Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL
03/08/2012  Versione per la stampa Share it   Condividi su Facebook

REbuild, la casa del profitto sostenibile

Fermare la cementificazione del nostro Paese, senza mortificare l'economia? Per iGuzzini, Habitech, Harley&Dikkinson Finance, Riello, Saint Gobain, Schneider Electric, Gruppo Industriale Tosoni non è solo un miraggio. Queste sette aziende che operano nel settore building hanno dato vita a un progetto unico nel nostro panorama nazionale che nelle intenzioni punta a conciliare tutela dell'ambiente e profitto.

Presentato lo scorso giugno in anteprima a EIRE Milano, tra le più importanti fiere internazionali dedicate al settore immobiliare, Green Building Project ha l'obiettivo  di promuovere un approccio sempre più integrato e sistemico, che vada dalla progettazione del nuovo alla riqualificazione dell’esistente. Ma in concreto come si possono effettuare scelte urbanistiche 'amiche dell'ambiente', mettendo uno stop all'erosione del territorio?

La proposta delle aziende coinvolte in questa operazione è chiara: presentando le soluzioni più innovative per la gestione dell’energia, l’illuminazione, il riscaldamento, i materiali da costruzione, i pavimenti tecnici, le facciate continue, con una attenzione specifica alla certificazione energetica ed ambientale e non ultimo alle diverse opzioni di finanziamento. Un approccio nuovo che sarà presentato durante RE+build, il primo evento nel panorama nazionale del mercato dei servizi e delle tecnologie per la riqualificazione, gestione e conduzione sostenibile degli edifici esistenti.

L'appuntamento, a Riva del Garda dal 17 al 19 Settembre 2012, rappresenta un'occasione unica per avviare un dialogo con l'universo di professionisti che ruota intorno al settore dell'edilizia: progettisti, operatori del real estate e del facility management, fondi di investimento immobiliare, energy service company, banche, amministrazioni e associazioni di categoria. Un percorso di sensibilizzazione che vuole mettere in luce il vantaggio economico legato a una scelta sostenibile capace di far rendere al massimo l’investimento negli edifici, attraverso il raggiungimento delle migliori prestazioni energetiche e a costruzioni con un 'quoziente di intelligenza' sempre più elevato. Un'intelligenza che aiuterà a tutelare al meglio il bene più prezioso del nostro Paese: il  paesaggio.

Andrea Crocioni





Redazione MyMarketing.Net
ACCEDI O REGISTRATI PER LASCIARE UN COMMENTO

Commenti: 0
5 ARTICOLI CORRELATI
MANAGEMENT - 07/11/2012
Kotler: 'L'Italia ha dimenticato il marketing'
MANAGEMENT - 19/01/2016
La Business Mobility nel mondo
MANAGEMENT - 10/02/2011
Customer Equity, ma attenti alla competizione
MANAGEMENT - 18/01/2016
Il futuro dell‘ecommerce
MANAGEMENT - 12/07/2010
Il web 2.0 non convince i marketing manager
 
 

Business Video