Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL
26/05/2009  Versione per la stampa Share it   Condividi su Facebook

Un approccio strategico al Social Media Marketing

In questi mesi si parla sempre più spesso di Social Media, citando il successo di siti come Facebook e Twitter per attirare l’attenzione degli uomini (e donne) del marketing. Le aziende cominciano a rendersi conto che il fenomeno è diventato di massa e non può più essere ignorato. Sebbene i numeri di questo web 2.0 siano incredibilmente grandi (basti pensare ai 200 milioni di utenti di Facebook) le aziende sono ancora titubanti sul come approcciare questa realtà.
Il motivo è da ricercarsi nella confusione che spesso si genera tra “mode” e “trend”. Le mode passano velocemente: ieri c’era Second Life, oggi si parla di Facebook e domani si tratterà di Twitter. In un mondo dove le tecnologie cambiano così rapidamente viene difficile pensare a delle scelte di marketing sicure e di lungo respiro.

Quello che bisogna cogliere invece è il “trend” del web: meno evidente, ma molto più rassicurante. Tutti questi siti hanno una caratteristica in comune: nascono per stimolare la conversazione tra gli utenti, e creare relazioni tra clienti e brand. In massima sintesi è questa l’essenza del web 2.0.
Una volta compresa l’importanza e le peculiarità di questo nuovo modello di consumo è opportuno avere una metodologia di riferimento per individuare le opportunità che i Social Media offrono per il proprio brand. Il seguente modello si basa su quanto proposto da Charlene Li e Josh Bernoff di Forrester research.

Persone

Concentrarsi innanzitutto sui propri “clienti”. I Social Media si basano sulla partecipazione delle singole persone. E’ quindi essenziale capire i comportamenti che propri clienti hanno online (condivisione di foto, condivisione di esperienze relative al prodotto, condivisione di consigli relativi al prodotto).

Obiettivi

Individuare gli obiettivi di marketing che i Social Media devono aiutare a raggiungere. Avere una presenza su Facebook come brand, o creare il proprio Social Network è inutile se non si hanno chiari gli obiettivi dell’iniziativa, e le modalità di misurazione del ROI.

Strategia

Individuare ed attuare una strategia è altrettanto cruciale. I Social Media sono un mondo nuovo, per tutti, anche per gli addetti ai lavori. Un buon metodo è sicuramente quello di sperimentare passo-passo, dedicando progressivamente più risorse dell’azienda a questo tipo di marketing e comunicazione. Le aziende più all’avanguardia stanno infatti creando dei dipartimenti di marketing specializzati sui Social Media.

Tecnologie

Una volta compresi i bisogni e le attitudini dei propri clienti, ed aver definito una strategia degli obiettivi misurabili ci si confronta con le varie tecnologie. Un prodotto può avere una presenza su Facebook, come anche aprire un Blog, creare un canale su YouTube o lanciare un proprio Social Network.

Interessante notare come la tecnologia sia stata messa per ultima. La tecnologia deve essere vista dalle aziende solo come un “mezzo” e non una “destinazione”. Quello che conta è concentrarsi sulla “relazione” con i propri clienti, ed il modo in cui queste tecnologie potenziano questo legame. Stare al passo con i cambiamenti di Internet è difficile anche per chi fa questo di lavoro. Tuttavia quello che si richiede veramente alle aziende oggi non è tanto conoscere l’ultima moda online, quanto comprendere il profondo cambio di paradigma e di modelli di consumo che queste tecnologie stanno portando.

Andrea La Mesa



ACCEDI O REGISTRATI PER LASCIARE UN COMMENTO

Commenti: 0
5 ARTICOLI CORRELATI
MEDIA - 06/02/2009
Edilportale Marketing Awards 2009
MEDIA - 28/03/2011
I ‘trucchi‘ del sapere
MEDIA - 01/03/2011
Sky e il calcio più bello. Riflessioni post evento
MEDIA - 08/10/2010
Affermare la Marca sui Mercati Esteri: quando il SEO (posizionamento sui motori di ricerca) aiuta il “branding online”
MEDIA - 13/11/2010
Comunicato stampa visibile su Google? 5 facili trucchi a costo zero!
 
 

Business Video