Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL
28/08/2012  Versione per la stampa Share it   Condividi su Facebook

Monodosi anti-crisi

Con la crisi che continua ad attanagliare il mondo, l'Europa ai tempi della quotidiana dittatura dello spread non riesce a rialzarsi, tutto sembra ridursi a vagheggiare sognando il ritorno delle vecchie valute quando la moneta unica era solo un'idea e la benzina costava meno di duemila lire. Lasciando agli economisti il giudizio sulla validità o meno di tali discussioni, le grandi multinazionali scendono in campo per evitare la lenta e costante perdita di clienti, costretti a tagliare le spese per l'erosione del budget familiare.

La stampa americana ne dà notizia con un titolone a piena pagina in cui il 'ritorno della povertà' in Europa spinge il colosso mondiale Unilever ad adottare anche nel Vecchio Continente soluzioni che il reparto marketing aveva progettato e destinato ai Paesi in via di sviluppo. Dall'Indonesia alla Spagna ecco arrivare le confezioni più piccole e le monodosi piazzate nei carrelli a pochi centesimi. Una scelta non più rinviabile, interrogati sulla scelta, infatti, i portavoce dell'azienda anglo-olandese hanno infatti spiegato che se la cifra destinata mediamente a una spesa si aggira sui 17 euro non è possibile pensare che un padre di famiglia ne investa la metà per l'acquisto di un fustino di detersivo. Ecco che ogni confezione subite un restyling, una cura-pollicino che ne riduce la quantità e proporzionalmente il prezzo. Esattamente il contrario della 'steroidizzazione' di porzioni e confezioni a cui si era assistito nei rampanti anni Ottanta, sulla scia di quanto avveniva al di là dell'Oceano.

La sporta della massaia aveva lasciato spazio a titanici carrelli da riempire in uno shopping compulsivo, ora la spesa si fa sempre più spesso con i cestelli che per limitare i danni sono stati accresciuti, venendo incontro alle reciproche esigenze degli acquirenti e della Gdo.

Nell'intervista rilasciata all'edizione tedesca del Financial Times, Jan Zijderveld, presidente di Unilever Europe, si chiede perché in questi tempi di crisi continua a esserci la fila davanti agli Apple store e perché non si riesca a riempire allo stesso modo i supermercati. Una delle possibili soluzioni per uscire dalla crisi è proprio quella di trasformare ogni acquisto in un'esperienza unica, fornendo la stessa assistenza di primo livello a chi deve comprare anche solo mezzo pollo.


Redazione MyMarketing.Net
ACCEDI O REGISTRATI PER LASCIARE UN COMMENTO

Commenti: 0
5 ARTICOLI CORRELATI
INTERNATIONAL - 11/01/2013
Fabriano conquista la Cina
FOCUS ON - 08/04/2011
iPad per tutti
BRANDING - 25/06/2012
Mountain Dew Energy sbarca in Italia
FOCUS ON - 11/03/2011
La Tv si arrende a Internet
MANAGEMENT - 16/10/2014
Le nuove tecnologie contro la crisi
 
 

Business Video