Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

Il centro commerciale Bullring

Del: 01/08/2005

Il centro multifunzionale Bullring a Birmingham in Gran Bretagna costituisce il più imponente progetto a livello europeo di ristrutturazione urbana con un prevalente focus commerciale: un investimento di circa 1,5 mld di euro; un’area di 110mila mq sviluppati su tre livelli, 146 punti vendita, un parcheggio di 3.100 posti coperti.

Un progetto con cui la seconda città inglese si pone come nuovo polo europeo di innovazione ed eccellenza.
Bullring rimpiazza il precedente centro commerciale omonimo che, dopo i successi degli anni ‘60, dagli anni ‘80 aveva iniziato a non rispondere più alle aspettative dei consumatori e dei gruppi distributivi.
Il centro ha rivitalizzato un’area centralissima della città, facilmente raggiungibile dai mezzi pubblici, utilizzati infatti da circa i 2/3 dei visitatori.
Lo sviluppo architettonico ha integrato stili molto diversi, creando un’identità nuova e fortemente caratterizzata. Futuristico è lo stile che caratterizza la facciata di Selfridges, diventata un simbolo di Bullring, e della nuova immagine della stessa Birmingham, con le sue linee sinuose ricoperte dai 15.000 dischi di alluminio, voluti dallo studio Future Systems, che di notte vengono illuminati da una fantascientifica luce blu.
Sullo sfondo del grande magazzino c’è la chiesa medievale di St. Martins (la più antica della città), restaurata filologicamente e oggi diventata “St. Martins in the Bullring”.
L’accostamento tra i due edifici è senz’altro originale, ma rispettoso dei volumi e delle prospettive.
I progettisti hanno voluto creare continuità con i segni e i simboli della storia del centro città: sono stati ripresi i nomi che le strade del centro avevano nel 18mo secolo; lo stesso nome Bullring scaturisce dal fatto che tradizionalmente il luogo era sede del mercato del bestiame.
Ancora oggi il centro confina con l’area dei mercati comunali. La struttura del centro è molto dinamica, e integra zone coperte e passaggi pedonali all’aperto, assecondando le pendenze della piccola collina su cui è stato costruito, con una forte attenzione a sviluppare un’identità complessiva omogenea.

Per raggiungere questo scopo lo studio di architettura che ha curato l’interior design ha affiancato i team progettuali dei vari retailer per stimolarli a trovare delle forme di integrazione del concept d’insegna con quello del mall.
Le due ancore sono Debenhams, quasi 20.000 mq., che torna a Birmingham dopo 20 anni di assenza, e Selfridges (23.000 mq), che sviluppa un concept molto caratterizzato e di profonda rivitalizzazione del classico format dei grandi magazzini.

Ben 57 sono le insegne presenti che sono approdate a Birmigham per la prima volta.
I servizi del centro sono stati progettati in termini di modernità, funzionalità, e ricchezza nel design.
A partire dalle toilettes, confortevoli, curate nel design, ricche di qualità sensoriali e di soluzioni inedite.
22 chioschi touchscreen aiutano il visitatore a orientarsi, e a ottenere tutte le informazioni disponibili non solo su eventi e promozioni, ma anche sull’offerta di tempo libero in città, sulla situazione del traffico, e sulle opportunità di lavoro nel centro commerciale.                    
 
                                                             Fabrizio Valente
                                                              Partner Kiki Lab 
                                                               www.kikilab.it                                 

Scopri le altre caratteristiche del centro commerciale Bullring, i suoi servizi innovativi e le aree di miglioramento nell’allegato!


Allegati:
Centro commerciale Bullring

 
 

Business Video