Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

Co-marketing sportivo: CartaSì-Fit

Del: 14/07/2005

E’ ormai assodato come le sponsorizzazioni permettano alle organizzazioni sportive di reperire quelle risorse finanziarie indispensabili all’attuazione della programmazione tecnica e gestionale. Sempre più spesso il semplice accordo tra sponsor e sponsee si sta evolvendo in una strategia di co-marketing.

Recentemente Sergio Cherubini, uno dei massimi esperti del settore in Italia, ha definito il co-marketing sportivo come "un processo di lungo periodo, non occasionale, grazie al quale due o più soggetti, uno dei quali naturalmente sportivo, si leghino attraverso una partnership che dia seguito a due o più operazioni di marketing per raggiungere i propri obiettivi, anche diversi ma compatibili. Si tratta di attivare delle sinergie che soddisfino il consumatore finale e la società coinvolta".

In quest’ottica si colloca l’operazione che la Federazione Italiana Tennis ha attuato con CartaSi e che ha portato alla creazione della CartaSi FIT.
Obiettivo della partnership è quello di aumentare il numero di tesserati dando loro la possibilità di accedere a nuovi servizi e godere di un pacchetto di benefit, riservati in esclusiva, che renderanno estremamente conveniente l’iscrizione.

Il metodo di tesseramento elaborato dalla Federazione Italiana Tennis e da Servizi Interbancari insieme con EDS, il colosso americano giunto al quarto anno di collaborazione con la FIT nel settore dell’ Information Tecnology, è il frutto di un accordo di co-marketing sportivo.
Attorno alla CartaSi FIT ruota dunque un progetto imperniato su un triplice asse:
» il rinnovamento dei processi di tesseramento federale attraverso l’impiego di uno strumento tecnologico che non sia più soltanto un documento di identificazione, ma, grazie al microchip che contiene, diventi anche un contenitore di informazioni aggiuntive sul titolare, senza trascurare il forte senso di “bandiera” che genererà in chi, impiegandola, avrà modo di sottolineare la propria appartenenza al mondo del tennis italiano
accesso ai vantaggi riservati ai possessori della card, grazie agli accordi stretti dalla FIT con alcune tra le più grandi aziende, nazionali
e globali, leader dei rispettivi settori merceologici. Un pacchetto di beni e servizi di valore talmente superiore a quello del costo della tessera federale da rendere l’appartenenza alla FIT non solo praticamente gratuita, ma addirittura conveniente
servizio reso ai circoli, che a loro volta godranno di vantaggi e servizi. La CartaSi FIT è emessa sul circuito VISA da Servizi Interbancari- che conta quasi 8 milioni di clienti- e viene realizzata in tre tipologie: “Classic”, “Business” e “Eura prepagata”.

Per incrementare la forza della CartaSi FIT si è pensato di offrire benefit di livello, con un prezzo assolutamente in linea con il mercato e vantaggi sia in termini qualitativi sia di prezzo.
In questo modo i circoli affiliati potranno godere di commissioni ridotte sulle operazioni effettuate da parte dei Servizi Interbancari, di un check-up gratuito degli impianti energici da parte di ENEL, di convenzioni e tariffe studiate ad hoc per traffico dati a banda larga e voce.
Per i tesserati, invece, sono stati studiati dei vantaggi che vanno dalla telefonia mobile e fissa ai viaggi, dai buoni sconto per acquisti di materiale sportivo e per autonoleggi ai servizi assicurativi personalizzati.

Attualmente partecipano a questa iniziativa imprese AVIS, Ferrovie dello Stato, Best Western, Broker On Line, Genialloyd; si segnalano poi trattative molto avviate con altre aziende come Cisalfa e Wind.

L’indiscusso vantaggio di cui possono godere le aziende che partecipano al progetto consiste nella possibilità di proporsi con i loro prodotti e servizi agli appassionati di tennis, i quali possono diventare, se non lo sono già, nuovi consumatori.

Questo assicura alle imprese non solo maggiori ricavi, ma anche nuove opportunità di comunicazione e maggiore conoscenza del marchio.

L’ articolo è tratto dalla tesi di laurea “Il marketing sportivo: la strategia della FIT” di Mario Di Stasio.

 
 

Business Video