Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL
11/02/2009  Versione per la stampa Share it   Condividi su Facebook

PowerMeter

 

Le tecnologie digitali per mantenere il sistema elettrico ad uno standard uniforme e ridurre il consumo energetico.
E’ il nuovo business di nicchia, ma in grande crescita, della ’’rete intelligente’’, nel quale annuncerà il suo ingresso Google. La notizia è riferita dal New York Times. La compagnia di Mountain View ha sviluppato un servizio internet gratuito chiamato PowerMeter che i consumatori possono utilizzare per seguire l’andamento dell’uso di energia in casa o nelle loro attività lavorative in tempo reale.

Google conta poi sulla collaborazione di altri soggetti per costruire i dispositivi necessari a immettere dati all’interno della tecnologia Power Meter. La società spera di cominciare a introdurre il servizio nei prossimi mesi, ma non ha ancora stabilito partnership con alcun produttore di hardware.
’’Non possiamo costruire questo prodotto completamente da soli - ha detto Kirsten Olsen Cahill, un programmista informatico di Google.org, il braccio filantropico della compagnia - Dipendiamo da un intero sistema di società di pubblici servizi, costruttori di apparati e  politiche che dovrebbero permettere ai consumatori di conoscere l’uso di energia nelle loro case e prendere decisioni energetiche più intelligenti’’.

Intanto in Svizzera è stato appena lanciato un programma alternativo per ridurre le emissioni di anidride carbonica. D’ora in poi infatti la CO2 causata dal trasporto di lettere e pacchi nel Paese elvetico e all’estero potranno essere compensate. La Posta propone infatti ai suoi clienti di pagare un supplemento ’per il clima’, che varierà da uno a dieci centesimi secondo il paese di destinazione.
Questa offerta è disponibile sia agli sportelli sia su Internet tramite l’acquisto di francobolli elettronici (WebStamp), ha indicato in una nota il gigante giallo. La Posta investirà il supplemento ricavato da questo servizio in due modi differenti: da un lato, acquisterà certificati di riduzione di CO2 e, dall’altro, finanzierà appositi progetti che prevedono la costruzione di parchi eolici e impianti solari.  L’ex regia federale ha inoltre deciso di dare l’esempio ai suoi clienti compensando l’energia generata dalla spedizione della corrispondenza interna.


Rossella Ivone



ACCEDI O REGISTRATI PER LASCIARE UN COMMENTO

Commenti: 0
5 ARTICOLI CORRELATI
BRANDING - 23/04/2011
Il tricolore esplode in adv
BRANDING - 12/06/2011
Un rinoceronte a pois per dare nuovo slancio al brand
BRANDING - 23/04/2011
Coca-Cola vs Pepsi
BRANDING - 29/05/2011
Fiat 500 by Gucci
BRANDING - 06/09/2010
Fiberceutic di L’Oréal Professionnel
 
 

Business Video