Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL
02/04/2012  Versione per la stampa Share it   Condividi su Facebook

Ripensare la filiera

“La tecnologia influenzerà le modalità di acquisto del consumatore e obbligherà i retailer a ridefinire il proprio modello di business”
Andrea McDonnell, Head of Multichannel strategy for John Lewis



L’attuale contesto economico internazionale ci pone di fronte a uno scenario dei consumi profondamente cambiato. Non possiamo più parlare di 'crisi', ma di un nuovo paradigma che si sta definendo e che implica profonde trasformazioni a tutti i livelli della filiera. Non è sufficiente affrontare l’argomento dal punto di vista della distribuzione o dell’industria, ma serve ripensare tutta la filiera: produzione, trade, logistica, comunicazione, consumatori, credito, servizi.

L’argomento è stato trattato in un convegno tenutosi la settiamana scorsa presso l’Auditorium Deloitte a Milano. Al centro l’analisi delle trasformazioni in atto, partendo dai cambiamenti del consumatore alla luce degli scenari internazionali. Il quadro globale del settore è stato tracciato da Dario Righet di Deloitte, che nel corso del convegno ha presentato una ricerca svolta a livello mondiale sui beni tecnologici, i cui dati dimostrano l'impegno dei Retailer di tutto il mondo nell’avviare un’intensa attività di ottimizzazione dei processi aziendali. “In un periodo di flessione della domanda – spiega Righet – l’attenzione verso il cliente finale assume un’importanza cruciale per le aziende del settore. Risulta quindi di particolare rilievo l’analisi dei trend in atto nelle principali aree di mercato (Italia, Europa, Mondo), della distribuzione geografica della domanda e dell’offerta e dei unti chiave sui quali focalizzarsi per migliorare la custode experience dei consumatori e tradurre ciò in effetti positivi sulle vendite e sulla fidelizzazione”.

Fabrizio Valente di Kiki Lab ha presentato invece una carrellata di tendenze del trade internazionale tratta dal rapporto Retail Innovation e basata su un monitoraggio continuo svolto dal network Ebelof Group. “La nostra analisi – commenta Fabrizio Valente – riguarda concet e tendenze nel mondo del retail illustrati con casi internazionali. Emergono nuovo aspettative da parte dei clienti ‘situazionisti’ a cui il trade risponde cercando il giusto mix di ‘g-localism’ in una logica che vede il passaggio dall’e-commerce alla crosscanalità”.

Le tematiche legate al consumatore, invece, sono state sviluppate da Tns Italia. Le categorie analizzate dall’indagine di Tns sono Pc/laptop e tablet, sofware, periferiche, telefonia celluare, lettori Mp3, fotocamere, videocamere, televisori, white goods e piccoli elettrodomestici. “Abbiamo svolto - afferma Carolina Gerenzani, Sector Head Technology di Tns Italia – un’indagine su attudini e comportamenti degli internauti in 60 Pesi nel mondo, con oltre 72.000 interviste effettuate su individui fra i 16 e i 64 anni. Questo ci ha fornito un quadro molto interessante delle attività on line quali browsing pre-acquisto, shopping online, ecc. Abbiamo analizzato in particolare il ruolo delle fonti informative online e offline nel processo d’acquisto. Il tutto, con un focus che riguarda l’utilizzo dei social media”.


Roberta Masella



LEGGI GLI APPROFONDIMENTI DELL’ARTICOLO!
 Global Powers of CP 2012
 2012 Global Powers of Retailing
Redazione MyMarketing.Net
ACCEDI O REGISTRATI PER LASCIARE UN COMMENTO

Commenti: 0
5 ARTICOLI CORRELATI
MEDIA - 28/03/2011
I ‘trucchi‘ del sapere
MEDIA - 01/03/2011
Sky e il calcio più bello. Riflessioni post evento
BRANDING - 23/04/2011
Coca-Cola vs Pepsi
FOCUS ON - 16/02/2011
Forum della Comunicazione Digitale 2011
BRANDING - 02/03/2011
Un Tram Lilla per riscoprire la tenerezza
 
 

Business Video