Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL
27/01/2012  Versione per la stampa Share it   Condividi su Facebook

Bread & Butter, Berlino – da una grande crisi nascono grandi idee

Anche quest'anno Berlino si conferma capitale della moda street ed urban. In concomitanza con la fashion Week, a Berlino è andato in scena per l'undicesimo anno il  Bread&Butter, la fiera più grande d'Europa della moda metropolitana.

Nonostante la crisi che si fa sentire anche in questo settore, il B&B, ospitato come di consueto nell'ex aeroporto di Tempelhof, ha aperto tre nuove aree raggiungendo i 75 mila metri quadri complessivi e 600 espositori.

L'Italia, seppur con una presenza minore rispetto l'anno passato, è stata naturalmente presente in forma massiccia.

Hanno partecipato marchi ormai famosi nella moda di genere come Fornarina, Gas, Energie, Miss Sixty, Vespa, ma anche quelli emergenti molti dei quali nati da pochi anni nel pieno della crisi.

E' il caso del marchio campano Antony Morato (www.morato.it), nato nel 2007 che fattura oggi 80 milioni di Euro con vendite del 50% all'estero e che produce una collezione di oltre 1000 capi a stagione; è il caso di di Aeronautica Militare – Collezione Privata (www.cristianodithiene.com/aeronautica.asp), nata nel 2004, continua a crescere in termine di immagine e di vendite, e propone al B&B una polo in grado di passare tutti i controlli dell'E.S.A.,l'agenzia Aerospaziale europea, ed indossata da Roberto Vittori durante la spedizione dello Shuttle Endeavour.

All'appello hanno risposto anche piccole realtà italiane come Hell's Kitchen (http://www.hellskitchen.it), azienda veneta che produce i propri accessori (borse, coperture per caschi, custodie per Ipad) con materiali riciclati tra i quali copertoni auto e cinture di sicurezza con design accurato ed elaborazione rigorosamente made in Italy. Marakita (www.marakita.com), piccola azienda toscana, propone accessori con particolare rilievo alle borse, con un design inconfondibile riscontrando un discreto successo nella capitale Tedesca.

Tra tutti questi marchi sembra ci siano delle tendenze comuni per affrontare la crisi.

Tutti i brand stanno facendo una pulizia nella distribuzione dei propri prodotti limitando così i costi e cercano di posizionarsi più vicino al loro target di riferimento; Internet in questo aiuta molto. Nei prossimi mesi verranno aperte o integrate strutture e-commerce nei propri siti a discapito di portali che prendono, secondo i brand, percentuali troppo alte sull'acquisto di un prodotto. Ogni brand avrà la propria app su tablet o smartphone (Gas Jeans ne propone una particolarmente interessante), potenzierà la propria comunicazione social e punterà a vendere a livello internazionale penetrando in nuovi mercati e tentando di consolidarsi in quelli dove sono già presenti.

E come disse qualcuno di cui al B&B non ricordano il nome:
Dalle grosse crisi nascono le migliori creatività.


Daniele Montemale


Redazione MyMarketing.Net
ACCEDI O REGISTRATI PER LASCIARE UN COMMENTO

Commenti: 0
5 ARTICOLI CORRELATI
MEDIA - 28/03/2011
I ‘trucchi‘ del sapere
MEDIA - 01/03/2011
Sky e il calcio più bello. Riflessioni post evento
BRANDING - 23/04/2011
Coca-Cola vs Pepsi
FOCUS ON - 16/02/2011
Forum della Comunicazione Digitale 2011
BRANDING - 02/03/2011
Un Tram Lilla per riscoprire la tenerezza
 
 

Business Video