Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL
23/12/2011  Versione per la stampa Share it   Condividi su Facebook

A Natale rosso e bollicine

Quale sarà il vino che troneggerà sulle tavole degli italiani? Decisamente rosso e, per brindare al nuovo anno, si stapperà una buona bottiglia di spumante italiano con le  sue immancabili bollicine. Lo assicura Enoteca Italiana, l’ente nazionale vini, icona del Made in Italy dal 1933.

Gli italiani poi si regaleranno grappe e distillati, una magnum oppure tante etichette in limited etidion, liquori tipici e anche oli extravergini. “Nella scelta dei vini  - afferma Salvatore de Lio, direttore Enoteca Italiana - incide molto la capacità di spesa che rispetto all’anno precedente incide con una riduzione di budget del 15/20%. Per i regali si punta sui vini blasonati delle aziende più conosciute, principalmente rossi con denominazioni note anche perché si è convinti della riconoscibilità del prodotto. Un aspetto interessante riguarda l’acquisto per uso proprio, in questo caso si lasciano molto consigliare e acquistano vini meno conosciuti, provenienti dalla Calabria, Puglia, Marche, Trentino e Friuli”.
 
Nonostante la crisi il vino rimane uno dei prodotti più venduti durante le festività, non solo natalizie ma anche per qualche ricorrenza speciale, come un compleanno o un anniversario.
“Poi tanti i turisti e gli enoappassionati che apprezzano il vino e che ci vengono a trovare. – prosegue de Lio - Mediamente le presenze si aggirano tra le 4000 e le 5000 persone al mese che giungono a Siena, nella Fortezza Medicea, per scoprire nuove etichette. Nel periodo agosto-novembre, più del 40% sono stati stranieri provenienti soprattutto dai paesi Bric (Brasile, Russia, India Cina) e hanno scelto soprattutto i grandi vini italiani, come il Chianti Classico, Brunello di Montalcino, Barolo, Amarone, i dolci Siciliani Moscato, Passito e Malvasie”.

“Noi di Enoteca Italiana – conclude de Lio - inoltre veicoliamo il bere responsabile, valore fondamentale del nostro ente, perché il vino è un segno della nostra civiltà e della cultura italiana, è un valore identitario del nostro patrimonio rurale caratterizzato da una forte sostenibilità dei territori di produzione. Quindi più che bere poco, noi consigliamo di bere bene e con le eccellenze che noi selezioniamo rigorosamente”.


A Siena nella prestigiosa sede,  ma anche in rete, Enoteca Italiana sta confezionando i migliori vini da regalare o per uso personale, molto interessante è il  successo che sta riscuotendo la vendita on line.

Questo nuovo e-commerce permette di conoscere, prima dell’acquisto, tutte le informazioni sul vino prescelto: il territorio di produzione, la denominazione, l’azienda produttrice, foto della bottiglia in forma statica o in 3D e, cosa importante, anche i migliori abbinamenti garantiti dai sommelier dell’Ente Nazionale Vini. Comprando on line si può usufruire inoltre di particolari offerte, periodicamente destinate ad oltre trenta prodotti diversi.

Enoteca Italiana è sempre disponibile ad aiutare a scegliere il vino giusto. Esperti sommelier, dopo aver ascoltato le esigenze dei visitatori, consigliano l’eccellenza adatta per ogni occasione, da abbinare al ricco pranzo o cenone con il miglior rapporto qualità/prezzo. Una ‘guida professionale’ per pranzi, cene, regali e soprattutto per la cantina o la collezione privata.

Enoteca Italiana offre infatti, vini italiani di ottima qualità oggettivamente riconosciuti perché, per far parte della vetrina dell’unico Ente Autonomo Nazionale, devono superare il giudizio di una Commissione Giudicatrice composta da esperti riconosciuti. Solo coloro che ottengono e superano gli 80/100, hanno diritto ad entrare nella Mostra Permanente “Parladivino”. Accanto ai vini non poteva mancare il Ristorante Millevini, una scelta voluta da Enoteca Italiana per dare più valore alle aziende associate con una carta dei vini ampia dove è possibile trovare eccellenze  di tutto lo Stivale, anche biologiche, per la creazione di piatti in abbinamento. Il ristorante predispone un menù a chilometri zero, per offrire piatti di qualità con i prodotti e le specialità di Siena e delle campagne circostanti. Inoltre carni pregiate e pesce fresco proveniente dalle località costiere della Toscana.

Roberta Masella


Redazione MyMarketing.Net
ACCEDI O REGISTRATI PER LASCIARE UN COMMENTO

Commenti: 0
5 ARTICOLI CORRELATI
MEDIA - 28/03/2011
I ‘trucchi‘ del sapere
MEDIA - 01/03/2011
Sky e il calcio più bello. Riflessioni post evento
FOCUS ON - 16/02/2011
Forum della Comunicazione Digitale 2011
BRANDING - 02/03/2011
Un Tram Lilla per riscoprire la tenerezza
BRANDING - 25/05/2011
Guerrilla Marketing, a volte ritornano
 
 

Business Video