Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL
12/09/2012  Versione per la stampa Share it   Condividi su Facebook

Mulino Bianco e gli 'infomercials'

Da domenica 26 agosto sono on air sulle reti nazionali i due nuovi spot Mulino Bianco firmati JWT Italia, che inaugurano un innovativo format di 'infomercials'. Per la prima volta Mulino Bianco decide di comunicare in tv il tema della sostenibilità, raccontando il suo impegno nei confronti dell’ambiente e per la tutela degli animali. Anche questi due spot sono ambientati nel magico mulino, che ormai tutti conosciamo, e i protagonisti sono i due bambini - interpretati dai giovani  attori Davide Valenti e Riccardo Russo - che abbiamo già incontrato nel primo film Tarallucci. Attraverso il loro sguardo curioso e innocente scopriamo che il mulino è animato unicamente dall’acqua, dal sole e dal vento e che le galline amiche di Rosita non sono costrette in gabbia.

Mymarketing.net ha intervistato Elisa Cavestro, Brand Development and Innovation Manager – Barilla/Mulino Bianco, per approfondire la nascita della campagna e l'impegno dell'azienda per un futuro sostenibile.

Come è nata l'idea di un  format di 'infomercials'?
L’idea è nata leggendo alcune delle idee che le persone hanno suggerito nel nostro portale nel mulino che vorrei (www.nelmulinochevorrei.it)  dove le persone possono proporre le loro idee su nuovi prodotti, promozioni, confezioni  e anche impegno sociale e ambientale. Leggendo i loro suggerimenti ci siamo resi conto che molto dell’impegno profuso da Mulino nei confronti dell’ambiente non sembrava affatto essere conosciuto.  Per questo motivo abbiamo sviluppato un sondaggio in cui abbiamo chiesto alle persone se conoscessero il programma di sostenibilità di Mulino Bianco e, in caso contrario, se fossero interessati a saperne di più e visto il loro comprovato interesse abbiamo cominciato a sviluppare la comunicazione di cui i video in onda dal 26 agosto sono solo il primo passo.




Da quanto tempo Mulino Bianco adotta politiche sostenibili?
In Barilla pensiamo che ciò che il mondo definisce 'sostenibilità' non sia che il nostro fare impresa da sempre, dal 1877. Mulino Bianco fin dalla sua nascita, oltre 35 anni fa, ha intrapreso un percorso  di bontà, genuinità e rispetto per la natura che è cresciuto secondo l’evoluzione della società e delle esigenze delle persone, rimanendo sempre coerentemente a se stesso e alla propria mission.
Così Mulino Bianco si impegna ogni giorno per:
- Offrire alle persone prodotti alimentari buoni, sicuri e genuini, fatti con ingredienti selezionati e di qualità (senza grassi idrogenati, coloranti, additivi edulcoranti e ingredienti OGM);
- Rendere le proprie confezioni sempre più rispettose dell’ambiente, valutandone l’impatto sull’ambiente già in fase di progettazione, sviluppando soluzioni tecniche sempre più riciclabili e aiutando il corretto smaltimento nei rifiuti con icone di immediata e facile comprensione per le persone;
Ridurre quanto più possibile il proprio consumo di risorse e il proprio impatto sull’ambiente, scegliendo inoltre di utilizzare solo energia proveniente da fonti energetiche rinnovabili;
- Migliorare continuamente il profilo nutrizionale dei propri prodotti anche utilizzando metodi di cottura innovativi come la cottura in forno a vapore;
- Essere rispettoso del benessere animale (ad esempio utilizziamo solo uova provenienti da galline allevate e terra).

