Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL
12/01/2012  Versione per la stampa Share it   Condividi su Facebook

Corporate Citizenship: il nuovo punto di forza delle aziende

Etica di impresa, sviluppo sostenibile, sviluppo durevole. E' questo il CSR (Corporate Social Responsibility), la nuova direzione che stanno prendendo le maggiori imprese internazionali, nel periodo in cui si parla sempre più di impatto ambientale da parte sia delle aziende sia dei consumatori. Attualmente, infatti, le valutazioni delle imprese non vengono basate solamente sull'aspetto economico e su quello finanziario, ma anche sull'equilibrio che essa riesce a stabilire nelle sue tre dimensioni, nessuna isolate dalle altre e tutte interconnesse: quella economica, ambientale e sociale.

In questo senso, viene data sempre più importanza al Corporate Citizenship. Esso non si stringe solo alla 'cittadinanza aziendale', come suggerirebbe il nome, ma coinvolge il welfare di tutte le persone che vivono l'azienda giorno dopo giorno, sia come dirigenti sia come impiegati, oltre ai  consumatori. Esso va a toccare soprattutto la vivibilità connessa all'azienda in ogni suo aspetto.

Xerox Corporation ha puntato, quest'anno, sulla sostenibilità. Decorata con numerosi riconoscimenti, tra i quali il posizionamento all'interno del Dow Jones Sustainability Indexper e l'inserimento nella classifica Newsweek Green, che comprende le prime 50 aziende più performanti in termini di impegno e rispetto di obiettivi ambientali. “Sappiamo bene come, in un mondo trasparente come questo, l’identità di impresa è importante tanto quanto lo sono i risultati del proprio lavoro”, ha dichiarato Ursula Burns, Chairman e Chief Executive Officer di Xerox. “Il nostro approccio, che ci consente di essere considerati e riconosciuti non solo come partner aziendale ma anche come corporate citizen, è alla base delle nostre decisioni e ci ha permesso di diventare il brand che oggi siamo orgogliosi di essere”.

Il colosso del settore informatico IBM si distingue invece nel ricercare la piena soddisfazione dei suoi stakeholder (clienti, dipendenti, azionisti) adottando comportamenti etici e realizzando progetti di responsabilità sociale. Nel 2004 Big Blue ha emanato un codice di condotta per i propri fornitori che definisce i comportamenti che le aziende devono osservare riguardo ad alcuni temi del lavoro: orario di lavoro, stipendi, non discriminazione, sicurezza sul lavoro, rispetto dei diritti umani, favorendo il benessere fisico e psicologico dei dipendenti, con politiche tese a incentivare l'adozione di comportamenti corretti, facendo come suo punto di forza una migliore vivibilità e il benessere.

Fabio Sarpa


Redazione MyMarketing.Net
ACCEDI O REGISTRATI PER LASCIARE UN COMMENTO

Commenti: 0
5 ARTICOLI CORRELATI
MEDIA - 28/03/2011
I ‘trucchi‘ del sapere
MEDIA - 01/03/2011
Sky e il calcio più bello. Riflessioni post evento
BRANDING - 23/04/2011
Coca-Cola vs Pepsi
FOCUS ON - 16/02/2011
Forum della Comunicazione Digitale 2011
BRANDING - 02/03/2011
Un Tram Lilla per riscoprire la tenerezza
 
 

Business Video