Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL
13/07/2012  Versione per la stampa Share it   Condividi su Facebook

Vespa... 50 special

Un'eccellenza italiana, un prodotto noto a livello mondiale. Resa famosa in tutto il mondo, insieme alla diva Audrey Hepburn, in 'Vacanze romane', usata poi da Nanni Moretti in 'Caro diario' (primo episodio del film), la Vespa è uno di quei prodotti che il nostro paese può vantare a livello mondiale. Il Registro storico Vespa la celebra, infatti, ogni anno: il 7 e l'8 luglio si è tenuto il 25° Raduno Internazionale, occasione per tutti i possessori di incontrare altri appassionati del famoso motorino. Anche il Museo della Scienza e della Tecnologia 'Leonardo da Vinci' mette a disposizione dei più interessati i propri storici esemplari, in una mostra aperta al pubblico dal 30 giugno al 15 luglio.

Marco Iezzi, curatore della mostra al Museo della Scienza e della Tecnologia, spiega a MyMarketingNet qualcosa di più di questo storico prodotto.

Che obiettivi vi proponete di realizzare con l'esposizione del famoso motociclo italiano?

Con questa mostra, il museo cerca di rispercorrere le tappe fondamentali della creazione di questo storico scooter. Fin dal 1960 la Vespa Piaggio non è cambiata: le sue linee non sono state modificate, le sue principali caratteristiche non sono variate nel corso degli anni. Per questi motivi questo scooter si dimostra un capolavoro.

Cosa rappresenta la Vespa per i giovani di oggi? E per i meno giovani?

La Vespa è un mezzo perfetto per permettere ai giovani di muoversi nelle grandi città, grazie alla sua mobilità e comodità; inoltre, rispetto ad altri mezzi, come la macchina, ha un costo sicuramente minore, e quindi diventa maggiormente accessibile per ogni famiglia. Per quelli, invece, che con questo storico scooter ci sono cresciuti, diventa importantissimo il valore della tradizione, senza contare che quasi tutti hanno qualche ricordo dell'infanzia e dell'adolescenza legata alla Vespa.

Che attrattiva esercita questo prodotto per gli abituali visitatori del vostro museo?

Ogni anno noi presentiamo e allestiamo mostre di questi scooter, quindi ogni anno cerchiamo stranezze e curiosità legate al mondo Vespa. Quest'anno, ad esempio, nel nostro museo si potranno ammirare alcuni storici esemplari, come la Vespa 50 a pedali, progettata per il mercato francese, o la Vespa 400, una vera e propria mini-vettura a pedali, progettata negli anni '50 da Corradino D'Ascanio. Abbiamo avuto, da parte del pubblico, un ottimo riscontro: hanno partecipato a questa mostra non solo tantissimi appassionati, ma abbiamo riscontrato un grosso afflusso anche tra chi è meno esperto ma ha voglia di imparare a conoscere il prodotto. Inoltre, cosa che a me fa molto piacere, abbiamo avuto tra i visitatori numerose donne, anche di una certa età, appartenenti ad una generazione che considerava tabù i motori per la componente femminile, che quindi adesso vuole rifarsi e sfatare queste credenze.

Avete intenzione di realizzare altre mostre simili in un prossimo futuro?

Certamente, l'intenzione del museo è quella di allestire mostre periodiche sui mezzi di trasporto terrestri, con spazi e giornate a tema. Ad esempio, a gennaio abbiamo tenuto un'interessantissima mostra sulla storica Bisiluro da corsa, una vettura da corsa progettata da Carlo Mollino che ha fatto la tradizione delle macchine da gara. Nel prossimo futuro sicuramente altri interessantissimi marchi del mondo dei trasporti saranno di casa al nostro museo.

Fabio Sarpa


Redazione MyMarketing.Net
ACCEDI O REGISTRATI PER LASCIARE UN COMMENTO

Commenti: 0
5 ARTICOLI CORRELATI
BRANDING - 23/04/2011
Il tricolore esplode in adv
BRANDING - 12/06/2011
Un rinoceronte a pois per dare nuovo slancio al brand
BRANDING - 23/04/2011
Coca-Cola vs Pepsi
BRANDING - 29/05/2011
Fiat 500 by Gucci
BRANDING - 06/09/2010
Fiberceutic di L’Oréal Professionnel
 
 

Business Video