Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL
27/03/2012  Versione per la stampa Share it   Condividi su Facebook

Nasce Radionorba Tv

radionorba
Radio e tv, due tecnosauri, trovano nuova linfa in un'ibridazione che dà origine a una tv real time che segue il flusso della radio del Sud. Da questa intuizione nasce Radionorba Tv che trasmette in contemporanea i contenuti della radio.  Smentendo così i Buggles che al principio degli anni Ottanta cantavano “Video killed the radio star”. Non una tv juke-box ma una diretta di 21 ore al giorno - dalle 6 della mattina alle 3 di notte - che spazia dalle news al costume, ai messaggi dei radio-tele ascoltatori. Una radio-tv che sposa la filosofia dell'user generated. Niente rigidi perimetri da palinsesto, quindi.  Nata il 21 marzo, la tv è visibile anche in streaming su www.radionorba.it, su iPhone e  su device Android.

Tutto sarà possibile grazie alla piattaforma progettata e sviluppata da Dalet, colosso franco-israeliano del settore delle nuove tecnologie, in grado di gestire, in contemporanea broadcast, i contenuti radio e tv.

MyMarketing.Net ha intervistato Alan Palmieri, direttore artistico di Radionorba

Come si pone la vostra radio tv nel panorama delle web tv locali?
Partendo dal presupposto che siamo principalmente una radio, il discorso della web tv nasce perchè - avendo lanciato da poco il canale televisivo - consideriamo il web come ulteriore modalità di fruizione del mezzo.

Che tipologia di contenuti valorizzate? E qual è il vostro target di riferimento?
Il canale televisivo, proprio per tener fedele al nostro programma, ricalca il prodotto radiofonico in maniera sincronizzata: i conduttori vengono ripresi in diretta e il formato ripercorre pedissiquamente quello della radio, che rimane colonna portante. Il nostro target, facendo un parallelismo con quello dell'ultimo decennio, sono i 35enni. La nostra forte presenza sul territorio ci permette di raggiungere più persone ed essere più generalisti. Negli anni abbiamo lavorato per istituzionalizzare il prodotto, proponendo anche valori educativi e sociali.

E quali saranno le strategie di promozione?

La nostra sarà una cross promotion sulle reti del gruppo, soprattutto sul web anche se stiamo ancora mettendo a punto la strategia... approfitteremo dell'estate e degli eventi sul territorio per coinvolgere il pubblico. Non abbiamo ancora sparato tutte le 'cartucce'. Una prima fase ha avuto e ha ancora un carattere più istituzionale. Ci saranno affissioni, stampa sino al web (qui con  un approccio rivolto più ai conduttori e agli ascoltatori). Perché oggi si lavora sempre più in multipiattaforma, chiunque lavora nel mondo della radio - soprattutto i conduttori - deve lavorare in maniera multimediale e virale. Dato che contemporaneamente copriamo tre mezzi diversi in diretta,  e che si comunica con la gente ovunque (in radio al microfono, su un palco o davanti un pc), mantenendo vivi i social e aggiornando continuamente le nostre pagine. Adesso si tende a gettare le basi su Internet per poi utilizzare elementi più classici. Una volta messi i paletti spingeremo l'acceleratore sui social e sulle piazze dove si svolgerà il nostro tour. Saremo in giro dai primi di giugno fino a settembre in tutti i capoluoghi di provincia e le principali località turistiche.

Proprio l'aspetto territoriale, punto di forza del canale, sarà sempre valorizzato attraverso i conduttori e quella parte di news dedicate in modo più approfondito al Sud Italia, curate dalla redazione giornalistica diretta da Maurizio Angelillo.


Antonino Pintacuda
Roberta Masella



Redazione MyMarketing.Net
ACCEDI O REGISTRATI PER LASCIARE UN COMMENTO

Commenti: 0
5 ARTICOLI CORRELATI
FOCUS ON - 15/03/2011
Il business dei social network
FOCUS ON - 08/03/2011
I manager diventano robot
FOCUS ON - 15/03/2011
Le frontiere dell‘etnomarketing
FOCUS ON - 18/02/2011
Social network: non solo relax
FOCUS ON - 16/02/2011
L‘Università di Pisa sposa iTunes
 
 

Business Video