucchi‘ del sapere
MEDIA - 01/03/2011
Sky e il calcio più bello. Riflessioni post evento
BRANDING - 23/04/2011
Coca-Cola vs Pepsi
FOCUS ON - 16/02/2011
Forum della Comunicazione Digitale 2011
BRANDING - 02/03/2011
Un Tram Lilla per riscoprire la tenerezza
 
 

Business Video