Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL
30/05/2012  Versione per la stampa Share it   Condividi su Facebook

Impresa d’Autore

Edotto
Interpretare le eccellenze d’impresa italiana attraverso la tecnica della 'narrazione' nelle sue diverse forme artistiche può essere la chiave per rilanciare il talento ‘made in Italy’ nei mercati tradizionali ed emergenti in Italia e all’estero. Da qui nasce ‘Impresa d’Autore’ nuovo concept di comunicazione narrativa tra arte e business che - ideato da CaruccieChiurazzi, impresa di comunicazione di Bari -, ha lo scopo di valorizzare e promuovere il brand, prodotto o l’identità delle imprese italiane stabilendo un rapporto più diretto ed emotivo con i pubblici di riferimento.

Quando vi sarete abituati ad assimilare il vostro lavoro a un’opera d’arte e i vostri clienti a un pubblico, gestirete la vostra azienda in modo più profittevole. E quando vi sarete abituati ad assimilare il lavoro a un’opera d’arte e voi stessi a degli artisti, troverete più soddisfazione in ciò che fate.” Così scrivono Stan Davis e David McIntosh ne L’arte del Business sulla relazione tra arte e business, asserendo che flussi economici e flussi artistici sono sullo stesso piano, ovvero non sono l’uno alternativo all’altro, ma sono nello stesso flusso. Ciò è tanto più vero –spiega a MyMarketing.Net Ettore Chiurazzi, direttore dell’impresa di comunicazione CaruccieChiurazzi - se guardiamo alla PMI italiana, a quella che si è sviluppata a partire dalle qualità artigianali, come afferma Stefano Micelli in Futuro artigiano, e alla sua origine rinascimentale. Avendo sensibilità artistica, Carucciechiurazzi ha messo insieme arte e business dando origine a 'Impresa d'Autore' in quanto ogni impresa ha output artistici e questi, dotati di elementi culturali, sono in grado di agire sui territori di marca. La marca è infatti fattore culturale, territorio di relazione, una relazione che si gioca non solo sul consumo ma sulla capacità di raccontare in quanto il racconto costruisce la credibilità produttiva e la soddisfazione nell'esperienza di acquisto nel reale come nel virtuale”.

Basato sul racconto autentico, questo nuovo linguaggio narrativo supera e stravolge i consueti strumenti di comunicazione per creare un’emozione coinvolgente che modifica alla base il tradizionale rapporto tra impresa e mercato, dando vita a un rapporto nuovo, dove l’impresa si fa persona e ‘conversa’ con il pubblico ‘mostrando’ il lato umano degli affari e lasciando da parte numeri e bilanci. Tale contesto è stato rappresentato per la prima volta dall’impresa di comunicazione pugliese a Skopje durante la fiera delle tecnologie Tehnoma con sei miniscritture teatrali messe in scena da attori macedoni sui talenti dell’imprenditoria italiana - raccolte in un unico volume 'Talenti per l’impresa' edito da Laterza -. Queste sono storie vere, semplici, toccanti e facilmente raccontabili - quindi memorabili - che divengono contenuti di marca (‘branded content’) per un pubblico che ‘vive’ l’esperienza del talento d’impresa attraverso una comunicazione fluente e diretta, capace di valorizzare la verità - inseparabile dal personale coinvolgimento di chi la racconta – ed emozionare gli spettatori annullando le resistenze verso il continuo bombardamento promozionale.

Uno scenario simile è successo con 'L'eleganza del riccio: racconti d’impresa', spettacolo che, promosso da Confindustria Bari e Barletta - Andria - Trani, ha raccontato storie aziendali pugliesi vincenti. Interpretate dagli stessi imprenditori e manager, le sei pièces sono state messe in scena al teatro Elfo Puccini di Milano. Dotata di duttilità culturale, l’innovativa tecnica di narrazione si rivolge anche a enti e istituzioni per promuovere obiettivi culturali e turistici, e sostenere le economie dei territori. Un esempio è la recente rappresentazione teatrale per raccontare la complessità del sistema sanitario pugliese e le caratteristiche del nuovo sistema di gestione informativo ‘Edotto’. Prendendo spunto da Il Castello di Kafka - dove vengono rappresentate la farraginosità della burocrazia e la frustrazione dell’uomo chedeve confrontarsi -, CaruccieChiurazzi ha riscritto alcuni brani dell’opera kafkiana per l’azione teatrale che, affiancata da una narrazione ad hoc sulla breve storia di Edotto, racconta il progetto coinvolgendo il pubblico in modo interattivo.

"Parafrasando McLuhan - dichiara Ettore Chiurazzi - possiamo dire che il racconto della verità è il content (‘il messaggio’) che oggi è, a sua volta, il ‘medium’, indipendentemente dal mezzo, o meglio dalla molteplicità di canali e piattaforme attraverso cui il messaggio viene diffuso. Pertanto, un racconto vero può essere sia pubblicato su blog aziendali che promosso in campagne di comunicazione, anche se la preferenza è quella di parlare alla pancia degli stakeholder e il teatro in particolar modo ci riesce benissimo".

Roberta Masella


Redazione MyMarketing.Net
ACCEDI O REGISTRATI PER LASCIARE UN COMMENTO

Commenti: 0
5 ARTICOLI CORRELATI
MEDIA - 28/03/2011
I ‘trucchi‘ del sapere
MEDIA - 01/03/2011
Sky e il calcio più bello. Riflessioni post evento
BRANDING - 23/04/2011
Coca-Cola vs Pepsi
FOCUS ON - 16/02/2011
Forum della Comunicazione Digitale 2011
BRANDING - 02/03/2011
Un Tram Lilla per riscoprire la tenerezza
 
 

Business Video