Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL
30/03/2012  Versione per la stampa Share it   Condividi su Facebook

Sapori del mio Orto

49  referenze di verdure di IV gamma pronte all'uso, funghi freschi pronti, erbe aromatiche fresche confezionate in vaschetta, ortaggi freschi flow-pack e 30 varietà di verdure fresche sfuse di alta gamma. 

Non è la lista della spesa, ma la nuova gamma per il Retail di SIPO. L'azienda ha rinnovato il packaging e lo storico logo - risalente ai primi anni ’80 - della linea di prodotti Sapori del mio Orto per i canali Retail (dettaglio e grande distribuzione) e Horeca (ristorazione e comunità).  Il nuovo pack - realizzato in collaborazione con l’agenzia di comunicazione GO.it di Rimini (www.goit.it) è sobrio e lineare con uno spazio maggiore di trasparenza rispetto al precedente per dare più risalto ai prodotti. Tutti i vassoi in polipropilene di colore verde, per richiamare i colori sociali del verde oliva e del verde foglia, mentre il logo - di forma quadrata - ha una dimensione maggiore e un lettering più moderno.

Nata negli anni ’50 come impresa agricola familiare, SIPO è oggi una delle prime realtà italiane nel settore dei prodotti di I e di IV gamma. Le materie prime utilizzate provengono da colture a lotta integrata, da agricoltura biologica e convenzionale e l’azienda è anche produttore e confezionatore  di verdure di IV gamma a marchio Almaverde bio per conto del Consorzio Almaverde bio Italia. Dalla semina allo scaffale del punto vendita, l’azienda  ha creato una struttura produttiva che garantisce la massima automazione dei processi produttivi; introdotto attrezzature tecnologicamente avanzate e inserito la catena del freddo lungo tutta la filiera,  dalla raccolta al condizionamento ed alla consegna.

Massimiliano Ceccarini, Development Manager di SIPO, ha approfondito alcuni temi con MyMarketing.Net

Cosa vi ha spinto a rinnovare logo e packaging e a quale bisogno dei consumatori corrispondequesta scelta?
 
Il logo era datato di oltre 25 anni ed era quindi giunto il momento di fare un restyling del logo per renderlo più moderno in relazione all'evoluzione dell'azienda e del mercato. L'obiettivo del rinnovo del packaging invece è stato di renderlo più lineare e trasparente per valorizzare il prodotto all'interno della confezione.

Quanto avete investito nel restyling?

Ci siamo affidati a un'agenzia specializzata - la Go.It di Rimini - che ha curato la parte grafica facendo anche ricerche di mercato e panel test. Il processo è durato oltre 6 mesi e ha richiesto un investimento complessivo di circa 15 mila euro.

Qual è il vostro target, sia per il canale Retail che per quello Horeca?

 L'offerta SIPO è indirizzata a due target di mercato: i consumatori finali che acquistano i prodotti presso il dettaglio e la grande distribuzione e gli esercizi commerciali (canale Horeca) che acquistano i prodotti tramite rivenditori o direttamente nei cash and carry. Per i due target l'azienda propone prodotti specifici e un listino differenziato.

Alla luce di questo restyling, c’è una volontà di riposizionarsi nel mercato?

La volontà è di aumentare la penetrazione del marchio presso i clienti della grande distribuzione e aumentare il livello di conoscenza del marchio SIPO presso i consumatori.

“Dai primi test di vendita in alcuni punti vendita della grande distribuzione - sottolinea Massimiliano Ceccarini - la linea ha evidenziato una rotazione maggiore rispetto alla media della categoria. Ciò dimostra come nel comparto ortofrutticolo, e in particolare nel settore della IV ga mma, il packaging sia una componente determinante del comportamento di acquisto del consumatore, tipicamente d’impulso”.


Nino Fricano
Roberta Masella



Redazione MyMarketing.Net
ACCEDI O REGISTRATI PER LASCIARE UN COMMENTO

Commenti: 0
5 ARTICOLI CORRELATI
MEDIA - 28/03/2011
I ‘trucchi‘ del sapere
MEDIA - 01/03/2011
Sky e il calcio più bello. Riflessioni post evento
BRANDING - 23/04/2011
Coca-Cola vs Pepsi
FOCUS ON - 16/02/2011
Forum della Comunicazione Digitale 2011
BRANDING - 02/03/2011
Un Tram Lilla per riscoprire la tenerezza
 
 

Business Video