Oltre agli spot, come intendete comunicare l'impegno dell'azienda per un futuro sostenibile?
Il piano di comunicazione è articolato e toccherà diverse leve del marketing mix tra cui le più importanti saranno certamente il retro delle nostre confezioni e la sezione dedicata del nostro sito web (http://www.mulinobianco.it/il-nostro-impegno) per il quale abbiamo cominciato a sviluppare anche delle brevi video-interviste alle persone di Barilla per raccontare il nostro impegno sulla sostenibilità con la massima trasparenza. Due esempi: l’intervista a Luca Ruini,Barilla Health Safety, Environmental & Energy Manager sul progetto di riduzione dei consumi di acqua (http://www.mulinobianco.it/risparmio-delle-risorse) , risorsa preziosa per il pianeta; l’intervista a Luisa Poletti, Research Manager Materie Prime e Leonardo Mirone, Associate Director Acquisti Materie Prime, sulla scelta di utilizzare solo uova da galline allevate a terra(http://www.mulinobianco.it/le-uova).
Molti contenuti sono e saranno resi disponibili anche nei punti di vendita e nelle attività below the line come ad esempio il tour di Mulino Bianco nelle piazze italiane.
Inoltre, dal 2008 l’azienda comunica annualmente il proprio impegno attraverso un 'Rapporto sul business sostenibile'.
Nel 2012 il documento è stato arricchito con storie e dati che parlassero in modo più semplice e immediato di cosa Barilla fa ogni giorno. In particolare, oltre alla versione integrale, è stata prodotta una versione ridotta e più facilmente divulgabile per offrire alle Persone le informazioni principali sul nostro fare impresa (http://www.barillagroup.com/vm/it/reportsostenibilita2012/pdf/RapportoBusinessSostenibile2012_sintetico.pdf)

Quali riscontri avete avuto finora da parte dei consumatori, rispetto le campagne sostenibili?
La nuova campagna è iniziata solo da pochi giorni e non siamo ancora in grado di misurare l’accoglienza e l’interesse delle persone. Inoltre non ci aspettiamo un effetto immediato agli spot che abbiamo pensato all’interno di un piano in continuità e di lungo periodo che ha come principale obiettivo far conoscere alle persone il nostro modo di fare impresa e il lavoro quotidiano delle persone di Mulino Bianco, teso al miglioramento continuo dei propri prodotti sotto il profilo della 'qualità totale', cioè del gusto e della sicurezza, del contributo al benessere delle persone, tenendo sempre presente quello del pianeta.

Ci sono delle differenze messe in atto nelle politiche green sul mercato italiano rispetto a quello estero?
Barilla opera ovunque seguendo gli stessi principi e le stesse politiche di rispetto dell’ambiente. In alcuni casi vengono aperti dei “progetti pilota” su alcune brand o stabilimenti produttivi che fanno da apri-strada al resto della company.
Ad esempio Mulino Bianco è stata la prima marca per la quale, già dal 2009, abbiamo scelto di utilizzare solo energie provenienti da fonti rinnovabili come ma questa soluzione è già stata replicata in Svezia e Germania, nelle fornerie che danno vita ai prodotti Wasa e presto saranno una realtà in ogni ambito produttivo dell’azienda. Un altro esempio è lo sviluppo del nuovo packaging dei biscotti cotti al vapore, i primi sacchetti che,  pur mantenendo inalterata la protezione della qualità e della fragranza dei biscotti, sono riciclabili nella carta, soluzione tecnica che a brevissimo sarà applicata a tutta la gamma biscotti di Mulino Bianco.


Roberta Masella



I soggetti nascono da un’idea creativa dell’art director Maria Piccinini e della copywriter Emilia Sernagiotto, con la direzione creativa di Rachele Proli e la direzione creativa esecutiva di Sergio Rodriguez, e sono prodotti da BRW Filmland con la regia di Marco Belloni e Giovanni Consonni.



















LEGGI GLI APPROFONDIMENTI DELL’ARTICOLO!
 Rosita
Redazione MyMarketing.Net
ACCEDI O REGISTRATI PER LASCIARE UN COMMENTO

Commenti: 0
5 ARTICOLI CORRELATI
MEDIA - 28/03/2011
I ‘trucchi‘ del sapere
MEDIA - 01/03/2011
Sky e il calcio più bello. Riflessioni post evento
BRANDING - 23/04/2011
Coca-Cola vs Pepsi
FOCUS ON - 16/02/2011
Forum della Comunicazione Digitale 2011
BRANDING - 02/03/2011
Un Tram Lilla per riscoprire la tenerezza
 
 

Business Video