Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL
23/01/2009  Versione per la stampa Share it   Condividi su Facebook

Lovable: quando la femminilità ’comunica’

Intervista ad Anna Ricotti, Direttore Marketing Lovable

In che modo si può parlare di ’branding’ parlando di ’femminilità’? Lovable è un marchio storico e da sempre legato al concetto di femminilità. Credo di poter dire che non c’è donna in Italia che non conosca Lovable e che non abbia provato i nostri prodotti.
Certo anche per un brand noto e amato come Lovable comunicare è fondamentale e soprattutto continuare a fare branding sul target giovane che spesso è anche il meno fedele.
Questo è quello che abbiamo fatto a partire da fine 2008. Abbiamo fatto un grosso investimento, siamo stati on air con una campagna stampa e affissione (il cui claim era ’adorable, desiderable, lovable’ ) pianificata da Polaris e realizzata da Auge. Per la campagna stampa che si è conclusa a dicembre abbiamo investito un budget lordo di circa 1,6 milioni di euro, e abbiamo pianificato sui principali femminili, nonchè in affissioni per un budget lordo di 4 milioni. Si è trattato a tutti gli effetti di una campagna di marca con lo scopo di dare una sferzata di energia al brand e fare brand awareness.
 
Finora ci ha parlato di comunicazione classica, Lovable pensa di abbracciare anche a nuovi strumenti di comunicazione? Assolutamente si. Sempre con l’obiettivo di rinnovarci e di sostenere la nostra nuova immagine abbiamo lanciato a novembre il contest online e il rispettivo minisito (il tutto sviluppato e realizzato da Connexia) www.lovableandyou.com. La dinamica di gioco è davvero semplice (c’è tempo fino al 10 febbraio per partecipare!): le utenti sono chiamate a realizzare un video in cui spiegano quando si sentono desiderabili e cosa per loro è adorabile, file rouge che lega il contest al claim della nuova campagna adv: ADORABLE/DESIRABLE/LOVABLE. I video amatoriali saranno inviati alla redazione del contest e una volta online le utenti potranno votarli e commentarli.
Più voti si ricevono e più alta è la possibilità di vincere. E in palio visto che le donne sono prima di tutto ’emozione’ abbiamo pensato di mettere come primo premio una giornata da protagonista su un set fotografico e quindi la possibilità di tornare a casa con degli scatti d’autore.
Il progetto è molto ’integrato’ in realtà. Abbiamo infatti coinvolto anche delle blogger donna che ispirandosi alla lingerie Lovable scrivessero di noi.
Crediamo che il risultato sia stato buono, ne hanno scritte delle belle!
 
Quindi mai smettere di comunicare anche per un brand forte come Lovable.
Assolutamente si, mai smettere di comunicare. Affermarsi sul mercato sulla scia di una moda o tendenza non è difficile se si conoscono e quindi usano gli strumenti giusti, la cosa davvero difficile è mantenere nel tempo il proprio ruolo, posizionamento e quindi anche la relazione con il cliente. Soprattutto per un prodotto femminile. Le donne si sa bene comprano anche sulla scia ’dell’emozione’ e la comunicazione oggi più che mai gioca un ruolo fondamentale nella creazione dell’engagement nell’esperienza di marca. 

Angela D’Aprile



ACCEDI O REGISTRATI PER LASCIARE UN COMMENTO

Commenti: 0
5 ARTICOLI CORRELATI
MANAGEMENT - 07/11/2012
Kotler: 'L'Italia ha dimenticato il marketing'
MANAGEMENT - 19/01/2016
La Business Mobility nel mondo
MANAGEMENT - 10/02/2011
Customer Equity, ma attenti alla competizione
MANAGEMENT - 18/01/2016
Il futuro dell‘ecommerce
MANAGEMENT - 12/07/2010
Il web 2.0 non convince i marketing manager
 
 

Business Video