Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL
11/12/2009  Versione per la stampa Share it   Condividi su Facebook  versione inglese

E-mail sotto l’albero

Il periodo delle feste di fine anno è un momento ideale per dialogare con i vostri contatti e ottenere risultati in termini di conversioni, in particolare se avete offerte che possono rispondere alla problematiche universali del periodo: non solo “Che cosa regalare?” Ma anche “Che cosa cucinare?” o “Dove passare le vacanze? Oppure “Che cosa indossare la notte dell’ultimo dell’anno?”

Peccato che la maggior parte dei brand, vostri concorrenti inclusi, facciano questo stesso ragionamento. Gli utenti sono particolarmente sovrasollecitati, ricevono molto probabilmente più e-mail e più offerte del solito. Quindi, come fare la differenza?
 
Come sempre nell’e-mail marketing, tutto parte dal database.
 
Le Feste sono un buon momento per acquisire  nuovi contatti dal vostro sito, soprattutto se avete offerte legate al Natale. Rendete ancora più visibile e semplice l’iscrizione alla vostra newsletter. Proponete alcune promozioni solo agli iscritti alla newsletter, in modo da premiare chi si è già iscritto e motivare chi lo deve ancora fare. Inoltre, se il contenuto delle vostre newsletter è realmente vantaggioso, in questo periodo la condivisione tramite la funzione “Invia a un amico” potrebbe portare buoni risultati.
 
Con le Feste potete anche valutare quanto siano realmente attivi i vostri contatti. Per esempio, sapete chi ha comprato o convertito l’anno scorso? In tal caso potreste pensare di premiare la fedeltà, offrendo vantaggi particolari a questo segmento. Oppure, avete identificato gli utenti inattivi, che non hanno aperto o cliccato, durante gli ultimi mesi? Tentate di riattivarli con una comunicazione ad hoc legata al periodo.
 
Per essere notati nelle inbox, prestate particolare attenzione all’oggetto delle vostre e-mail, che in gran parte determinerà le aperture. Chiedetevi qual è il vero valore del vostro messaggio, pensando soprattutto a quali soluzioni proponete all’utente natalizio. La più ovvia è quella delle idee regalo, che sono ancora più efficaci se già segmentate. Quest’anno stanno emergendo sui siti americani applicazioni che, in funzione di determinati criteri, permettono di individuare il regalo perfetto. Ragionate quindi in questi termini: regali per budget (10 offerte sotto € 30, € 50, € 100), per target (per lei, per lui, per età, ecc), per interessi o per personalità.
 
In termini di contenuto, la più grande tentazione sarà quella di spedire messaggi con decine di offerte per cercare di proporre e vendere un po’ di tutto. I vostri lettori avranno ancora meno tempo del solito per leggere la vostra e-mail e decidere: i vostri messaggi dovranno essere chiari e di facile comprensione. Nelle e-mail che contengono varie offerte è importante organizzare il contenuto in vari livelli di lettura ben evidenziati, per distinguere facilmente il messaggio principale, le offerte in evidenza (per esempio, con immagini e/o maggiori dettagli) ed infine una serie di quick link con invito a scoprire il resto sul sito.
 
Inoltre, durante questo periodo si possono incentivare le vendite multiple, perché è ragionevole che una stessa persona debba fare vari acquisti. Premiate quindi chi compra più di un articolo.
 
Pensate anche a risolvere il problema comune dei regali last minute: date garanzia sui tempi di consegna, programmate un’ultima spedizione anche a ridosso del Natale ed eventualmente dopo, per chi ha ancora regali da fare dopo il 25.
 
Se per ragioni commerciali improvvisamente avete deciso di aumentare la frequenza dei vostri invii, passando per esempio da una newsletter mensile a messaggi settimanali, il rischio è di vedere un incremento nel tasso di disiscrizione, o peggio ricevere segnalazioni come spam. Una soluzione può essere l’introduzione di un unsubscribe temporaneo: per esempio, date agli utenti che hanno già prenotato il loro viaggio la possibilità di non ricevere le successive offerte del periodo e di rientrare in mailing list a gennaio.
 
 Inoltre, spiegate perché state inviando più messaggi: perché avete offerte imperdibili!
 
Ma non finisce tutto a gennaio! 
  • ringraziate chi ha acquistato (e flaggate chi l’ha fatto per dedicare loro operazioni ad hoc l’anno prossimo), con una semplice e-mail di auguri, non commerciale
  • fidelizzate i vostri nuovi contatti con una welcome series per raccontare meglio chi siete e che cosa fate
  • chiedete feedback tramite un sondaggio in modo da capire come potete migliorare la vostra offerta e il vostro modo di comunicare
  • pensate già a come organizzare il vostro programma dell’anno prossimo, da ottobre però!  
 


ACCEDI O REGISTRATI PER LASCIARE UN COMMENTO

Commenti: 0
5 ARTICOLI CORRELATI
MEDIA - 06/02/2009
Edilportale Marketing Awards 2009
MEDIA - 28/03/2011
I ‘trucchi‘ del sapere
MEDIA - 01/03/2011
Sky e il calcio più bello. Riflessioni post evento
MEDIA - 08/10/2010
Affermare la Marca sui Mercati Esteri: quando il SEO (posizionamento sui motori di ricerca) aiuta il “branding online”
MEDIA - 13/11/2010
Comunicato stampa visibile su Google? 5 facili trucchi a costo zero!
 
 

Business Video