Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL
15/06/2012  Versione per la stampa Share it   Condividi su Facebook

Eataly punta sull'emozione

In occasione dell’inaugurazione di Eataly a Roma, la cui apertura al pubblico è previzta il prossimo 21 giugno, The Brand Shop ha realizzato per il Consorzio dei produttori di Olio Extravergine D.O.P. Umbria un allestimento dedicato alla brand experience. Situato nell’area che ospita i migliori oli italiani, un grande wall interattivo accoglie i visitatori. Eataly è il più grande centro enogastronomico del mondo: un modello originale di mercato in cui i prodotti di alta qualità della tradizione agroalimentare italiana non si comprano solo, ma si consumano e si studiano. E’ un luogo che unendo vendita, ristorazione e cultura seleziona e offre le eccellenze enogastronomiche del nostro Paese.

“Noi lavoriamo da molti anni con il Consorzio dei produttori di Olio Extravergine D.O.P. Umbria e l'iniziativa è partita dal consorzio con il finanziamento della regione Umbria. In questo caso  - spiega a MyMarketing.Net Flaminia Pérez, Managing Director di The Brand Shop - il consorzio ci ha chiesto il supporto all'interno di Eataly e noi abbiamo aderito con entusiasmo. L'intenzione era quella di creare un evento che fosse coinvolgente e potesse emozionare i visitatori. Devo dire che il rapporto con Eataly è stato subito molto positivo, perchè sono stati loro stessi ad invitarci a realizzare un progetto così coinvolgente: hanno trovato terreno fertile perché noi siamo un'agenzia che da un lato si compone di una serie di figure con competenze strategiche, e dall'altro è cresciuta nel mondo dall'advertising, la nostra politica è utilizzare la tecnologia per emozionare il pubblico, costruendo nuovi touch point tra aziende e consumatore. A volte usiamo strumenti polisensoriali, profumi o musiche, senza dubbio usiamo le nuove tecnologie, ma in un'ottica differente: spesso chi possiede nuove tecnologie non riesce a impiegarle per creare prodotti che poi siano effettivamente fruibili, mentre il nostro obiettivo è quello di creare un'esperienza ludica e emozionante facendo in modo che nessuno si accorga della tecnologia.Essa non è dominante, ci interessa solo il suo effetto”.

Grazie al touchless, i visitatori hanno la possibilità di interagire con le immagini dei dispaly che compongono il wall interattivo. Il semplice movimento delle mani permette di spostare le foglie di un ulivo virtuale che, una volta rimosse completamente, lasciano spazio ad un video emozionale-informativo sulla produzione dell’Olio Extravergine D.O.P. Umbria. Questa operazione consente al brand di avvicinarsi ai consumatori in modo nuovo e coinvolgente. Emozione e conoscenza diventano la chiave per scoprire ed apprezzare il marchio e i prodotti, attraverso la creazione di una relazione basata su interazione e partecipazione. “Il wall - continua Flaminia Pérez - è realizzato con tecnologia touchless che consente l'interazione attraverso il movimento: la gestualità della gente viene riprodotta sullo schermo. Paolo Scoppola, il nostro artist programmer ha realizzato il wall con rami d'ulivo che si aprono semplicemente muovendo le mani e lasciando scoprire la presentazione allo spettatore”.

Lo stand ha suscitato l’interesse delle autorità presenti, che insieme al fondatore di Eataly Oscar Farinetti hanno visitato l’area espositiva soffermandosi di fronte al wall interattivo. “Oscar Farinetti ha fatto un tour illustrando alle autorità i vari settori. Il gruppo era composto tra gli altri dal Ministro dello Sviluppo Economico Corrado Passera, la Presidente della Regione Lazio Renata Polverini, il Presidente della Provincia di Roma Nicola Zingaretti e il Sindaco di Roma Gianni Alemanno. Ci ha fatto  molto piacere perché raccontando come era stato sviluppato il wall interattivo, Farinetti ha ringraziato la ragione e nel raccontare l'area lo ha citato come un contributo positivo. Altro dettaglio che mi ha incuriosito è stato il passaggio di Chicco Testa che ha stazionato nell'area dello stand e poco dopo anche il noto chef Moreno Cedroni”. Farinetti ha esaltato il valore del contributo che la Regione Umbria ha dato ad Eataly attraverso il wall interattivo che impreziosisce tutta l’area espositiva. (Lo stand sarà presente ad Eataly fino al 25 giugno.)

A emozionare all'interno di Eataly, ci ha pensato anche Philips che ha illuminato il nuovo tempio dell'enogastronomia con la tecnologia sostenibile dei LED e il gusto tutto made in Italy di Luceplan. Maria Letizia Mariani, General Manager di Philips Lighting aggiunge: “Il privilegio di costruire una soluzione dedicata alle specifiche esigenze di questo bellissimo progetto imprenditoriale, non è solo motivo di orgoglio aziendale, ma soprattutto l’esplicita dimostrazione di come Philips sappia combinare l’ultimo avanzamento della tecnologia LED con l’attenzione al gusto e al design italiano che Eataly desidera”. Risparmio energetico, riduzione degli interventi di manutenzione, integrazione tra funzionalità e design, caratterizzano l’illuminazione scelta da Eataly per il nuovo megastore di Roma che vanta una superficie complessiva di 16.000 m2  su quattro livelli.

Sin dall’ingresso, caratterizzato da ampie vetrate a tutta altezza, la luce assume un ruolo che non è solo perfettamente funzionale, ma è anche componente essenziale dell’identità dello store, garantendo la perfetta coerenza tra la qualità dell’offerta gastronomica e la sua capacità attrattiva. La combinazione delle ultime soluzioni ad alta efficienza e funzionalità di Philips abbinate al gusto del design tutto “Made in Italy” di Luceplan, hanno permesso di realizzare un progetto di alta qualità capace di soddisfare le specifiche esigenze della più grande superficie dedicata alla qualità del cibo italiano. Oscar Farinetti, ideatore e fondatore di Eataly ha così commentato: “Per Eataly l’innovazione è sempre stata un valore e abbiamo voluto usare la luce di ultima generazione per valorizzare al meglio la bellezza della grande offerta agroalimentare italiana. Una luce che non solo garantisse le prestazioni più avanzate, ma che privilegiasse il risparmio energetico e la riduzione dell’impatto ambientale”.


Roberta Masella




LEGGI GLI APPROFONDIMENTI DELL’ARTICOLO!
 video emozionale
Redazione MyMarketing.Net
ACCEDI O REGISTRATI PER LASCIARE UN COMMENTO

Commenti: 0
5 ARTICOLI CORRELATI
MEDIA - 28/03/2011
I ‘trucchi‘ del sapere
MEDIA - 01/03/2011
Sky e il calcio più bello. Riflessioni post evento
BRANDING - 23/04/2011
Coca-Cola vs Pepsi
FOCUS ON - 16/02/2011
Forum della Comunicazione Digitale 2011
BRANDING - 02/03/2011
Un Tram Lilla per riscoprire la tenerezza
 
 

Business Video