Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL
17/04/2009  Versione per la stampa Share it   Condividi su Facebook

Il Mes de Chile

internet


Uniti da culture simili e scambi commerciali importanti, l’affinità elettiva tra il Cile e l’Italia si consolida a Milano nell’iniziativa ‘Mes de Chile’: un intero mese, dal 14 aprile al 14 maggio, dedicato alla nazione cilena in terra italiana, allo scopo di promuovere e rafforzare i rapporti tra i due Stati.
Organizzato da Pro|Chile, organismo del Ministero degli Affari Esteri del Cile, per la promozione delle esportazioni, il progetto si articola in una serie di incontri relativi alle potenzialità di sviluppo economico sostenibili, seminari, momenti di arte e letteratura, degustazioni di piatti tipici locali , visite tecniche e incontri bilaterali con l’obiettivo di rafforzare il vincolo tradizionale tra le due Nazioni.

"Il nostro Paese è impegnato in una decisa opera di apertura delle frontiere sia in entrata sia in uscita. Dopo gli anni di chiusura della dittatura, siamo convinti che il recupero possa avvenire soprattutto grazie agli scambi internazionali. Ecco perché sono molto felice di presentare questa iniziativa che si pone l’obiettivo di consolidare ancora di più la già intensa collaborazione italo-cilena. Attualmente, lo scambio commerciale fra il Cile e l’Italia è oltre di 4 miliardi di dollari, e il Cile è il principale fornitore di questo paese di rame, uva e kiwi, fra altri prodotti” - Con queste parole l’Ambasciatore cileno, Cristian Barros è intervenuto alla conferenza stampa, sottolineando la volontà di incrementare e rinforzare le già numerose partnership commerciali esistenti tra Cile e Italia. Il capoluogo lombardo diviene per un mese capitale del Cile, veicolandone, grazie al know how professionale, le tradizioni, i sapori, e i valori.

Il Cile è un paese che conta il numero maggiore di accordi commerciali al mondo (ben 59), nel contesto mondiale ben si adatta la definizione di nazione economicamente e politicamente stabile, avendo superato lo status di ‘paese in via di sviluppo’. Avendo arricchito notevolmente il suo libero commercio negli ultimi 20 anni, conserva ancora oggi un dinamico interscambio con più di 60 economie, tra le quali l’Italia, che si configura come partner di primo livello nel continente europeo. Le relazioni tra i due Paesi sono molto interessanti dal punto di vista commerciale, poiché mentre il Cile esporta soprattutto commodities ed acquista tecnologie, l’Italia, viceversa, importa materie prime ed esporta servizi e prodotti industriali.

In questa occasione il Cile porta a Milano 30 aziende dei più diversi settori di beni e servizi. Esportatori di frutta fresca e di prodotti di mare, una grande varietà di prodotti alimentari, progetti di investimenti per ridurre i gas che provocano l’effetto serra, diverse case editrici.

Come dichiarato da Andrea Bonalumi, Dirigente programmi per l’internazionalizzazione in America Centromeridionale e servizi innovativi e informativi Promos “questa iniziativa può avvicinare le due realtà, le culture e i sistemi economici”.
Pier Andrea Chevallard, Direttore di Promos aggiunge: “Il Cile, come dimostra l’incremento di quasi il 6% di esportazioni dalla Lombardia dal 2007 al 2008, è terreno fertile per nuove opportunità di business per le nostre imprese. Per questo motivo riteniamo importanti iniziative come il “Mes de Chile” a Milano, che contribuiscono a far conoscere paesi lontani nello spazio, ma vicini per interessi ed opportunità commerciali”.

Anche dal punto di vista culturale i numeri non si fanno attendere: sono ben 40 le case editrici italiane che hanno tradotto libri di autori cileni, al recente Festival di Torino è stato premiato il regista cileno Pablo Larrain con il film ’Tony Manero’. La cultura cilena attraverso i suoi scrittori, i suoi film e gli artisti contemporanei sarà presentata nei luoghi più rinomati della città di Milano. Per coltivare l’amicizia tra i due Paesi, la cucina cilena poi avrà un ruolo rilevante, con i suoi gusti caratteristici e i suoi vini dal sapore intenso.

L’iniziativa è stata realizzata con l’appoggio dell’Ambasciata Cilena italiana, in collaborazione, con l’ufficio culturale della Ambasciata del Cile, del Consolato Generale del Cile a Milano e della rappresentanza della Corporazione di Fomento (Corfo) in Italia.

Date queste premesse, pochi non scommetterebbero sul successo del gemellaggio Cile – Italia.

Serena Poerio



ACCEDI O REGISTRATI PER LASCIARE UN COMMENTO

Commenti: 0
5 ARTICOLI CORRELATI
INTERNATIONAL - 25/11/2015
Simboli nazisti a New York: la campagna di Amazon
INTERNATIONAL - 06/10/2015
Moda&Lusso, una crescita a livello mondiale
INTERNATIONAL - 12/11/2010
Come l’India sta influenzando l’innovazione globale
INTERNATIONAL - 22/01/2009
MAROCCO: Sempre più interesse per il ‘Made in Italy’
INTERNATIONAL - 24/10/2010
Prepaid Summit Europe 2010
 
 

Business Video