Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL
24/07/2012  Versione per la stampa Share it   Condividi su Facebook

Imprese in rosa

L'autoimpreditorialità è una delle poche certezze a cui ancorare la speranza di poter risollevare una situazione economica ancora incerta e precaria in cui la ripresa tarda a decollare. Ne sono convinti il 70% degli intervistati in occasione della tavola rotonda “Donne e Imprese: esperienze a confronto” organizzata da Amway, colosso della vendita diretta che si è svolta a Brescia. Percentuale che praticamente si dimezza quando a dover diventare imprenditrici sono le donne.

Le barriere da abbattere per l'imprenditorialità in rosa resistono ancora. Il numero di imprese femminili è aumentato in tutta Europa ma in Italia c'è un pessimismo di fondo che complica l'affermazione del modello, tra le cause principali la mancanza di un background economico solido su cui contare a cui non riesce a sopperire una storica mancanza nell'offerta formativa. A cui si aggiunge la paura di non riuscire a conciliare la propria affermazione professionale con gli impegni familiari che restano la priorità principale per il 70% delle italiane.

Scorporando i dati emerge poi una netta differenza regionale. Lo spirito imprenditoriale è più vivo nel Nord Est, dove il 75,1% delle donne è più agguerrita e il 41,3% si dichiara pronta a mettersi alla prova. Tanti i motivi che spingono le manager in gonnella a cimentarsi in una nuova avventura professionale, soprattutto per lo spirito d'indipendenza che incide per il 38,7% del campione intervistato, seguito dalle concrete possibilità di autorealizzazione (35,4%), al terzo posto la possibile quadratura del cerchio nel raggiunto equilibrio tra carriera e famiglia (26,5%). Per sfidare   le difficoltà e gettare il cuore al di là dell'ostacolo il 70% non ha dubbi, il requisito fondamentale è un'inattaccabile preparazione finanziaria per battagliare ad armi pari con gli uomini.

Tra le partecipanti alla tavola rotonda la senatrice Maria Ida Germontani, membro della Commissione Industria, Commercio e Turismo del Senato; Anna Maria Gandolfi, Consigliera di Parità Provinciale di Brescia; Giovanna Mantelli, Comitato Imprenditoria femminile Camera di Commercio di Brescia; Monica Milone, Direttore Corporate Affairs di Amway Italia; Patrizia Sbardolini, Membro di Presidenza Confesercenti; Daniela Bandera, Presidente EWMD International sezione di Brescia.

“Per uscire dalla recessione dobbiamo individuare e mettere in campo tutte le azioni utili a sostenere il rilancio dell’economia. In questo quadro, non deve essere dimenticato il mondo delle donne e delle imprese”, ha commentato la senatrice Maria Ida Germontani.  “Un nuovo strumento, i ‘WOMEN BOND’, potrebbe essere creato proprio per aiutare l’imprenditoria femminile, in particolare le mamme che vogliono rientrare nel mondo del lavoro e hanno un progetto da realizzare. Le imprese femminili, infatti, resistono e continuano a crescere: nel 2011 rappresentavano il 23,5% di quelle italiane e il loro numero continua a salire a ritmi superiori a quelli medi dell’imprenditoria nazionale”. Aiuti concreti, quindi, capaci di far superare le sabbie mobili dell'immobilità. Un sostegno tangibile creato ad hoc, come ha sottolineato  Monica Milone,  Direttore Corporate Affairs di Amway Italia: “Le donne devono avere facile accesso agli strumenti necessari per avviare un’attività imprenditoriale. Inoltre, è importante essere a conoscenza del fatto che esistono anche valide alternative, come quelle offerte dalla Vendita Diretta, che offrono la possibilità di cimentarsi in attività in proprio, non richiedono importanti investimenti e danno accesso a formazione professionale gratuita e continua. Queste palestre d’ imprenditorialità possono aiutare le donne ad avviare un’attività su misura rispetto alle loro esigenze familiari.”


Redazione MyMarketing.Net
ACCEDI O REGISTRATI PER LASCIARE UN COMMENTO

Commenti: 0
5 ARTICOLI CORRELATI
MANAGEMENT - 07/11/2012
Kotler: 'L'Italia ha dimenticato il marketing'
MANAGEMENT - 19/01/2016
La Business Mobility nel mondo
MANAGEMENT - 10/02/2011
Customer Equity, ma attenti alla competizione
MANAGEMENT - 18/01/2016
Il futuro dell‘ecommerce
MANAGEMENT - 12/07/2010
Il web 2.0 non convince i marketing manager
 
 

Business Video