Registrati | Login
  

FOCUS ON MANAGEMENT BRANDING MEDIA INTERNATIONAL

Popai...una ragazzina di 10 anni

Del: 20/09/2005

Nel 2006 POPAI festeggia i suoi primi dieci anni.

Un avvenimento importantissimo per l’associazione che lo celebrerà a partire dall’evento che più la rappresenta: il convegno “Ordine&Extra-Vaganze”.

Dieci anni sembrano pochi se si considera che negli USA POPAI ha una storia molto più lunga. E così mentre nel mondo POPAI è una signora di una certa età, una lady americana di settanta anni, in Italia è solo una ragazzina di 10 anni!

Tuttavia quante cose sono successe in un decennio!!! Per ricordarne la nascita e il percorso abbiamo intervistato Alberto Pasquini, una figura fondamentale nella storia di POPAI: ne è il fondatore!
Nel 1996 Pasquini inaugura POPAI a Milano e riveste la carica di Presidente per diversi anni. Lo sviluppo e il successo POPAI si devono anche a lui che riveste tuttora la carica di Presidente Onorario.
Ricostruiamo con il suo aiuto la storia dell’associazione.

Quali sono i motivi che l’hanno spinta a fondare POPAI Italia?
Negli anni novanta in Italia le aziende non avevano ancora colto l’importanza della comunicazione below the line.
Mancava un’associazione che sperimentasse forme di comunicazione alternative rispetto ai mass media tradizionali.
Era quindi il momento opportuno per inaugurare POPAI che si basa proprio su questo: l’idea del punto di vendita come mezzo di comunicazione, anzi il mezzo di comunicazione più vicino al consumatore.
In quegli anni POPAI esisteva già a Torino, tuttavia era una realtà piuttosto piccola: un gruppo di appassionati del punto di vendita che si riunivano per dibattiti e confronti.
La situazione cambia nel 1996 quando da Parigi il Direttore Generale europeo prende in mano la situazione e mette fine all’esperienza torinese. Raccoglie intorno a sé persone di sua conoscenza e fiducia, dotate di intraprendenza e capacità organizzative e affida loro la gestione delle sedi POPAI.
Mi viene affidato il compito di rifondare POPAI ITALIA e decido di intraprendere questa avventura: all’inizio eravamo in tre, poi le cose hanno assunto dimensioni diverse.

È cambiata la mission di POPAI nel corso degli anni?
Non è cambiata assolutamente! Gli obiettivi che animano POPAI sono sempre uguali, gli stessi sono i valori e gli ideali, i significati condivisi rimangono immutati negli anni e continuano a rendere vitale la comunità dell’associazione.
Il punto di vendita è un mezzo di comunicazione potente ed efficace, uno spazio capace di generare sensazioni e stati d’animo nel consumatore. È da dieci anni che insisto sul potenziale di crescita della comunicazione below the line…. Solo adesso che lo spot televisivo non ha più molta efficacia e che il costo contatto si dimostra un’unità di misura inadeguata, sono arrivati alla stessa conclusione anche i big spender.

Quali sono i punti di forza di POPAI?
Gli associati naturalmente!
I nostri soci sono persone che credono fermamente nella mission dell’associazione, nella necessità di confrontarsi per migliorare, persone appassionate, che amano il loro lavoro e sono dedite alla diffusione della cultura del POP.
Ci sono caratteristiche dell’associazione che la contraddistinguono e ne fanno un punto di riferimento per il mondo del retail: unicità, internazionalità e soprattutto trasversalità, perché gli associati appartengono a settori diversi. Inoltre POPAI si distingue per trasparenza e onestà, per aver sempre dichiarato apertamente le sue idee e per averle sempre comunicate con chiarezza ed efficacia. Per questo è stata ed è tuttora apprezzata per credibilità e autorevolezza.
I soci condividono la passione per il proprio lavoro ma anche alcuni valori: l’amicizia e l’aggregazione, coltivate nei viaggi fatti assieme … insomma col tempo si è creata una forte coesione interna probabilmente perché siamo animati dalla stessa voglia di fare, di cambiare, di innovare.

Perché ritiene importante associarsi a POPAI?
La situazione attuale, la crisi nella quale versano i media tradizionali è sicuramente un buon motivo per entrare a far parte di POPAI e imparare le tecniche di comunicazione below the line che sono assolutamente più efficaci.
POPAI svolge un servizio prezioso per i soci: li tiene informati sul mondo del retail, mette a loro disposizione ricerche innovative e li prepara attraverso momenti formativi.
Convegni, seminari e cocktail sono orientati ad accrescere la professionalità dei trade manager e di tutte le persone che lavorano nelle aziende moderne. Ecco perché è fondamentale che POPAI continui ad essere un punto di riferimento e di competenza per chi si occupa di punto vendita e retail.

 

 
 

Business Video