Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL
24/04/2012  Versione per la stampa Share it   Condividi su Facebook

I nuovi equilibri del Social Journalism

Journalism
Non tramonta e non s'appanna il fascino del "mestiere più bello del mondo": il giornalismo attira mandrie d'aspiranti cronisti, pronti a tutto pur di vedere la propria firma stampata. Con l'amara consapevolezza che perfino il blasonato Corriere della Sera finirà sempre e comunque ad avvolgere uova o a tenere in forma le scarpe della passata stagione. Una professione talmente bella che l'hanno scelta perfino i supereroi dei fumetti: Superman quando indossa gli occhiali diventa il timido e riservato Clark Kent del Daily Planet, Spiderman paga i conti grazie alle foto che il suo alter ego, il buon Peter Parker, riesce a vendere al direttore del Bugle.

Un mestiere, un arte, un lavoro che cambia al mutare dei tempi. In principio fu un tripudio di gazzette digitali e iperlocalizzate, capaci di attirar masse. Poi pian piano i progetti s'esaurirono e dei blog votati al giornalismo ne sopravvissero una sparuta dozzina, gli unici capaci di cavalcare l'onda dei nuovi mezzi di comunicazione. Poi il citizen journalism ha lasciato il passo al social journalism, un tripudio di link che rimbalzano di bacheca in bacheca, più veloci di un pettegolezzo, incoronando nuovi protagonisti della comunicazione digitale. Basta analizzare l'Analisi sulla Condivisione Sociale delle Notizie online in Italia pubblicata da Human Higway.

Facebook è il regno indiscusso della condivisione, con il 91,4% delle condivisioni totali tra il 7 novembre 2011 e il 31 marzo 2012, al passerotto blu di Twitter solo l'8% e poche briciole per Google+ che deve accontentarsi dello sparuto 0,6%. Repubblica.it fa il pieno di condivisioni, con una media giornaliera di 30mila azioni di sharing, seguito dal Corriere della Sera con quasi 18mila e dal Fatto Quotidiano. Al quarto posto ecco far la sua comparsa Giornalettismo, la testata che ha rivoluzionato la classifica, da poco entrata nell'universo Banzai con un significativo restyling grafico che ne ha rispettato le peculiarità. E proprio Giornalettismo, on line dal 2008, è il dominatore delle Sharing Through, le condivisioni per lettore nel giorno medio. Al secondo posto Linkiesta e terzo gradino del podio per Il Post di Luca Sofri. Cambia quindi il modo stesso di fruire i contenuti dell'universo dei quotidiani on line. Se a dominare per mole di condivisioni restano le versioni online delle due principali testate cartacee nazionali, si fa strada wall dopo wall un nuovo approccio ai contenuti. Frutto di un passaparola digitale reso sempre più agevole dai pulsanti di condivisione che accompagnano ogni articolo o post. C'è però una sostanziale differenza tra la semplice condivisione e l'effettivo engagement della testata che proprio dai social trae più del 50% del suoi lettori. Una porta d'accesso che amplifica la portata d'ogni notizia. Perché resta fondamentale la capacità di attirare lettori che effettivamente leggano e promuovano la notizia. Un esercito di strilloni digitali che rivoluziona un media ultracentenario.

Se la carta boccheggia, il web e le sue nuovissime modalità di fruizione godono di ottima salute. Come dimostra l'investimento dei colossi dell'informazione sui nuovi device. Il lettore si aspetta maggiore approfondimenti, non un semplice sfogliatore di pdf. Da qui nasce il progetto di Edicola Italiana che fa deporre le armi a nemici storici: Rcs, Mondadori, il gruppo Editoriale L'Espresso e il Sole 24 Ore insieme per offrire i propri contenuti nella nuova vetrina digitale.
O il folto gruppo di editori che ha deciso di battezzare Google Current, l'app della Big G per leggere le notizie ottimizzate per i nuovi device. È il giornalismo 2,0, bellezza! Il quarto potere non può più evitare di confrontarsi con la galassia Zuckerberg.

Antonino Pintacuda

In allegato la ricerca


LEGGI GLI APPROFONDIMENTI DELL’ARTICOLO!
 Analisi sulla Condivisione Sociale delle Notizie online in Italia
Redazione MyMarketing.Net
ACCEDI O REGISTRATI PER LASCIARE UN COMMENTO

Commenti: 0
5 ARTICOLI CORRELATI
MEDIA - 06/02/2009
Edilportale Marketing Awards 2009
MEDIA - 28/03/2011
I ‘trucchi‘ del sapere
MEDIA - 01/03/2011
Sky e il calcio più bello. Riflessioni post evento
MEDIA - 08/10/2010
Affermare la Marca sui Mercati Esteri: quando il SEO (posizionamento sui motori di ricerca) aiuta il “branding online”
MEDIA - 13/11/2010
Comunicato stampa visibile su Google? 5 facili trucchi a costo zero!
 
 

Business Video