Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL
14/09/2012  Versione per la stampa Share it   Condividi su Facebook

Un anno di bellezza

Nella società moderna, che poggia uno dei suoi pilastri fondamentali sull'immagine, il settore della cosmesi non conosce crisi. Tutto il mercato che cura la bellezza del corpo resiste ai tempi sfavorevoli, incrementando anzi il settore e i guadagni. Quindi, se moltissime star si lanciano in questo fruttuoso mondo (tra gli ultimi, Lady Gaga), un motivo ci sarà. Una realtà vivente italiana, che negli ultimi mesi ha conosciuto un grossissimo successo, è quella di GlossyBox Italia.

Lanciata in Italia ad ottobre 2011, questa sorprendente start-up ha conquistato, nel giro di quasi un anno, un seguito sorprendente: più di 25.000 fan su Facebook, 450.000 visite al sito, oltre 1.200.000 utenti/mese sul sito glossybox.it e più di 500.000 views generate solo da recensioni Youtube. Con un abbonamento di 14 euro al mese, il cliente può infatti ricevere, a casa sua, un beauty box con 5 prodotti ogni mese diversi; l'azienda, nei suoi primi mesi di vita, ha stretto contatto con oltre 400 case cosmetiche. GlossyBox è stata la prima a portare questo innovativo business in Italia: l'idea, nata da due studentesse di Harvard, rappresenta l'anello di congiunzione tra cliente e azienda cosmetica, inaugurando un florido mercato di e-commerce nel campo della cura per il corpo. La clientela si presenta giovanissima: le abbonate, vere e proprio beauty addicted, che spendono molto più del resto della popolazione in campo cosmetico, vanno in maggioranza dai 20 ai 45 anni.

GlossyBox si dimostra dunque giovane. Non solo, però, dal punto di vista aziendale: il 90% del team è composto infatti da giovani sotto i 30, con una percentuale schiacciante di componenti femminili (70%). GlossyBox si dimostra innovativa anche nel campo del lavoro, in un periodo in cui l'occupazione giovanile e le quote rosa italiane non stanno vivendo un buon periodo (maglia nera europea in entrambi in campi). Un'azienda giovane, pensata dai giovani per i giovani: questo a partire dal CEO, Maria Elena Caruso, classe '82, che a soli 30 anni, con un Master in Business Administration presso l'Università Bocconi e numerose esperienze lavorative alle spalle, ha portato nel nostro paese il nuovo concetto di beauty subscription e-commerce, creando il primo player nel mercato italiano.



Redazione MyMarketing.Net
ACCEDI O REGISTRATI PER LASCIARE UN COMMENTO

Commenti: 0
5 ARTICOLI CORRELATI
BRANDING - 23/04/2011
Il tricolore esplode in adv
BRANDING - 12/06/2011
Un rinoceronte a pois per dare nuovo slancio al brand
BRANDING - 23/04/2011
Coca-Cola vs Pepsi
BRANDING - 29/05/2011
Fiat 500 by Gucci
BRANDING - 06/09/2010
Fiberceutic di L’Oréal Professionnel
 
 

Business Video