Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL
13/07/2012  Versione per la stampa Share it   Condividi su Facebook

Quel matto del mio bancomat

Le giornate pesanti, si sa, non finiscono mai. Ore e ore di lavoro, il traffico dell'ora di punta, magari anche una puntata scocciante al supermercato più vicino. C'è bisogno, quindi, di un prelievo a un bancomat, operazione che sicuramente non sta simpatica a nessuno. Ma se fosse proprio un bancomat, in una giornata del genere, a regalarci un sorriso? E' quello che hanno pensato a Unicredit, storica banca italiana con sede a Roma, prima di installare per una giornata un bancomat un po' speciale: una volta inserita la propria carta in 'Bancomatto', non si possono prelevare dei soldi, ma una buona dose di simpatia e allegria. Le ignare vittime di queste simpatiche 'candid camera' sono state riprese da una telecamera, e sono diventate protagoniste della pagina Facebook di Unicredit Italia. Il tutto si inserisce nel lancio della pagina ufficiale della banca, che quindi sbarca sui social e punta sulla viralità.



''Questa simpatica iniziativa nasce per promuovere la nostra pagina Facebook'' spiega a MyMarketingNet Silvio Santini, head of Brand Management Group Identity & Communications di UniCredit. ''Dopo poco meno di un mese dall'apertura, avvenuta il 19 giugno, abbiamo già totalizzato quasi 14mila fan. Già a inizio luglio, come prima vera operazione per inaugurare col botto la nostra pagina social, abbiamo lanciato la mostra itinerante Tempo perso e tempo guadagnato interpretato dagli artisti per UniCredit, dove sei artisti di fama internazionale (Emila Sirakova, Marco Minotti, Giovanni Manzoni Piazzalunga, Thomas Berra, Marco De Rosa e Angelo Genova, ndr) hanno dato la loro interpretazione su questa tema dipingendo tre tram romani, che si potranno ammirare fino alla fine del mese''.




''Bancomatto continua, dopo le opere dei sei famosi street arter, a rappresentare sulla nostra pagina Facebook lo spirito della nostra banca'' continua Silvio Santini. ''Il bancomat è una parte fondamentale della nostra realtà, e probabilmente il nostro organo più a contatto con i clienti. In questo modo, creando queste simpatiche candid camera e postandole su Facebook, abbiamo voluto dare un'immagine anticonvenzionale della banca, un'immagine di modernità e innovatività con un linguaggio diretto, semplice, emozionante, divertente. Non abbiamo utilizzato una tipologia di comunicazione classica, ma invece abbiamo voluto puntare sulla freschezza e la vitalità di questo social network, cercando di creare un effetto virale sulla rete. In poche ore, il primo video ha ottenuto oltre 150 likes, segno che la nostra iniziativa colpisce e diverte il pubblico''.




Fabio Sarpa


Redazione MyMarketing.Net
ACCEDI O REGISTRATI PER LASCIARE UN COMMENTO

Commenti: 2
Commento di: 
Il: 18/07/2012 alle 10:36 
Siamo lieti di arricchire le vostre giornate dal punto di vista professionale e facendovi divertire quando possiamo.. Un grazie e un saluto dalla redazione

Commento di: 
Il: 18/07/2012 alle 10:23 
Lo spot mi sembra veramente esilarante, complimenti alla " mente " ( come diceva Woody Hallen, in " Criminali da strapazzo ") che ha ideato questa gag, molto spiritosa ed assai credibile. I tempi attuali poi mi sembrano proprio quelli adatti x cazzeggiare sulle banche, che in generale godono giustamente di 1 meritata fama . Finalmente adesso ho capito lo spirito della "reklame" virale...Dopo questa cosa la quota di mercato di unicredit ( ma erano loro ?) sarà aumentata dell’x per cento, forse anche dell’y...Complimenti anche alla vostra redazione, che ci fa sempre divertire e sognare...bravi, bravi,bravi!

5 ARTICOLI CORRELATI
BRANDING - 23/04/2011
Il tricolore esplode in adv
BRANDING - 12/06/2011
Un rinoceronte a pois per dare nuovo slancio al brand
BRANDING - 23/04/2011
Coca-Cola vs Pepsi
BRANDING - 29/05/2011
Fiat 500 by Gucci
BRANDING - 06/09/2010
Fiberceutic di L’Oréal Professionnel
 
 

Business Video