Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL
10/07/2012  Versione per la stampa Share it   Condividi su Facebook

Starbytes: creatività per PMI

Anche quest’anno Xchange 2012, l’evento dedicato a clienti e partner di Reply, si è aperto con un momento di incontro del management di Reply per fare il punto sull’andamento della società, lo stato dell’arte dei progetti innovativi realizzati nel corso dell’anno e illustrare le aree di innovazione sulle quali Reply punta.

La conferenza stampa, condotta da Filippo Rizzante, CTO e Executive Partner e la sorella Tatiana, Amministratore Delegato di Reply, si è concentrata su Starbytes, la piattaforma di crowdsourcing di Reply: nata un anno fa come servizio di lavoro online riservato al network delle società Reply, è oggi pronta ad affrontare nuove sfide aprendo i propri servizi alle aziende e le piccole e medie imprese italiane che intendono avvalersi di questo nuovo strumento per sviluppare progetti, prodotti digitali e servizi senza intermediazioni tra domanda e offerta.

Testimonial d’eccezione per illustrare le potenzialità del crowdsourcing e offrire anche il punto di vista accademico del fenomeno: Jeff Howe, contributing editor di Wired Magazine e coniatore del termine crowdsourcing. Nato come servizio di lavoro on line riservato al network Reply, Starbytes oggi vanta una community certificata di oltre 21.000 starbyters - esperti creativi, web designer, copywriter, oltre a professionisti del mondo ICT e delle tecnologie digitali, in Italia. La community, ad oggi, ha elaborato più di 118.000 proposte e realizzato concretamente oltre 300 progetti. 

Ma come funziona Starbytes? Dopo la registrazione, un’ azienda può pubblicare la propria richiesta, completa con tutti i dettagli utili alla realizzazione, funzionalità operative, obiettivi di comunicazione e budget. Le aziende hanno la possibilità di visualizzare - direttamente on line - le offerte realizzate dagli starbyters, selezionare quelle maggiormente in linea con le richieste e le proprie aspettative e assegnarne infine la realizzazione. L'aspetto più innovativo di questa piattaforma internazionale è l'automatizzazione del processo di contratto sul modello italiano, che permette ad esempio “ad una piccola azienda di inserire il proprio bando e poter assumere un lavoratore indiano senza nessun tipo di problema burocratico”, spiega Filippo Rizzante.

Un’ importante novità è riservata alle aziende di grandi dimensioni. A loro, Reply, rivolge il servizio “Club Starbytes”, ovvero la possibilità di utilizzare la piattaforma Starbytes come “abilitatore” tecnologico del crowdsourcing, personalizzando immagine e funzionalità, con il supporto di Reply per la gestione dell’iniziativa, dalla progettazione alla manutenzione del servizio. .Un primo esempio di azienda che ha utilizzato il sevizio Club Starbytes è 3 Italia, con Appsquare, un servizio rivolto a chiunque intenda proporre un’idea per realizzare applicazioni innovative, destinate a smartphones e tablets - www.appsquare.it.

“Trasparenza, garanzia ed efficienza fanno di Starbytes un luogo ideale per la collaborazione tra professionisti ed aziende italiani - dichiara Filippo Rizzante - Il nostro obiettivo è duplice, da un lato renderemo Starbytes sempre più un luogo dove stabilire collaborazioni a lungo termine tra professionisti e tra professionisti ed aziende; dall’altro vogliamo dare alle imprese italiane, di tutte le dimensioni, un canale innovativo, quello del crowdsourcing, per ritrovare competitività e voglia di sviluppare nuovi servizi e nuove idee ”.


Roberta Masella


LEGGI GLI APPROFONDIMENTI DELL’ARTICOLO!
 Starbytes
ACCEDI O REGISTRATI PER LASCIARE UN COMMENTO

Commenti: 0
5 ARTICOLI CORRELATI
MEDIA - 28/03/2011
I ‘trucchi‘ del sapere
MEDIA - 01/03/2011
Sky e il calcio più bello. Riflessioni post evento
BRANDING - 23/04/2011
Coca-Cola vs Pepsi
FOCUS ON - 16/02/2011
Forum della Comunicazione Digitale 2011
BRANDING - 02/03/2011
Un Tram Lilla per riscoprire la tenerezza
 
 

Business Video