Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL
18/05/2012  Versione per la stampa Share it   Condividi su Facebook

Un albergo un po' più umano

Non sempre gli alberghi sono gli spazi da sogno che si pensa: piccoli difetti di progettazione, minuscoli dettagli trascurati, alcune noncuranze, qualche particolarità fisica o emotiva del cliente e il soggiorno in albergo potrebbe perdere tutto il suo fascino. Francesco Scullica, Giovanni Del Zanna e Maria Rosanna Fossati, con il loro Human Hotel Design edito da FrancoAngeli, tendono un aiuto concreto sia agli architetti che agli albergatori tramite una serie di attente analisi e consigli pratici, per poter rispondere nella maniera migliore a tutte le esigenze della clientela. Nella prima parte del volume i tre autori (con un capitolo a testa) analizzano ciò che è stato l'universo alberghiero nell'ultimo decennio.

Nella seconda parte vengono invece presi in esami i rapporti tra hotel e cliente: dopo l'analisi delle diverse tipologie di utenti (suddivisi per sesso, età, diversità culturale, stato di salute e corporatura), ne vengono elencate le azioni compiute nel complesso alberghiero (suddivise in spazi comuni e privati); seguono pagine sulle diverse tipologie di alberghi (urbano di pregio, urbano low cost e extraurbano). Nell'ultima parte, la più vasta e corposa, sono passati al setaccio tutte le attenzioni che si devono rivolgere nella progettazione della struttura e degli spazi. I requisiti generali e fondamentali per un albergo di qualità vengono divisi in fruibilità, informazione e sicurezza, chiarendo come queste tre categorie debbano essere migliorate e perfezionate per venire incontro alla clientela (e potenziate tutte e tre insieme, poiché ognuna di esse è legata alle altre due).

Infine, i tre autori forniscono una serie di utili consigli e di pratiche direttive per migliorare ogni singola azione compiuta dal cliente nel singolo spazio. Diventa fondamentale gestire alla perfezione il contatto esterno e interno del cliente con la struttura, prendendosi cura del bagaglio e sistemando l'utente nel modo migliore; migliorare i percorsi interni, esterni, orizzontali e verticali della struttura; rafforzare le restroom, private ma soprattutto pubbliche; migliorare le zone dei pasti comuni; rafforzare le zone di lavoro dei clienti. Il tutto sotto forma non di un “manuale di tipo enciclopedico, ma un repertorio di attenzioni/indicazioni rivolte a un pubblico ampio: professionisti e studenti dell’ambito della progettazione, albergatori e operatori del settore alberghiero e contract”.


Fabio Sarpa



Redazione MyMarketing.Net
ACCEDI O REGISTRATI PER LASCIARE UN COMMENTO

Commenti: 0
5 ARTICOLI CORRELATI
FOCUS ON - 29/01/2016
Libri: l’anno della svolta
INTERNATIONAL - 05/07/2012
Se non mi leggi, mi cancello
FOCUS ON - 14/01/2013
Per chi è Mad, in Italy
FOCUS ON - 19/05/2014
“Marketing o Non Marketing”, that’s the question
MANAGEMENT - 19/03/2015
Un Salone a caccia di startup
 
 

Business Video