Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL
26/03/2009  Versione per la stampa Share it   Condividi su Facebook

Comunicare ai grandi per tutelare i bambini

In occasione del “Child Guardian Award”, la Fondazione Terres des hommes ha deciso di utilizzare un approccio positivo: premiare le imprese che “fanno bene” e non semplicemente condannare coloro che non operano correttamente.

Terres des hommes è un’organizzazione che opera in molti Paesi del mondo per la difesa e la tutela dei diritti dei bambini; si occupa di sostegno a distanza, gestisce centri di recupero e sostegno per bambini che hanno subito violenza, realizza campagne contro il traffico dei minori, gestisce progetti nelle scuole per far crescere la cultura sul tema.

Negli ultimi anni Terres des hommes si è fatta conoscere anche grazie a campagne di comunicazione sociale che si sono distinte per l’innovazione nelle modalità di realizzazione.

Il progetto “Child Guardian Award” è un premio destinato, per la prima volta in Italia, alle aziende che tutelano l’immagine dei minori. Il concorso ha visto la collaborazione della Fondazione Pubblicità Progresso e de Il Sole 24Ore con la partecipazione di quasi 40 aziende che hanno iscritto circa 70 campagne di comunicazione sociale.

Per dare ancora maggiore autorevolezza all’iniziativa e coinvolgere esperti e opinion leader, la Fondazione Terres des hommes ha istituito un Comitato d’Onore, composto da importanti personaggi del mondo della cultura, delle istituzioni e dei media ed una Giuria che ha visto la partecipazione di esperti di settori diversi.

Due le categorie del premio: la prima dedicata alle campagne che prevedono l’immagine del bambino per messaggi destinati a pubblici diversi; la seconda dedicata alle campagne dove il bambino non è solo protagonista, ma anche destinatario del messaggio.

La prima categoria ha visto la vittoria di Enel (categoria TV), Mercedes Benz (mensione d’onore categoria TV), Lufthansa (categoria stampa/affisione) e Europolveri (categoria altri mezzi).

La seconda categoria ha visto la vittoria della Fondazione San Raffaele del Monte Tabor (categoria TV), Unilever-Mentadent (categoria stampa/affisioni) e ASD Gymnasium Pordenone (categoria altri mezzi).
Elemento originale del premio e della sua organizzazione è stato il coinvolgimento, nella fase di selezione delle campagne, dei bambini. Per questo è stata creata una Giuria dei Piccoli: alcune classi in tutta Italia sono state chiamate ad esprimere un loro giudizio sui lavori in concorso. La loro scelta è caduta su una campagna, “Amore” di Pramerica, che non era stata presa in considerazione dagli adulti. Il premio si è svolto sotto l’Alto Patronato della Repubblica e ha ricevuto il patrocinio di numerose organizzazioni pubbliche e private.
Per dare ancora maggiore valore all’iniziativa, Terres des hommes ha deciso di realizzare il dossier “Proteggere i minori, tutelarne l’immagine”, una pubblicazione articolata in due parti: la prima dedicata all’approfondimento di alcuni temi “difficili” e la seconda alla comunicazione.

Tra i contenuti della prima parte: lo sfruttamenti sessuale dei minori, il maltrattamento e la tortura, il diritto all’istruzione, la piaga del lavoro minorile, il problema dei bambini di strada e dei minori in conflitto con la legge.

La scelta strategica di Terre des hommes è stata quella di avviare con le imprese socialmente responsabili un dialogo costruttivo utilizzando uno strumento tradizionale, come un premio, in un modo innovativo e originale.


(fonte: Magazine di FERPI)

Edi Florian
“Immagine e Reputazione”
edi.florian@ediflorian.com
www.ediflorian.com



ACCEDI O REGISTRATI PER LASCIARE UN COMMENTO

Commenti: 0
5 ARTICOLI CORRELATI
MEDIA - 06/02/2009
Edilportale Marketing Awards 2009
MEDIA - 28/03/2011
I ‘trucchi‘ del sapere
MEDIA - 01/03/2011
Sky e il calcio più bello. Riflessioni post evento
MEDIA - 08/10/2010
Affermare la Marca sui Mercati Esteri: quando il SEO (posizionamento sui motori di ricerca) aiuta il “branding online”
MEDIA - 13/11/2010
Comunicato stampa visibile su Google? 5 facili trucchi a costo zero!
 
 

Business Video