Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL
23/05/2012  Versione per la stampa Share it   Condividi su Facebook

Apple conferma il suo primato tra i brand

BrandZ
Apple conferma il suo primato anche economico per il secondo anno consecutivo nell'annuale BrandZ Top 100 di Millward Brown. Il primato della Mela morsicata corrsponde a un aumento a doppia cifra del suo valore, +19% per un brand che oggi vale 182,9 miliardi di dollari. Al secondo gradino del podio si piazza la storica rivale della creatura di Steve Jobs, l'IBM (+15% per 115,9 mld di dollari), scivola al terzo posto Google (107,8 miliardi di dollari). Nonostante le prevedibili fluttuazioni borsistiche, Facebook è il brand che cresce di più passando dalla 35esima posizione alla 19esima per un valore complessivo di 33,2 miliardi di dollari.

Una classifica che tiene conto del valore economico dei brand in base ai dati finanziari, market intelligence e brand equity. “Il marchio rappresenta una garanzia per il business,” ha commentato Eileen Campbell, CEO della società di ricerca sul brand Millward Brown. “Nonostante un periodo prolungato di crisi economica, incertezza politica e calamità naturali che ha colpito i brand in numerosi settori, il valore dei brand globali più importanti continua a crescere in molti segmenti del mercato, sostenendo e alimentando il business stesso”. Come conferma il valore totale dei marchi indicizzati che negli ultimi sei anni è cresciuto del 66% per un valore di 2400 miliardi di dollari.

La top ten ribadisce l'incidenza della tecnologia, che compare nelle prime tre poszioni, seguita dal colosso del fast food Mc Donald's. Quinta posizione per Microsoft, seguita da Coca Cola, Marlboro e dai titani delle telecomunicazioni mondiali: AT&T, Verizon e China Mobile. Per la prima volta nella top 100 compare anche un brand africano, l'operatore di telefonia mobile sudafricano MTN a riprova della crescita economica del continente, che si piazza all'88esimo posto con un valore di 9,2 miliardi di dollari. Tante conferme e qualche novità quindi, nella classifica che include anche il sentiment dei consumatori nei confronti di un brand, un input cruciale nell'alchemica combinazione tra performance di business.

Dalla classifica emerge anche che i brand delle aziende con donne nei consigli di amministrazione sono quelli che hanno ottenuto le migliori performance. Senza mai dimenticare quello che sottolinea David Roth di WPP: “I marchi contribuiscono a diversificare il business sostenendone il valore e rendendolo maggiormente resistente ai momenti di crisi e turbolenza economica”. Una cassaforte di valori da salvaguardare per emergere dai periodi più bui.

Antonino Pintacuda


Redazione MyMarketing.Net
ACCEDI O REGISTRATI PER LASCIARE UN COMMENTO

Commenti: 0
1895 BRANDING - 23/04/2011
Il tricolore esplode in adv
1895 BRANDING - 12/06/2011
Un rinoceronte a pois per dare nuovo slancio al brand
1895 BRANDING - 23/04/2011
Coca-Cola vs Pepsi
1895 BRANDING - 29/05/2011
Fiat 500 by Gucci
1895 BRANDING - 06/09/2010
Fiberceutic di L’Oréal Professionnel
 
 

Business Video