Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL
04/12/2011  Versione per la stampa Share it   Condividi su Facebook  versione inglese

Tra la marca e il videoclip

musica
Durante l’incontro “Dal branded entertainment all’entertainment brand: verso una nuova prospettiva”, svoltosi presso l’Università Cattolica di Milano, è stata presentata la ricerca “La presenza di marche nei video musicali: una ricerca empirica” di Paola Bensi, docente di Marketing presso l’Università Cattolica). La Prof.ssa Bensi racconta a MyMarketing.Net l’analisi effettuata all’interno dei videoclip di MTV Italia. 

Analisi della ricerca

Lo studio individua la presenza di marche all’interno dei suddetti videoclip, per verificare un’eventuale differenza tra i video degli artisti italiani e di quelli internazionali rispetto alla tipologia di marche collocate al loro interno e alla prominenza del relativo posizionamento. Tale differenza potrebbe denotare un diverso ruolo attribuibile ai video musicali nella rappresentazione di stili di vita e di consumo socialmente condivisi dai diversi target-group.

A tal fine sono stati analizzati i videoclip trasmessi in rotazione su MTV Italia per sette giorni consecutivi durante sette settimane nel periodo da aprile ad agosto 2011.

Complessivamente, ossia considerando le ripetizioni nel periodo di rilevazione, sono stati esaminati 1.842 videoclip e tra questi sono stati individuati 236 videoclip diversi sui quali è stata condotta da Anna Salvatori una content analysis, al fine di individuare i caratteri delle eventuali marche presenti e il grado di prominenza (bassa, media e alta) e la tipologia (visiva e/o uditiva) del loro collocamento all’interno del videoclip.

I 236 videoclip analizzati appartengono a diversi generi musicali con una prevalenza di quello pop (41,5% del totale), seguito da rock (16,5%), dance (15,3%), rap/hip-hop (8,5%), soul (6,4%), pop/rock (5,1%).

I videoclip all’interno dei quali è stata individuata la presenza di almeno una marca sono risultati essere 108 (il 45,8%), per un totale di 138 marche differenti rilevate.

Gli inserimenti di marca - che considerando le presenze multiple all’interno di uno stesso video risultano essere complessivamente 225 - appaiono dispersi in un ampio numero di marche, la maggior parte delle quali compare una volta sola. Le marche che hanno raggiunto una presenza di forte impatto risultano essere Ray-Ban, inserita in 15 videoclip diversi per un totale di 80 apparizioni considerando la ripetizione dei videoclip, adidas con 9 inserimenti in videoclip diversi (47 apparizioni in totale), Franklin and Marshall Clothing con 8 inserimenti in videoclip diversi (63 apparizioni in totale) e Sony con 8 inserimenti (48 apparizioni in totale).

La presenza delle marche risulta essere per il 92,4% dei casi di tipo visivo e in quasi la metà dei casi (il 45,8%) contraddistinta da un’alta prominenza, in quanto la marca all’interno del videoclip risulta essere ben visibile/udibile e riconoscibile, in posizione centrale e/o di grandi dimensioni, preferibilmente utilizzata dall'artista o da altri attori presenti nel video.

Con riferimento alla nazionalità degli artisti, sono stati esaminati 84 videoclip di cantanti italiani, dei quali 37 hanno presentato al loro interno almeno una marca, per un totale di 53 marche differenti individuate.

Più in dettaglio, la ricerca ha rilevato che nei videoclip degli artisti italiani (quali Jovanotti, Useless Wooden Toys, Don Joe e Dj Shablo, Dolcenera, Tiziano Ferro):

  • il numero di marche presenti non si differenzia in modo statisticamente significativo rispetto a quello dei videoclip di artisti non italiani;
  • il numero degli inserimenti di marca (in totale pari a 72) non è associato al genere musicale come invece risulta nei videoclip di artisti non italiani, nei quali la presenza di marche è elevata non solo nella musica pop ma anche in quella dance e rock;
  • il numero degli inserimenti di marche appartenenti ai settori fashion (specialmente abbigliamento e attrezzature per lo sport) e alimentari e bevande risulta essere più elevato rispetto a quanto riscontrato nei videoclip di artisti non italiani, i quali presentano invece un maggior numero di inserimenti di marche dei settori elettronica/informatica, entertainment e alcolici. Le marche italiane maggiormente presenti nei videoclip di artisti italiani sono risultate essere Carrera Jeans, Kappa e Levissima;
  • gli inserimenti di marca si caratterizzano in percentuale superiore per una bassa prominenza;
  • gli inserimenti di marche appartenenti ai settori veicoli e strumenti musicali/band presentano una prominenza maggiore rispetto a quella riscontrata nei videoclip di artisti non italiani, i quali si contraddistinguono invece per una più alta prominenza degli inserimenti di marche appartenenti ai settori entertainment ed elettronica/informatica.

“Per quanto riguarda la presenza di marche nei video musicali non esistono rilevazioni ufficiali per la notevole difficoltà sia di distinguere la presenza a pagamento da quella ‘naturale’ (per esempio gli strumenti musicali) o quella per scelta dell'artista, sia di conoscere o di stimare il valore negoziato - conclude Roberto Nelli, docente di Marketing dell’Università Cattolica -. Negli Stati Uniti, dove il fenomeno è decisamente più affermato ed evoluto, l'istituto PQ Media ha stimato per il 2010 ben 20 milioni di dollari il valore del product placement nei video musicali. Considerata la tendenza attuale significativamente in crescita (si vedano le esperienze in ambito musicale di Coca-Cola e di Procter&Gamble, a titolo di esempio), pare possibile stimare sempre per gli USA in almeno 55 milioni di dollari il valore complessivo del placement musicale”.

Paola Bensi




LEGGI GLI APPROFONDIMENTI DELL’ARTICOLO!
 Ricerca: La presenza di marche nei video musicali
Redazione MyMarketing.Net
ACCEDI O REGISTRATI PER LASCIARE UN COMMENTO

Commenti: 0
5 ARTICOLI CORRELATI
BRANDING - 23/04/2011
Il tricolore esplode in adv
MEDIA - 28/03/2011
I ‘trucchi‘ del sapere
MANAGEMENT - 07/11/2012
Kotler: 'L'Italia ha dimenticato il marketing'
FOCUS ON - 20/02/2011
La cravatta fa l’uomo marketing
MANAGEMENT - 19/01/2016
La Business Mobility nel mondo
 
 

Business Video