Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

Consumi responsabili, imprese responsabili

Del: 23/06/2005

Gli italiani e i consumi responsabili: quale rapporto li lega? I cittadini sono sensibili all’eticità delle imprese?

Lo analizzato l’Osservatorio Operandi, lo strumento lanciato da Ethos per monitorare i comportamenti e gli atteggiamenti dei cittadini italiani e degli stakeholder rispetto al fenomeno del consumo responsabile e della responsabilità sociale d’impresa.

Dall’indagine è risultato che dal 2004 ad oggi l’acquisto di prodotti e servizi con una componente strutturale esplicitamente sociale è cresciuto dell’80% (da 32,8% a 59,1%) ed è diventato un fenomeno trasversale.

Sono soprattutto i prodotti socialmente responsabili, quelli cioè che devolvono parte del prezzo a cause sociali e quelli equo-solidali stimolare maggiormente gli acquisti degli italiani, che stanno dimostrando interesse sempre crescente anche verso gli strumenti etici di pagamento, come le carte di credito che devolvono una percentuale delle commissioni a cause benefiche o i fondi etici di pagamento.

Per la popolazione italiana la prima caratteristica di un’azienda socialmente responsabile si conferma la tutela dell’ambiente (79,8%), solo in secondo piano emerge l’importanza del benessere dei propri dipendenti (71,3%), seguita dalla creazione di occupazione e dall’attenzione a non trasferire la produzione in Paesi in cui la manodopera è a basso costo.

Sulla base degli atteggiamenti nei confronti di uno stile di vita responsabile (acquisto di prodotti etici, volontariato, donazioni), accanto agli indifferenti e ai pragmatici, vi è una nuova categoria di cittadini: i sostenitori (36,3% della popolazione) che fanno della responsabilità sociale un vero e proprio lifestyle; a far parte di questa categoria sono soprattutto le giovani donne, abitanti nel Nord e con un elevato livello culturale.

Quanto agli stakeholder, l’86,7% ritiene la responsabilità sociale d’impresa un vantaggio per l’azienda sia in termini d’immagine (52,4%) che in termini economici (31,9%);la RS ha peraltro anche un costo (economico ed organizzativo 55,7%) che tuttavia viene considerato un investimento (50,2%).

Tra gli strumenti di responsabilità sociale d’impresa più efficaci sono considerate le politiche sociali per i dipendenti (59,3%), il codice etico (56%) e il bilancio socio-ambientale (53,7%).

Anche per gli stakeholder, le aziende responsabili si misurano in termini di attenzione alla tutela ambientale (90,6%) e alle politiche per i dipendenti (80,5%).

Per approfondire la ricerca, clicca sull’allegato!


Allegati:
Osservatorio ethos

 
 

Business Video