Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL
07/09/2012  Versione per la stampa Share it   Condividi su Facebook

Reputation is the way

Le uniche cose a restare alte in Italia, ultimamente, sembrano essere le tasse e lo spread. Scende l'occupazione, cala turismo, crolla la fiducia e la reputazione. Questi due ultimi valori, anche se effimeri nella forma e nei numeri, hanno forti ripercussioni sulla nostra economia, dalla fiducia dei mercati esteri fino al turismo. La reputazione è una cosa importante, come sostengono sempre gli esperti di comunicazione; e questo, a quanto pare, non conta solo per le aziende, ma anche per gli stati di tutto il mondo.

Il Reputation Institute si è occupato proprio di questo: quali tra gli stati del mondo gode della migliore reputazione? E quanto questa incide? Non troppo a sorpresa, il Canada si conquista anche quest'anno la prima posizione, incrementando addirittura il vantaggio sulle inseguitrici, mettendo 'la testa e le spalle' sopra le altre nazioni della top 10, citando l'espressione usata da Nicolas Georges Trad, partner esecutivo di Reputation Institute. Ma quali sono i fattori determinante di una 'buona reputazione'? L'instituto ha indivuato quattro aree principali, in cui il credito di un paese affonda le proprie radici: la fiducia, l'ammirazione, il rispetto e l'affinità. A loro volta, queste quattro raggruppamenti vengono divisi in sedici attributi: la qualità della vita, il rispetto dell'ambiente, i prodotti ed i servizi, la bellezza dei paesaggi solo per citarne alcuni. E il Canada, secondo l'instituto, è riuscito a ottenere un alto punteggio in ognuno di questi ambiti.

"Oltre ad aver mantenuto la prima posizione, il Canada ha aumentato il suo punteggio di oltre tre punti" afferma Nicolas Georges Trad. "Lo studio ci mostra come questo paese abbia dimostrato, sotto gli occhi di tutti, la sua capacità di migliorare, e come abbia esibito la sua leadership globale in tre criteri fondamentali: un governo efficacie, un'economia avanzata e un ambiente invindiabile". Il presidente della Saffron Brand Consultants, Wally Olins, fornisce invece un'altra chiave di lettura per il successo del Canada. "Delle prime sei nazione classificate sia del 2011 che del 2012, tre sono di lingua inglese. Riconosco il bilinguismo del Canada, e ovviamente lo rispetto. Ma a me risulta chiaro come l'inglese sia una risorsa primaria per la comunicazione globale, che consente alle persone di qualsiasi altro paese di capire e apprezzare meglio la tua nazione".

L'analisi dell'instituto ha indivuidato alcuni trend. Non tutti gli ambiti delle reputazioni sono tenuti nella stessa considerazione. Tedeschi, inglesi e canadesi, per esempio, badano più all'efficacia del governo, mentre russi e giapponesi attribuiscono una maggiore importanza all'economia; dato curioso, lo studio afferma che i popoli di lingua inglese non sembrerebbero badare affatto alla bellezza del paesaggio, concentrandosi invece su cose più concrete. Per il turismo e le esportazioni, invece, conta in maggior misura l'affabilità e la cordialità della gente. Stanno salendo alla ribalta i paesi in via di sviluppo, quali il Brasile, la Colombia, l'Ucraina, la Thailandia e Singapore: la loro reputazione è salita di circa 10 punti in quattro anni, per via della loro economia emergente che accentra le produzioni di beni di prima necessità. Anche Cina e India continuano la scalata: dai cinque agli otto punti guadagnati nell'ultimo quadriennio, in parte dovuti alla produzione di beni di alta qualità, che in parte slega la loro immagini dalle produzioni a basso costo ma di bassa qualità. Le cadute più rovinose si hanno avute invece da Italia (persi più di cinque punti) e Grecia (che ha perduto addirittura dodici punti). La Spagna si mantiene invece sulla linea di galleggiamento, non perdendo ne guadagnado alcun punto, segno della maggiore fiducia che la nazione ispira agli occhi del mondo.

Fabio Sarpa


Redazione MyMarketing.Net
ACCEDI O REGISTRATI PER LASCIARE UN COMMENTO

Commenti: 0
5 ARTICOLI CORRELATI
INTERNATIONAL - 25/11/2015
Simboli nazisti a New York: la campagna di Amazon
INTERNATIONAL - 06/10/2015
Moda&Lusso, una crescita a livello mondiale
INTERNATIONAL - 12/11/2010
Come l’India sta influenzando l’innovazione globale
INTERNATIONAL - 22/01/2009
MAROCCO: Sempre piů interesse per il ‘Made in Italy’
INTERNATIONAL - 24/10/2010
Prepaid Summit Europe 2010
 
 

Business Video