Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL
07/01/2010  Versione per la stampa Share it   Condividi su Facebook

Digital Signage…che lo show abbia inizio!

 
Le vie della comunicazione sono infinite. I vecchi media preparano la strada ai nuovi, legandosi ad essi e determinando la creazione di forme ibride e spettacolari. Sotto la definizione di ‘digital signage’ sono raggruppate tecniche disparate, che hanno prodotto significative esperienze per il mondo della pubblicità commerciale e istituzionale.  Il libro di Daniele Tirelli esamina una serie di novità tecnologiche che incidono fortemente sulla realtà che percepiamo intorno a noi. Siamo solo all’inizio di un fenomeno che inciderà sulla vita quotidiana di centinaia di milioni di consumatori, sollecitati da ogni parte dalla crescente spettacolarizzazione delle immagini ottenute dalla grafica digitale. Basta pensare ai muri degli edifici, sia interni che esterni, ricoperti da veri e propri mosaici elettronici, che ripropongono la pubblicità attraverso mille luci. ‘Digital Signage - l’immagine onnipresente’ propone una revisione totale delle strategie di comunicazione della marca e stabilisce un utile collegamento tra l’analisi dell’estetica di questo nuovissimo media, il digital signage e gli aspetti finanziari e tecnologici degli innumerevoli progetti già messi in atto su ampia scala.
 
Il nuovo media rende possibile la creazione e l’esposizione delle immagini in qualsiasi luogo possano catalizzare l’attenzione del consumatore. Palazzi, luoghi di passaggio pubblici e privati diventano essi stessi portatori di un messaggio pubblicitario. Cambia la percezione dello spazio e del consumo. Si prefigura un mondo pieno di parole, figure e colori effimeri, volti a catturare il nostro sguardo nei momenti diversi della giornata. Vivere in un simile ambiente che sollecita i nostri sensi in modo esponenziale potrebbe non essere gradito a tutti, ma queste infinite stimolazioni fanno già parte del nostro futuro.Si legge nella prefazione  «La pubblicità ricoprirà con la sua ‘pelle’ luminosa le facciate degli edifici e delle grandi strade, apparirà e scomparirà persino sulle toilette dei fast- food, viaggerà appollaiata sul tetto dei taxi oppure appiccicata alle magliette dei ragazzi».
 
Si tratterà di assistere ad un ‘advertising show’ , che andrà in onda tutti i giorni 24 ore su 24 intorno a noi. Il digital signage sta diventando negli Usa, ma anche in numerosissimi altri Paesi, un media alternativo e, allo stesso tempo, complementare alla tv, alla carta stampata e a internet.
 
Sarà come vedere una New York a Milano, Roma o Parigi. E se non siete pronti per un simile ‘attacco’ mediatico, potete ripararvi nell’opinione dei più ottimisti, che vedono in questa rinnovata capacità di giocare con la luce, le forme e i colori una possibilità offerta per accrescere la nostra capacità di apprendere e stupirci.
 
Serena Poerio


ACCEDI O REGISTRATI PER LASCIARE UN COMMENTO

Commenti: 0
5 ARTICOLI CORRELATI
MEDIA - 06/02/2009
Edilportale Marketing Awards 2009
MEDIA - 28/03/2011
I ‘trucchi‘ del sapere
MEDIA - 01/03/2011
Sky e il calcio più bello. Riflessioni post evento
MEDIA - 08/10/2010
Affermare la Marca sui Mercati Esteri: quando il SEO (posizionamento sui motori di ricerca) aiuta il “branding online”
MEDIA - 13/11/2010
Comunicato stampa visibile su Google? 5 facili trucchi a costo zero!
 
 

Business Video