Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL
05/07/2012  Versione per la stampa Share it   Condividi su Facebook

Storie di cinema italiano

Non solo quadri, non solo libri, non solo paesaggi. Il patrimonio artistico italiano, probabilmente uno dei più vasti e ricchi del mondo, non si compone solo della gloriosa storia raffigurativa-letteraria italiani di svariati secoli fa, ma afferma il suo enorme valore anche nella tradizione televisiva e cinematografica nostrana.

L'istituto Luce (L'Unione Cinematografica Educativa) ha dominato per moltissimi anni il panorama televisivo e cinematografico italiano, grazie alla diffusione di documentari, film e storici cinegiornali. Fondato da Mussolini nel lontano 1924, l'importante istituto fu per molti anni un importante mezzo di propaganda fascista; nel dopoguerra, l'istituto passò alla produzione di numerosi documentari e film educativi, portando al suo attivo firme d'eccellenza. Grazie agli oltre 30.000 filmati raccolti nell'archivio raccolti in oltre 40 anni, il Fondo dei cinegiornali Luce raccontano un importante spaccato d'Italia, e sono stati inseriti nel registro Unesco Memoria del Mondo. Anche YouTube deve pensarla allo stesso modo: è stato lanciato oggi, infatti, un nuovissimo canale della piattaforma dedicato proprio allo storico istituto, che raccoglie e diffonde, soprattutto alle nuove generazioni, filmati e documentari storici.

La canalizzazione dei filmati è stata suddivisa in playlist, per una più rapida e semplice ricerca su diverse aree tematiche. 'La dolce vita', area dedicata all'omonimo film di Fellini (uno dei più importanti nella storia del grande schermo), raccoglierà moltissimi filmati sul periodo di massimo spessore del cinema nostrano; tantissimi i filmati sulla 'Seconda Guerra Mondiale' e sulla propaganda fascista dell'epoca; 'Arte, scienza e letteratura del '900', settori di spicco della cultura italiana; infine 'Protagonisti del XX secolo' e 'Dive del cinema e della passerella', dedicati agli uomini e donne che, sia in politica che nell'arte, hanno fatto la nostra storia.

La collaborazione tra l'Istituto Luce e la piattaforma di Video Sharing targata Google non è la prima nel suo genere. Altri tentativi di diffondere la nostra storia e la nostra arte nel web sono stati fatti dalla Galleria degli Uffizi di Firenze e dai Musei Capitolini di Roma, partner di Google Art Project, il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, invece, ha trasformato in e-book un milione di opere letterarie provenienti dalle biblioteche nazionali di Firenze, Roma e Napoli, portandoli sull'applicazione di Google dedicata ai libri digitali, Google Books. Dopo, quindi, arte figurativa e letteratura, anche il nostro grande cinema e la nostra storica televisione sul web, insieme alla storica firma dell'Istituto Luce.



Redazione MyMarketing.Net
ACCEDI O REGISTRATI PER LASCIARE UN COMMENTO

Commenti: 0
5 ARTICOLI CORRELATI
MEDIA - 06/02/2009
Edilportale Marketing Awards 2009
MEDIA - 28/03/2011
I ‘trucchi‘ del sapere
MEDIA - 01/03/2011
Sky e il calcio più bello. Riflessioni post evento
MEDIA - 08/10/2010
Affermare la Marca sui Mercati Esteri: quando il SEO (posizionamento sui motori di ricerca) aiuta il “branding online”
MEDIA - 13/11/2010
Comunicato stampa visibile su Google? 5 facili trucchi a costo zero!
 
 

Business Video