Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

Coccinelle, strategia di rilancio

Del: 20/07/2005

Lavorare sull’etica e sulla cura dei propri prodotti, suscitando emozioni, per entrare nella categoria dei lovemarks (i marchi a cui si è legati da una relazione affettiva, capaci di instaurare un senso di lealtà nell’acquirente): Coccinelle punta su una filosofia chiara e di ampio respiro per rivedere la propria mission.

 “Abbiamo voluto improntare la nostra corporate identity su un’immagine rinnovata- commenta Angelo Mazzeri, amministratore delegato Coccinelle- incentrando la nostra strategia su un triplice asse: gratificare il target di riferimento, le donne; affrontare i mercati internazionali in maniera più impattante e coordinata; lavorare con umiltà a fianco dei nostri collaboratori, circa 650 tra interni ed esterni.”

Operare sul punto vendita è stato il primo step affrontato dai vertici dall’azienda emiliana: forte di 1500 pdv multimarca e 39 negozi monomarca (15 all’estero e 42 italiani), il brand è prossimo a sbarcare in due città strategiche per il sistema moda, Tokio e Londra, dove nel 2006 sono previste due aperture, mentre quest’anno Coccinelle saranno inaugurati i negozi di Palermo, Messina e Pescara.

 “Il 2004 si è chiuso con un fatturato di 50 milioni di euro, con il 16% in più rispetto all’anno precedente, cifra destinata ad aumentare nel prossimo triennio- sottolinea Mazzeri- grazie soprattutto all’accelerazione del processo di internazionalizzazione del marchio. Contiamo di arrivare al 52% dell’incidenza del mercato export contro l’attuale 35%.
Da cinque anni il concept dei nostri pdv è lo stesso, ma è già in corso il progetto per il nuovo negozio Coccinelle, che darà un’immagine rinnovata, più dinamica e internazionale al marchio”.
La prima versione del nuovo pdv sarà inaugurata a Milano, in via Manzoni, il prossimo anno, anche se la direzione dell’azienda è lavorare nel multimarca, con la creazione di negozi Coccinella in cui convivano anche altri brand.

In questo senso si collocano l’accordo di licenza triennale con il Gruppo Sixty, per la produzione e distribuzione delle borse Miss Sistxy a partire dalla prossima collezione autunno- inverno e l’accordo con un atelier artigianale del centro Italia, che rappresenterà un laboratorio di tendenze per giovani stilisti e designer, i cui prodotti saranno distribuiti nei negozi Coccinelle.

Ma a rendere tangibile la nuova filosofia del gruppo, la rivisitazione del logo e una nuova campagna pubblicitaria, curata dall’agenzia Saatchi&Saatchi, on air da agosto sulla stampa dei principali mercati di Coccinelle- Italia, Germania, Spagna e Regno Unito- per un investimento di 100 mila euro: atmosfere che sembrano prese da un libro di fiabe, protagonista un bosco incantato e due donne che con le loro “Coccinelle” suscitano il desiderio delle fate, ma- come recita il claim- le borse Coccinelle sono “vietate alle fate”, quasi a strizzare l’occhio al target di riferimento, donne concrete e vitali.

 “Il nostro sogno è comunicare la moda e le tendenze in modo non stereotipato- conclude l’AD- per diventare un punto di riferimento nella mente delle donne di oggi, alla ricerca di uno stile semplice e in linea con le loro esigenze”.

                                                                  Rossella Ivone

 
 

Business Video