Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL
02/08/2012  Versione per la stampa Share it   Condividi su Facebook

Sport One stop shop

Mentre nel primo semestre dell'anno Rcs Media Group ha sofferto per la raccolta pubblicitaria di Stampa e Periodici, crescono a doppia cifra (+12,2%) i ricavi editoriali diversi. Il merito va soprattutto allo sviluppo delle attività di Rcs Sport, che quest'anno ha beneficiato del successo del 95° Giro d’Italia.

Non solo maglia rosa e ciclismo, attorno alla unit consulenziale gravitano un corollario di prodotti 'minori' destinati a prendere sempre più piede nel mercato italiano. Sono alcuni esempi il basket e la Milano City Marathon, che dopo l'edizione delle scorso 15 aprile è ufficialmente in pista per diventare il nuovo evento di punta meneghino. "In questi primi sei mesi del 2012 il comparto New Business ha riscontrato un margine di sviluppo del 40%", spiega il responsabile dell'area, Lorenzo De Salvo. È un risultato ottenuto grazie a una strategia di marketing che il manager definisce "one stop shop. Partiti come organizzatori di manifestazioni sportive, oggi offriamo servizi a 360 gradi per sviluppare le opportunità legate alle sponsorizzazioni: dalla comunicazione al talent management, dalla formazione (attraverso la Sport Business Academy, in collaborazione con la Bocconi) alla vendita dei biglietti, toccando infine la gestione di diritti televisivi".

Interessante, in tal senso, è la case history della Fip, con cui Rcs Sport collabora da quattro anni. Da quando è stata siglata la partnership, il numero degli sponsor è passato da 12 a 17, così come è cresciuto il volume d'affari, oggi a quota 1,8 milioni di euro. "La Fip ha una direzione marketing molto forte, guidata da Nicola Tolomei, ed è importante tenere sempre aperto il confronto, coinvolgendo gli investitori. È successo, per esempio, a fine luglio con la tavola rotonda di Folgaria". Fuori dalla Federazione ma pur sempre dentro il raggio d'azione della pallacanestro è lo Star Game, organizzato dalla Lega Basket, il momento di maggior richiamo per il settore. "A Pesaro abbiamo toccato con mano quanto amore ci sia per la Nazionale". Ma accanto a una strategia in chiave globale, è importante recuperare la dimensione sociale, "ecco perché puntiamo alla Streetball".

Sul futuro, l'obiettivo è continuare a comunicare tutto l'anno gli eventi del basket, facendo della Gazzetta la cassa di risonanza. "Un sogno? Vorremmo avere una Casa Italia. I prossimi campionati europei si giocheranno in Slovenia. Se l'Italia dovesse qualificarsi sarà importante avere un punto d'appoggio per gli sponsor". Infine, pur nella sua eccezionalità, le Olimpiadi di Londra suggeriscono un confronto a livello internazionale. "I nostri competitor sono Aso, che organizza il Tour de France, Infront e Img Worldwide, agenzia di eventi sportivi, di moda e media, advisor nella vendita e distribuzione dei diritti del Giro d’Italia a livello mondiale. È questo l'esempio virtuoso da seguire".

Paola Maruzzi



Redazione MyMarketing.Net
ACCEDI O REGISTRATI PER LASCIARE UN COMMENTO

Commenti: 0
5 ARTICOLI CORRELATI
MANAGEMENT - 07/11/2012
Kotler: 'L'Italia ha dimenticato il marketing'
MANAGEMENT - 19/01/2016
La Business Mobility nel mondo
MANAGEMENT - 10/02/2011
Customer Equity, ma attenti alla competizione
MANAGEMENT - 18/01/2016
Il futuro dell‘ecommerce
MANAGEMENT - 12/07/2010
Il web 2.0 non convince i marketing manager
 
 

Business Video